sabato 9 maggio 2015

DETERSIVO LAVATRICE FAI DA TE CHE FUNZIONA DAVVERO

Dopo vari esperimenti, prove ed errori, sono riuscita a trovare la formulazione giusta e a districarmi tra la marea di materiale che si trova sui libri o su internet, riguardo questo argomento.

Prima cosa importante da fissare bene a mente, è che il sapone di Marsiglia, anche quello autoprodotto,  non può essere utilizzato da solo per il lavaggio in lavatrice.

Sono molte le ricette che propongono di rendere liquido il sapone di Marsiglia, di aggiungere a questo del bicarbonato di sodio o della soda Solvay e di utilizzare il composto come detersivo liquido lavatrice.

Anche io ho seguito questi consigli ed il risultato non è stato soddisfacente. Innanzitutto il bucato non viene pulito e con l'andare del tempo si ingrigisce e prende cattivo odore.

Dopo questa esperienza ho cercato di approfondire le mie conoscenze al fine di trovare soluzioni alternative.

Il sapone sciolto in acqua si lega al calcio e al magnesio, sali normalmente presenti nelle acque e forma dei sali insolubili che si depositano sugli abiti. Per questo motivo tendono ad ingrigirsi e a puzzare.

Più l'acqua delle vostre case è dura (ovvero ricca di sali di calcio e magnesio), maggiore sarà questo fenomeno.

Questo non significa che non potete utilizzare il vostro Marsiglia auto-prodotto.

Al normale sapone liquido di Marsiglia auto-prodotto, perchè funzioni davvero in lavatrice occorre aggiungere un sequestrante naturale, il citrato di sodio, che cattura i sali di calcio e magnesio ed un efficace tensioattivo, ottimo in questo caso il detersivo piatti.

La ricetta che condivido oggi, è tratta dalle informazioni che ho trovato sul forum "Biodizionario: cosmetici e prodotti biodegradabili" ideato da Fabrizio Zago, un chimico molto competente in materia.

Ricetta per il detersivo liquido lavatrice 


  • 400 g di detersivo ecologico piatti (oppure 300 di quello tradizionale)
  • 30 g di soda Solvay
  • 200 g di sapone di Marsiglia liquido
  • 370 g di acqua demineralizzata o distillata 
  • 100 g di citrato di sodio


Come si prepara il Marsiglia liquido

Frullate con il mixer 20 gr di sapone di Marsiglia da bucato e versate 180 g di acqua. Lasciate in ammollo tutta la notte (per un risultato ottimale), poi portate a bollore l'acqua e spegnete il fuoco. Nel giro di poco tempo si scioglierà.


Come si prepara il citrato di sodio

Prendete 180 g di acido citrico anidro (lo trovate nei negozi di prodotti biologici, su internet, oppure nei negozi che vendono prodotti per l'agricoltura), aggiungete 750 ml circa di acqua fredda e fate sciogliere. Unite 320 g circa di bicarbonato di sodio, poco per volta poiché si verificherà una forte effervescenza. Lasciate riposare qualche ora. La soluzione è pronta! Ed è ottima anche come anticalcare naturale, la vostra lavatrice ringrazierà!

Appenta il Marsiglia liquido è tiepido unite il detersivo piatti, l'acqua in cui avrete versato e fatto sciogliere la Soda Solvay, infine il sodio citrato.
Agitate bene ed ecco il vostro detersivo è pronto.
Questo detergente si conserva a lungo, senza problemi. Se avete timori, aggiungete 25 g per litro di alcol buongusto (conservante)

La quantità di detersivo e di citrato da utilizzare, varia a seconda della durezza dell'acqua della vostra città. Per acque dure (ricche di sali ) occorre aumentare la quantità di citrato di sodio aggiungendone una tazzina o due al normale bucato all'interno di una pallina dosatrice o direttamente nel contenitore del detersivo.
Proprio per questo motivo vi consiglio di partite dalla ricetta che vi propongo, aggiustandola però in base ai risultati che otterrete. Se vedete in lavatrice troppa schiuma, diminuite la quantità di detersivo piatti ed autementare la dose di citrato di sodio (che funziona anche da anticalcare).

E ricordatevi di pre-trattare con sapone di Marsiglia le macchie più evidenti. Bagnate il capo, passate il sapone, strofinate e infilate in lavatrice.
Io di solito mi comporto in questo modo per i colletti delle camicie, per i polsi delle maglie, i pantaloni dei bambini nella zona ginocchia e così via.

I risultati sono davvero molto soddisfacenti e l'impatto ambientale ridotto al minimo.

Se avete dubbi o domande, lasciate un commento, sarò felice di rispondere.




I 20 progetti che vi propongo in questo e-book vi permetteranno, senza fatica e stress, di sistemare armadi, cassetti, ripiani ed ogni angolino di casa.



***

Iscriviti alla Newsletter per ricevere gli ultimi articoli e le risorse gratuite


86 commenti:

  1. Un post ricchissimo che è già filato nei miei preferiti e nella mia bacheca di Pinterest, per poi leggermelo con calma e provare a mettere in pratica.
    Grazie! =)
    Dani

    RispondiElimina
  2. Bisogna che provi davvero, stavolta!!!!! Mi sento sempre in colpa quando faccio la lavatrice.... Grazie e un abbraccio

    RispondiElimina
  3. Bisogna che provi davvero, stavolta!!!!! Mi sento sempre in colpa quando faccio la lavatrice.... Grazie e un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Capisco i tuoi sensi di colpa....fammi sapere come ti trovi.
      Ste

      Elimina
  4. Ste...post superbenfatto e interessantissimo...grazie! Appena avrò un po' di tempo per fare tutto ci provo.
    Buona settimana

    RispondiElimina
  5. Ciao Stefania,
    vorrei seguire anche io il tuo consiglio e preparare il citrato di sodio perché, pur utilizzando un detersivo in polvere acquistato in negozio, i miei capi bianchi diventano grigi e/o giallognoli. Sarà perché l'acqua è molto calcarea e il detersivo è ecologico e senza sbiancanti, ma è deprimente metter via biancheria del genere...
    I risultati si vedono già al primo lavaggio?

    Grazie 1000
    Chiara

    RispondiElimina
  6. Ciao Chiara, prepara subito il citrato di sodio e aggiungi anche due tazzine ogni lavaggio. Prova anche a realizzare il detersivo liquido, vedrai è molto semplice. Anche perchè il detersivo liquido agisce meglio anche a basse temperature, mentre quello in polvere se non si scioglie bene (minimo 60°) si deposita sui tessuti e contribuendo ad ingrigirli. Per mantenere il bucato bianco io aggiungo un cucchiaio di percarbonato (trovi tutte le indicazioni qui: http://maghelladicasa.blogspot.com/2012/02/come-lo-sbianco-il-bucato.html) oppure una tazzina di candeggina naturale (la ricetta qui:http://maghelladicasa.blogspot.com/2014/10/candeggina-naturale-fai-da-te.html). Infine quando puoi asciuga al sole. Per i capi che oramai sono ingrigiti non so quanto tu possa riabilitarli al bianco candido, di certo miglioreranno. Queste pratiche saranno utilissime però per proteggere i capi ancora bianchi e non ingrigiti. Ti ho scritto un papiro...scusami..spero di esserti stata utile. Non esitare a farmi altre domande se lo ritieni necessario, ti risponderò con piacere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Stefania, e grazie 1000! Un po' in ritardo, ma meglio che mai... :-D Per ora ho provato a fare un paio di volte il citrato, anche se non sono stata molto costante e quindi i risultati dovrò vederli fra qualche tempo, ora che riprenderò con un flacone più grande che non mi crea problemi quando metto il bicarbonato. Per il detersivo liquido fatto in casa, credo che aspetterò ancora un po'. I miei tempi sono un po' lunghi!!! A presto. Chiara

      Elimina
    2. Ciao Chiara, ognuno ha i suoi tempi. L'importante è iniziare con le piccole cose, poi piano piano si fa tutto!
      Ste

      Elimina
  7. Ciao Chiara, prepara subito il citrato di sodio e aggiungi anche due tazzine ogni lavaggio. Prova anche a realizzare il detersivo liquido, vedrai è molto semplice. Anche perchè il detersivo liquido agisce meglio anche a basse temperature, mentre quello in polvere se non si scioglie bene (minimo 60°) si deposita sui tessuti e contribuendo ad ingrigirli. Per mantenere il bucato bianco io aggiungo un cucchiaio di percarbonato (trovi tutte le indicazioni qui: http://maghelladicasa.blogspot.com/2012/02/come-lo-sbianco-il-bucato.html) oppure una tazzina di candeggina naturale (la ricetta qui:http://maghelladicasa.blogspot.com/2014/10/candeggina-naturale-fai-da-te.html). Infine quando puoi asciuga al sole. Per i capi che oramai sono ingrigiti non so quanto tu possa riabilitarli al bianco candido, di certo miglioreranno. Queste pratiche saranno utilissime però per proteggere i capi ancora bianchi e non ingrigiti. Ti ho scritto un papiro...scusami..spero di esserti stata utile. Non esitare a farmi altre domande se lo ritieni necessario, ti risponderò con piacere.

    RispondiElimina
  8. Ciao volevo solo dire, che ho provato per due anni una ricetta simile, anzi gira e rigira è identica, su consigli del forum di Zago, dove alla fine si è capito che per lavare bene, un detersivo deve contenere anche gli enzimi, che a noi comuni mortali non sono concessi, solo a livello industriale se non ho capito male, comunque pur continuando ad autoprodurre il mio Marsiglia, che uso solo come pre trattante per le macchie, sono passata ai detersivi per lavatrice bio, perché i capi puzzavano e purtroppo continuano a puzzare di rancido, sequestrante o meno. Peccato ci ho provato ciao

    RispondiElimina
  9. Ciao Carissima, mi spiace per la tua esperienza. Io il problema della puzza nel bucato l'ho avuto utilizzando il mio detersivo liquido Marsiglia, ottenuto sciogliendo il mio marsiglia autoprodotto. Quando ho cambiato ricetta utilizzando questa, che è la più utilizzata nel mondo dell'alternativo , come dici tu, perchè è quella che funziona di più. La puzza non dipende dalla capacità di pulire o meno del detersivo ma dal sapone di marsiglia fatto in casa che si deposita sui tessuti, se non opportunamente combinato con del detersivo piatti che funge da tensioattivo, e dal sequestrante, la cui quantità va dosata in base alla durezza dell'acqua. Gli enzimi come dici tu, certo contribuiscono a lavare meglio, ma come sostiene ZAGO, purtroppo sono allergizzanti e rovinano i tessuti. Per avere un buon bucato pulito occorre pretrattare come giustamente fai tu. E per fare questo il sapone di marsiglia autoprodotto è ottimo.

    RispondiElimina
  10. Da poco uso un detersivo autoprodotto con il mio sapone e devo dire che mi trovo bene anzi benissimo. Vero è che le prime volte i miei panni puzzavano ma solo perché erano saturi di detersivi chimici, adesso quando apro il cestello della lavatrice sento solo profumo di pulito. E la mia pelle e l'ambiente ringraziano

    RispondiElimina
  11. Da poco uso un detersivo autoprodotto con il mio sapone e devo dire che mi trovo bene anzi benissimo. Vero è che le prime volte i miei panni puzzavano ma solo perché erano saturi di detersivi chimici, adesso quando apro il cestello della lavatrice sento solo profumo di pulito. E la mia pelle e l'ambiente ringraziano

    RispondiElimina
  12. Ciao Manu,sono molto felice che ti sia trovata bene con un detersivo autoprodotto più naturale ed ecologico. Io ora non sopporterei più neppure i profumi così intensi dei detersivi commerciali..abituata come sono al mio privo di profumazione!

    RispondiElimina
  13. Ciao Stefania, anche io ho provato alcune ricette di detersivi trovate online, il risultato non è stato quello sperato ma ci voglio riprovare seguendo i tuoi consigli. Ho una domanda da porti per chiarirmi le idee: se a lavare è il tensioattivo del detersivo per piatti, perché usare anche il sapone di Marsiglia? Grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Rosaria, il sapone di Marsiglia e' utilizzato come "abbattitore" di schiuma. Perché i tensioattivi del detersivo piatti tendono a farne molta..questo rende più facile il risciacquo. Per qualsiasi dubbio o domanda scrivimi e non mollare i detersivi fai da te ben fatti funzionano davvero!

      Elimina
  14. Grazie 1000! Ti farò sapere.

    RispondiElimina
  15. Ciao Ste (sono arrivata a te attraverso Dani di Decoriciclo),
    io avevo fatto un detersivo simile, non ricordo le dosi, ma quanto agli ingredienti c'ero quasi: non ho usato detersivo per i piatti, ho usato bicarbonato di sodio (al posto di questa solvay), il sapone di Marsiglia era già liquido comprato in un negozio biologico, e l'acqua era di rubinetto.
    Ho detto "quasi" infatti... mi pareva che il risultato fosse buono, ma ancora non mi sono decisa a rifarlo: mi hanno regalato nel frattempo un detersivo ecologico e sto usando quello, ma ha un odore che non mi piace (dovrebbe essere alla lavanda, ma non mi sembra lavanda e comunque è troppo forte), e vorrei tornare al detersivo fatto da me. La mia domanda è: c'è qualcosa di buono nella ricetta che usavo io (almeno il sapone già liquido?), o lascio perdere e mi procuro tutti, ma proprio tutti, gli ingredienti che consigli tu?
    Io comunque aggiungo il percarbonato nella vaschetta, almeno quando lavo i bianchi.
    Grazie,
    Elle

    RispondiElimina
  16. Ciao Elle! Il percarbonato va benissimo bravissima. Per la tua ricetta del detersivo..dovrei sapere che tipo di detersivo era ..nel campo del biologico ci sono anche dei detersivi liquidi Marsiglia per il bucato..vhe vanno già bene cosi come sono. In questa ricetta di parla di Marsiglia realizzato a partire da sapone di Marsiglia solido autoprodotto o acquistato. In pratica e' utilizzato per lo più come abbattitore di schiuma visto che il detersivo piatti tende a farne parecchia...questo rende il risciacquo più facile..Il potere lavante e' dato dal detersivo piatti la cui azione e' potenziata dal citrato di sodio. Io ti consiglio di realizzare la ricetta così come è. L acido citrico che dovrai comprare per fare il citrato lo puoi utilizzare per fare tanti detergenti per casa (ammorbidente anticalcare brillantante..etc) quindi e' utilissimo! Per qualsiasi dubbio scrivimi! A presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Ste, allora: ho trovato tutti gli ingredienti tranne la soda solvay, quindi dovrò farmi un altro giro per cercarla. Adesso parto con le domande: l'acqua demineralizzata, ho letto in giro, si può fare sciogliendo il ghiaccio del freezer quando lo sbriniamo, è vero? Altrimenti mi manca un altro ingrediente ;) Poi volevo chiedere se l'acido citrico funziona anche da ammorbidente, come trovo scritto sulla confezione, non devo aggiungere altro, giusto? Io come ammorbidente stavo usando l'aceto, ma non sempre, perché in realtà non mi pareva che ce ne fosse bisogno né col detersivo fatto da me, né con quest'ultimo alla lavanda di cui ti ho detto. Se basta l'acido citrico non posso che essere contenta :)
      Mi pare di non avere altre domande... per ora. Grazie ancora per la disponibilità!

      Elimina
  17. Ciao Elle, per l ammorbidente non ti servono altri ingredienti oltre al citrico segui pure le indicazioni della confezione. La soda Solvay la trovi al supermercato nel reparto detersivi di solito vicino ai saponi da bucato. Per l acqua distillata ti consiglio di comprarla ma se proprio non vuoi non e' una tragedia usare quella del rubinetto. Per parla in casa il procedimento e' un po' lungo..prova a leggere qui: http://www.econote.it/2014/01/05/come-fare-lacqua-distillata-in-casa/.

    RispondiElimina
  18. Ciao! Grazie per la ricetta. Avrei bisogno di un chiarimento sui 200 g di sapone di Marsiglia liquido: se ho capito bene dei due litri che vado ad auto produrre ne prenderò 200 gr per la ricetta. È corretto? Grazie

    RispondiElimina
  19. Ciao Francesca, si è corretto è proprio così.
    A presto.

    RispondiElimina
  20. Ciao ste quale det piatti bio consigli vanno bene quelli del supermecao

    RispondiElimina
  21. Ciao! Si certo oramai si trovano anche nei normali supermercati😊

    RispondiElimina
  22. Ciao Ste oggi ho fatto il detersivo x lavatrice con una ricetta che prevedeva 100 g di sapone Marsiglia (ho usato quello in scaglie ) 2 litri di acqua,un bicchiere di bicarbonato e uno di Soda. Ora ho trovato il tuo post in cui parli del sapone x i piatti che è quello che può lavare. Lo posso aggiungere al detersivo che ho preparato? E in che quantità? La mia acqua è molto dura...

    RispondiElimina
  23. Ciao Sery, sulla ricetta che hai realizzato, come ho scritto nell'articolo, nutro molti dubbi.Non so come potresti recuperarla. Ti consiglio di provare la ricetta che ho indicato sopra. Il tuo preparato per non buttarlo puoi usarlo per pulire i pavimenti in piastrella. Ne versi due cucchiai in un secchio d'acqua calda.Per la durezza dell'acqua prova a fare il citrato il sodio (trovi anche questa ricetta nel post) vedrai che la situazione migliorerà.

    RispondiElimina
  24. Ciao, sono anni che seguo ed apprezzo il lavoro di Fabrizio Zago.
    Volevo avvertirti che il sito del Biodizionario è ancora attivo (non hanno cambiato il nome) ma NON È PIÙ SEGUITO da Fabrizio Zago (nonostante ne sia stato il creatore).
    Ma ha già un bel progettino in serbo per tutti gli amanti della sostenibilità ambientale e la lotta egli eco furbi.
    Il nuovo sito di FabrizioZago è www.ecobiocontrol.bio
    Verrai a conoscenza di un interessante progetto, che punta a definire un disciplinare di approvazione dei prodotti, basato sulla classificazione degli ingredienti in chiave scientifica ed etica, tramite il database EcoBioControl.
    EcoBioControl sostituisce e migliora il vecchio biodizionario, ora ha più di 17.000 sostanze.
    Oltre a classificare gli ingredienti dei cosmetici con i consueti e familiari pallini (rosso non va bene, giallo così così, verde ok), darà altre informazioni, come per esempio la descrizione della sostanza, il suo codice, le restrizioni normative, la funzione.
    Un lavoro di approfondimento imponente e gratuito, che darà ulteriori strumenti al consumatore consapevole nello scegliere il prodotto.
    Un comitato scientifico vigilerà sulla congruità tra pallini assegnati alle materie prime ed evidenze scientifiche.
    C'è sempre il forum di discussione, dove tutti gli utenti potranno continuare ad avere delucidazioni in merito ai detergenti ed ai cosmetici, o scambiarsi consigli per avere il bucato perfetto e la casa pulita in modo ecologico, scientifico ed economico. Troverai anche l’ECOBIO ENCICLOPEDIA, una sostanziosa raccolta di FAQ, con le relative risposte di Fabrizio, scritte con pazienza e competenza durante gli anni. 
    Sperando di averti dato delle info gradite a te ed ai tuoi lettori ti auguro buon proseguimento.
    Sara

    RispondiElimina
  25. Ciao, e grazie per tutte le tue ricette e consigli. Preparo questa ricetta già da tempo e mi trovo molto bene. Avevo solo una curiosità da chiedere. Il citrato di sodio se lo facessi con acqua demineralizzata non durerebbe più di due settimane? perché è davvero seccante preparalo ogni 15 giorni :D Grazie di tutto

    RispondiElimina
  26. Ciao Bet, per esperienza ti dico che se preparato con acqua demineralizzata fino a oltre un mese non ho mai avuto problemi di conservazione!😊

    RispondiElimina
  27. Ah perfetto! grazie mille per la risposta velocissima :)

    RispondiElimina
  28. Grazie Stefania per la ricetta del detersivo lavatrice la proverò al prossimo lavaggio
    Sarà un test molto pesante ... mio figlio fa il cuoco immagina i grembiuli ti saprò dire
    Per ora con altri detersivi hand Made non ho avuto risultati eccellenti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi raccomando Daniela però è fondamentale per avere ottimi risultati pretrattare le macchie più ostiche prima del lavaggio..quelle di unto vengono benissimo anche passate con del buon sapone di Marsiglia...sfreghi bene lasci agire mezz' ora e butti in lavatrice😉 .ma sul blog trovi anche altri pratici sistemi 😊

      Elimina
  29. Grazie Ste per quanto riguarda il sapone di Marsiglia lo produco io stessa con olio di oliva.
    Avevo provato a fare un detersivo in polvere con una ricetta di una tua collega che tanto vanta la sua bravura ma non essendo chimica ....tanto fumo e niente arrosto.Va ve sbagliando si impara.Poi fortunatamente mi sono imbattuta nel tuo blog è letto questo
    Miracoloso detersivo assolutamente da provare ..se va bene alle mie macchie
    Andrà bene per tutti. Volevo una delucidazione sul citrato di sodio io ho quello in polvere quanto ne devo usare
    La nostra acqua non è particolarmente dura 22 gradi un cucchiaio può bastare?
    È un mesetto che uso acido citrico in lavastoviglie ho visto che si stanno rompendo le guarnizioni può essere quest’ult la causa?
    Farò sapere i risultati dei miei grembiuli al prossimo lavaggio baci a tutti ��

    RispondiElimina
    Risposte
    1. bravissima bravissima bravissima che usi il tuo sapone auto-prodotto!!! un cucchiaio va più che bene, anche scarso. Poi valuta tu poi in base al risultato. Per le guarnizioni assolutamente no il citrico non dà problemi di questi tipo stai tranquilla.
      Fammi sapere dei tuoi grembiuli mi raccomando!
      a presto

      Elimina
  30. Ciao Maghella ho provato il detersivo per il lavaggio dei grembiuli questa volta veramente sporchi ...da scannatoio ... pretrattati con sapone da bucato autoprodotto lasciato agire per un’oretta ,inserito tutto in lavatrice con
    Una pallina scarsa di detersivo liquido
    Più un cucchiaio di soda solvay,un cucchiaio abbondante di percarbonato sempre nella pallina più un cucchiaio di citrato di sodio nel cassetto della lavatrice lavaggio a 60 gradi e .......
    Grembiuli ,magliette e tovaglia da wow �� nel prossimo bucato bianco proverò ad inserire in una pallina a parte un po’ di acqua ossigenata 130 vol diluita per togliere quel leggero grigiore accumulato con i precedenti detersivi
    Grazie.........

    RispondiElimina
  31. Daniela sono proprio contenta per il tuo successo!! ti ringrazio di cuore per averlo condiviso con me!
    ll tuo entusiasmo è davvero contagioso!! spero di risentirti presto per altri aggiornamenti sui tuoi successi.
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  32. Ciao Stefania, ieri dopo vari tentativi di detersivi lavatrice autoprodotti mi sono decisa a provare la tua ricetta. Oggi la userò per la prima volta. Per le prossime, intanto, volevo chiederti: se il sapone piatti è concentrato la quantità è sempre la stessa? Grazie, anche tanto per il tuo blog! Elena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Elena scusa il ritardo ma non ricevo più le notifiche dei commenti. Se e concentrato io proverei ad utilizzarne meno perché altrimenti rischi di avere troppa schiuma 😉

      Elimina
  33. Ciao sono anni che autoproduco saponi e quello da bucato poi sciolgo x lavatrice con il suo sequestrante ma nn sono mai stata contenta.. mi rimane sempre un odore strano sul bucato e sto ancora cercando la giusta formula... Quella con detersivo piatti la provai all'inizio ma non mi piaceva ma ora con le varie conoscenze degli ingredienti ci sto riprovando chissà!nel frattempo pensavo di sciolgiere una saponetta alga x consumarla e usare in questa formula che ne pensi?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao ! Utilizzavo iil sapone Alga tantissimi anni fa prima di iniziare ad autoprodurre e devo dire che era ottimo. Però lo.utilizzavo per il bucato a mano non in lavatrice...se devo essere sincera non l' ho mai provato in quella versione però la cosa mi incuriosisce...secondo me vale la pena provare. Poi, se ne hai voglia, mi fai sapere come ti sei trovata?

      Elimina
  34. Ciao! Sono arrivata qui inseguendo ricette di detersivi fai da te per ogni dove sul web e...sono rimasta a bocca aperta! Non avevo idea di tutti i "contro" spiegati benissimo da te e ne farò tesoro! Il problema, però, non sono i detergenti in genere (per la casa, per la cura della persona, etc.), dato che si trovano in commercio ottimi prodotti ecologici e non testati su animali; il problema - enorme - è il loro confezionamento, la tremenda plastica: quella che noi gettiamo nella differenziata non viene riciclata tutta (un 20% ho letto) e comunque, una sola volta. Non sono molto diffusi i distributori alla spina di questi prodotti: nella mia zona (Foligno) uno di questi ha aperto e chiuso nel giro di poco tempo...è la mentalità di tutti noi che deve cambiare, compresa quella che ci fa pensare che più schiuma fa, più pulisce... Grazie, ciao!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao hai perfettamente ragione. Ma sempre più persone sono sensibili a questo problema ed in ogni caso con l' autoproduzione posso assicurarti che ho ridotto tantissimo i rifiuti ma anche la quantità di detersivi e detergenti che impiego. Si tratta di documentarsi per fare scelte più consapevoli. Grazie per la tua riflessione

      Elimina
  35. Ciao, mi sto avvicinando a questo mondo e volevo chiederti se per caso esistono guide con ricette complete e affidabili sull'autoproduzione, dalla pulizia della casa ai cosmetici, grazie mille

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao per quanto riguarda la pulizia della casa ho raccolto le migliori ricette sul mio libro "Pulire facile: tecniche e strategie per una casa naturalmente pulita" , che puoi acquistare su Amazon. Per i cosmetici trovi tante ricette qui sul blog che puoi sperimentare.

      Elimina
    2. Grazie mille per la risposta rapida

      Elimina
  36. Buongiorno, vorrei sapere se la Soda è assolutamente necessaria? Qual è la sua funzione?
    Ho provato altri detersivi che hai suggerito e sono fantastici. Ora vorrei provare quello per la lavatrice ma non ho la Soda....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si direi che è necessaria...pero' se in casa ora non c'è l' hai prova a sostituirla con 40 g di bicarbonato 😉

      Elimina
  37. Ciao Stefania, innanzitutto grazie per questo bellissimo e completo blog che ho scoperto per caso, ma che leggo sempre.. ti volevo chiedere: questa ricetta va bene per tutti i tipi di capi, bianchi, colorati, ed eventualmente anche per scarpe e giacche che si possono lavare in lavatrice? grazie e buone feste!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Cristina, sono davvero felice che ti piaccia il blog 😊.
      Questa ricetta la puoi utilizzare anche per colorati, scarpe e giacconi senza problemi. Ti consiglio però, e questa è una regola che vale con tutti i detersivi, di pre-trattare con sapone di Marsiglia le parti più sporche. Ad esempio per i giacconi colli e polsini.
      Spero di esserti stata utile, a presto 😊

      Elimina
  38. Si si, perfetto..grazie mille e ancora Buone feste!!

    RispondiElimina
  39. Ciao Stefania, ho provato a fare il detersivo ma mi è uscito gommoso, della consistenza dello slime per i bambini, per intenderci. Lo posso recuperare o devo rifarlo da capo?
    Forse è il detersivo per piatti che gli ha dato quella consistenza?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non saprei, probabilmente dipende dal tipo di detersivo che hai usato oppure hai aggiunto un po' troppa soda solvay . Verifica di avere preparato con precisione anche il citrato di sodio ed il sapone di marsiglia. Secondo me non è necessario buttare tutto, sarebbe un enorme spreco. Prova a scioglierne un po' in acqua calda calda per vedere se riesci a renderlo un poco più liquido, poi lo metti in una palli dosatrice direttamente nel cestello della lavatrice.

      Elimina
    2. Grazie!! Quando ho preparato il citrato di sodio, la soluzione era satura perchè il bicarbonato non si è sciolto tutto. quello che non si è sciolto lo devo tenere insieme al citrato oppure posso filtrare il tutto? per la soda solvay ho messo 30g precisi..Comunque ho provato ad aggiungere un pò di alcol per conservare il tutto e ora è diventato abbastanza liquido. Speriamo che la prossima volta che lo faccio esca bene!

      Elimina
    3. Io filtro...😉. Ottima idea l alcol. Oppure aggiungi più acqua la prossima volta se utilizzi lo stesso detersivo... Puoi aggiustare la ricetta in base alle tue esigenze.

      Elimina
  40. Buonasera Stefania. Sto cercando di iniziare un approccio al fai da te, ecologico ed economico per prodotti di pulizia superfici e indumenti.
    Mi confermi che producendo in casa riesco a risparmiare e guadagnarci in salute?
    Vorrei iniziare con i detersivi: ora sono in fase esaurimento scorte.
    Ti chiedo, innanzitutto, se i preparati fai da te possono non rinunciare ad una profumazione. Quindi quali procedimenti seguire per la preparazione, perchè nella tua ricetta di partenza mi oare di aver letto che comunque del detersivo dovrei comprarlo.
    Sicuramente seguiranno altre curiosità ma per il momento mi fermo.
    Grazie.

    RispondiElimina
  41. Ciao Carissima, ti confermo che ci guadagni in salute per te, il pianeta e risparmi pure. Ti accorgerai che con pochi ingredienti puoi realizzare tutti i detersivi per la pulizia della casa e scoprirai che non ci servono neppure tutti quelli che ci vengono proposti dalla pubblicità. Nella sezione pulizie ecologiche trovi diversi articoli che ti consiglio di leggere; in uno degli ultimi ci sono proprio degli esempi che ti dimostrano quanto si risparmia. E' chiaro che non puoi eliminarli tutti, bisogna essere realisti. Io continuo a comprare il detersivo piatti ecologico in quanto mi serve come base per quell'azione sgrassante che nessun altro prodotto riesce a fare. Per quanto riguarda le profumazioni, quelle sintetiche che trovi nei normali detersivi in commercio non solo sono molto inquinanti ma soprattutto sono la prima causa di reazioni allergiche; non sono certo benefici per la nostra salute. Purtroppo ci siamo oramai abituati e facciamo fatica a farne a meno...io li sostituisco con gli oli essenziali, ma sono costosi e troppo pregiati per cui ne faccio un uso modesto. Inoltre sono inutili se aggiunti al detersivo per lavatrice perchè non si fissano sui panni. Sono uno spreco. Io ne aggiungo qualche goccia solo nel detergente per il bagno ad esempio...

    RispondiElimina
  42. Scusa...ma in che senso diventa duro??

    RispondiElimina
  43. Ciao Stefania sto preparando il detersivo per la lavatrice e sto seguendo la tua ricetta

    In casa però non avevo sapone liquido di marsiglia ma 200 gr. In saponetta, percui l ho grattuggiata fine fine e messa dentro 180 ml di acqua demineralizzata il composto rimane denso va bene cmq?

    Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La saponetta ha meno potere detergente rispetto al sapone....ed ha più grassi liberi...non va proprio cos' tanto bene ....se non l'hai già unita al resto degli ingredienti io non la aggiungerei e aspetterei di avere il sapone.Se hai già fatto...piuttosto che buttare tutto prova così...

      Elimina
  44. Non l ho ancora unito.
    Per cui userò questo sapone come pretattante e oggi andrò a prendere il sapone liquido.
    Però ho già preparato adesso il citrato di sodio non lo danneggio se il resto degli ingredienti glieli aggiungo domani visto che il sapone di marsiglia va fatto riposare una notte?

    Spero di essermi spiegata bene
    Grazie ancora...

    RispondiElimina
  45. Ciao Stefania, scusami ma nella ricetta perchè dei 200gr di sapone di marsiglia ne metti solo 20 gr...
    L ho riletta più volte e non trovo gli altri 180 gr.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se leggi sotto la ricetta sotto al titolo " COME SI PREPARA IL MARSIGLIA LIQUIDO", ecco cosa scrivo:
      Frullate con il mixer 20 gr di sapone di Marsiglia da bucato e versate 180 g di acqua. Lasciate in ammollo tutta la notte (per un risultato ottimale), poi portate a bollore l'acqua e spegnete il fuoco. Nel giro di poco tempo si scioglierà.

      Elimina
  46. Scusami ma alcuni passaggi non li capisco:
    Nella ricetta del citrato di sodio alla fine risulta una quantità maggiore di quella che metti nella ricetta... cioè in ricetta ne metti 100gr.
    Mentre nel produrla il totale degli ingredienti è 1250 qr...
    Sbaglio?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto perchè se ti accorgi che i panni non vengono abbastanza puliti puoi aggiungere altro citrato direttamente nel cestello della lavatrice all'interno di una pallina dosatrice per potenziare l'effetto del detersivo. Dipende infatti dalla durezza dell'acqua di casa tua se è molto dura ti occorrerà più citrato...così puoi regoalarti in base alle tue esigenze.

      Elimina
  47. Ultima domanda e poi spero di non scocciarti più...
    Per tutti i passaggi tu usi solo acqua diatillata o per la preparazione del citrato di sodio usi l acqua normale?
    Grazie in anticipo!!!!!

    RispondiElimina
  48. Ciao Stefania, sono da tempo attratta dalla tua ricetta, ma per una cosa o per l'altra non sono mai riuscita a realizzarla. Spero di riuscire a farla il prima possibile e provare il tuo detersivo lavatrice.
    Una domanda però, se io ho il detersivo piatti concentrato ecologico, va bene ugualmente? ne uso metà dose?
    Grazie che pubblichi queste ricette e che noi possiamo utilizzarle pensando anche all'ambiente.
    Grazie mille e buona giornata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, se il detersivo è ecologico e concentrato allora devi ridurre le dosi, invece di 400 g prova ad utilizzarne 300. Fammi sapere come ti trovi! a presto

      Elimina
  49. Si è ecologico della winni's, ho fatto come mi hai detto 300gr. Adesso è pronto appena lavo ti faccio sapere come mi trovo.
    Una domanda quanto ne metto pero un tappino?? O di più o mi devo regolare io??
    Grazie per il tuo tempo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Carissima, sono contenta che tu lo abbia preparato. Per la quantità devi regoarti tu in quanto dipende dalla durezza dell'acqua di casa tua..ognuno deve per forza valutare da sè. Tu parti con poco poi vedi innanzitutto in base alla schiuma che fa e al grado di pulizia dei panni.

      Elimina
    2. Ok grazie mille per il consiglio e per la ricetta.
      😊😊

      Elimina
    3. Ciao Stefania ho provato il detersivo è fantastico lava bene e lascia una gradevole profumazione, però rimane densissimo anche a te resta denso quasi come il budino? è normale od ho sbagliato qualcosa?
      Grazie in anticipo. Buona mattinata.

      Elimina
    4. Sisi va bene, se vuoi te dello meno denso aggiungi un poco di acqua sino ad avere la consistenza che ti piace di più

      Elimina
    5. Ok grazie mille.
      Buona giornata.

      Elimina
  50. Ciao! Grazie per questa ricetta, è la seconda volta che la preparo ma una domanda, questa dose quanti lavaggi dovrebbe durarmi? Grazie Arianna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Arianna, purtroppo mi è difficile rispondere a questa domanda... perché e molto soggettivo, dipende dalla quantità che ne impieghi a lavaggio la quale a sua volta dipende non solo dalle tue abitudini ma anche dalla durezza dell' acqua di casa tua. Io ad esempio ne ne iego circa una tazzina a lavaggio...per p come ti dico e soggettivo...

      Elimina
    2. Grazie! Qui l'acqua è abbastanza dura quindi dici che è meglio se ne metto un po' di più di una tazzina da caffè? Ah e un'ultima cosa: è normal che non veda schiuma nella lavatrice? ( Credo di sì ma per conferma..) grazie mille!!!

      Elimina
    3. Eh sì se l' acqua e' dura meglio se aumenti la quantità e unisci magari in un tappino a parte un po' di citrato di sodio, aiuta! Per la schiuma un po' deve farla, non troppa ma un poco di...forse ne hai messo troppo poco 😊

      Elimina
  51. Ciao Ste! Una domanda, ma per i capi delicati, penso alla lana, non uso questo detersivo? Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No per la lana non va bene. Potresti utilizzare del semplice detersivo per piatti oppure un bagnoschiuma o shampoo per la lana. Mi raccomando non esagerare mai con le quantità.

      Elimina

DIMMI COME LA PENSI.
Per commentare utilizza un account Google/Gmail, altrimenti la modalità "anonimo".

La Magia è credere in se stessi: se riusciamo a farlo, allora possiamo far accadere qualsiasi cosa. (Goethe)