venerdì 12 luglio 2013

SOLE E ABBRONZATURA: CONSIGLI PER L'USO (PARTE II)



Tutti concordano: quando si tratta di sole, il primo consiglio è quello di scegliere una crema solare che garantisca un' adeguata protezione.

Ricordate che nessun filtro protegge completamente dai raggi solare, ed il fattore di protezione resta di importanza fondamentale.

SFP o fattore di protezione solare, indica la capacità del prodotto di filtrare i raggi UVB.
Prodotti con SFP pari a 15 sono in grado di bloccare il 93% dei raggi UVB, quelli con SFP 30 arrivano a bloccarne il 97%.


Come va applicata la crema



Da sola la crema solare non basta; bisogna anche saperla applicare bene.
La quantità consigliata è di circa 6 cucchiai per tutto il corpo.
Inoltre, per non scottarsi, è importante riapplicare la crema ogni due ore circa, e dopo ogni bagno.
I solari vanno usati sino all'ultimo giorno di vacanza, anche se siamo così abbronzati da avere la pelle color cioccolato.
E ricordate: le creme con SPF inferiore a 6 non proteggono!


Per quanto riguarda i bambini, i neonati sotto i 6 mesi non vanno esposti direttamente alla luce del sole.
I più grandi devono invece evitare almeno la fascia 11-16.00.
La crema deve avere una protezione alta, almeno fino ai 3 anni di età.
Le creme per i bambini di solito sono più pastose, creano addirittura una patina bianca, ma sono più indicate per le pelli sensibili dei bimbi, perchè proteggono anche dal surriscaldamento.

Molto importante: evitate di utilizzare il prodotto dell'anno precedente che non avete terminato.
La data di scadenza per i prodotti cosmetici con durata inferiore ai 30 mesi è obbligatoria.
Per quelli con data superiore ai 30 mesi è sufficiente il PAO (periodo dopo l'apertura).
Pochissime sono le marche che li indicano entrambi.
La maggior parte delle crema ha un PAO di 12 mesi.
Questo significa che dopo un anno non garantiscono più la medesima protezione.
Se in etichetta trovate PAO 12 mesi, significa che va consumata entro un anno dall'apertura.


Creme solari e sostanze pericolose



I filtri solari sono alla base delle creme che devono proteggere dagli effetti dannosi dei raggi UVA e UVB. 
Alcuni però possono essere pericolosi.
Molti filtri solari e conservanti usati nell'industria cosmetica sono sotto osservazione perché possono alterare gli equilibri ormonali: sono gli inferenti endocrini.
In modo particolare si fa riferimento a:

- ethylhexyl methoxycinnamate (filtro UV)
- propylparaben (conservante)

Il rischio più grosso è quello del cosiddetto effetto cocktail: una singola sostanza difficilmente è dannosa, ma lo può divenire se combinata con altre presenti non solo nello stesso prodotto, ma in tutti quelli che usiamo ogni giorno.
Non sono molti gli studi in materia, pertanto non è stato ancora calcolato con precisione il livello massimo di concentrazione.
In particolar modo  i parabeni sono oggetto di controversie, poichè sospettati di essere causa anche di:

- di allergie,
- intolleranze
- e secondo alcuni studi anche di tumori alla mammella.

I sei principali parabeni che si possono trovare nelle formulazioni in commercio sono: methylparaben, ethylparaben, propylparaben, isobutylparaben, butylparaben, e benzylparaben. 

Si possono trovare negli shampoo, nelle creme idratanti, nei deodoranti anti-traspiranti, nei gel da barba, nei lubrificanti per la persona, nei farmaci topici (da applicare sulla cute), nelle creme solari, nei prodotti per l'igiene dei bambini e nel dentifricio.
Alle volte vengono anche impiegati come additivi nei cibi.
Non tutti i filtri UV e conservanti sono ritenuti rischiosi, quindi è bene privilegiare la crema solare e stare invece attenti a tutti gli altri cosmetici, soprattutto quelli che usiamo di più, in particolar modo durante l'estate.
Molti filtri UV sono stati rilevati anche all'interno di altri cosmetici come ad esempio  i deodoranti!

Non fatevi trarre in inganno dalle indicazioni "dermatologicamente testato" oppure "ipoallergenico" o "senza parabeni"! Non sono sinonimo di buona qualità del prodotto! 
Leggete sempre la lista degli ingredienti, questo è davvero importante.

*Fonte: Altroconsumo

Leggi anche:

Sole e abbronzatura: consigli per l'uso (parte I)

2 commenti:

  1. anche questo tuo post è chiaro e molto utile! Sono contenta che tu abbia citato Altroconsumo: trovo che siano sempre molto precisi e corretti.
    Buon fine settimana =)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sono perfettamente daccordo con te!

      Elimina

DIMMI COME LA PENSI.
Per commentare utilizza un account Google/Gmail, altrimenti la modalità "anonimo".

La Magia è credere in se stessi: se riusciamo a farlo, allora possiamo far accadere qualsiasi cosa. (Goethe)