giovedì 13 giugno 2019

12 consigli per vivere nel qui e ora e restare connessi con la vita



Chi di noi durante la giornata si prende delle pause per riflettere, per assaporare il momento che sta vivendo?
La nostra mente, il nostro corpo e la nostra anima bramano i momenti di quiete; sono assolutamente necessari per ricaricarci e finalmente “essere”qui ed ora.
Questo  è ciò che ci mantiene umani e anche sani di mente.

Le nostre vite sono una continua corsa contro il tempo, costantemente connessi con i social, presi dai mille impegni quotidiani, dai pensieri, dalle preoccupazioni.

Ho raccolto in questo articolo una serie di consigli per riconnetterci alla vita, per entrare in sintonia con il nostro vero sé e con gli altri, per ritrovare la pace e l'equilibrio.

venerdì 7 giugno 2019

Unguenti curativi fai da a base di oleoliti autoprodotti : ricetta facile


Gli unguenti rientrano tra le preparazioni più semplici ed utili della cosmesi fai da te.
Hanno fondamentalmente uno scopo curativo e nella mia cassetta casalinga del pronto soccorso non mancano mai, perchè sono un rimedio sicuro ed efficace per risolvere molti piccoli fastidi ed inconvenienti.
Tra i migliori io colloco l'unguento alla calendula e quello all'arnica.

La calendula è nota (e molti studi oramai lo confermano) per le sue proprietà antinfiammatorie e cicatrizzanti ed è quindi ottima per trattare le piccole ferite e le epidermidi affette da eczemi, irritazioni ed arrossamenti compresi  quelli causati dalle punture di insetti e dal sole. Lenitiva e calmante, la calendula allevia prurito, rigenera e ripara la pelle secca.
In casa mia quindi non manca mai perchè è perfetta sia per noi adulti che per i bambini. 

L'arnica è un'altra pianta pregiatissima, che forse non tutti conoscono, è un analgesico ed antinfiammatorio naturale che agisce sui traumi del sistema circolatorio, dei muscoli, delle ossa e delle articolazioni. Oltre a ridurre il dolore, favorisce il riassorbimento di ematomi ed edemi, riducendo rapidamente il gonfiore.
Grazie alla sua azione antinfiammatoria e astringente del sistema circolatorio, aiuta a sfiammare e far rientrare i vasi in caso di vene varicose; per la stessa ragione è impiegato anche sulle emorroidi.
Ottima dopo l'attività sportiva per donare energia alle membra stanche e doloranti.

Ma vediamo nel dettaglio come preparare in casa questi due efficacissimi unguenti curativi.

mercoledì 29 maggio 2019

Sapone fai da te esfoliante con luffa e argilla rosa


Oggi vi presento il mio ultimo sapone, una novità assoluta di cui sono davvero estremamente soddisfatta: la saponetta esfoliante con spugna di luffa e argilla rosa.

Si tratta di un sapone che contiene all'interno una spugna di luffa. 
Una volta bagnato, il sapone si ricopre di morbida schiuma e, per la presenza della spugna di luffa, produce un delicato ed efficace "peeling" che rende la pelle morbida e liscia.

A differenza delle spugne di crine quelle in luffa non graffiano la pelle, quindi sono adatte anche alle epidermidi più delicate, non sono trattate ma 100% naturali, ipoallergeniche e completamente biodegradabili.

Ecco in dettaglio come ho realizzato il mio sapone esfoliante e qualche interessante curiosità sulla spugna di luffa.


sabato 25 maggio 2019

Io non sono perfetta ..e nemmeno tu lo sei



Questo articolo nasce da una serie di eventi che sono accaduti nella mia vita e da comportamenti che ho osservato in me stessa e nelle persone che mi circondano.

Tutto questo mi ha portato a concludere che il "giudicare" gli altri è  una prassi consolidata e onnipresente in ogni ambito nella nostra vita.

Negli ultimi anni ho liberato e riorganizzato la mia casa per renderla un ambiente accogliente e rilassante.
A questa operazione, e probabilmente non a caso, è stata affiancata anche un'importante opera di pulizia profonda tra le mie "frequentazioni" ed amicizie o presunte tali.

Senza stare ad annoiarvi con i dettagli, diciamo che mi sono accorta che alcune persone che frequentavo non mi "facevano stare bene", il loro continuo atteggiamento di critica nei confronti degli altri, l'egocentrismo che arrivava a sfiorare la cattiveria erano arrivati ad un livello tale che non mi era più possibile sopportarli.

Semplicemente mi sono allontanata da queste persone, senza litigi, senza drammi. Se posso evitare lo scontro lo faccio perchè preferisco lasciare spazio al dialogo anche se acceso, ma è anche vero che non è sempre possibile dare delle spiegazioni senza ferire l'altro.
Quindi a volte il silenzio è la soluzione migliore o comunque anche se non lo è, io ho scelto questa via giusta o sbagliata che sia.

Non mi piace chiudere con le persone, il bianco o il nero, preferisco dove è possibile lasciare sempre le porte aperte per rapporti che comunque restano civili.
Mi sono insopportabili i musi, la negazione totale della parola persino del saluto. Come esseri umani credo che questo comportamento si collochi ad un alto livello di inciviltà.

Se mi allontano da una persona perchè alcuni suoi comportamenti mi infastidiscono oltre misura,  questo non significa che la odio o che voglia escluderla dalla mia vita soprattutto se si tratta di rapporti di vecchia data.
Per me non c'e' o amicizia o niente, o odio o amore. C'è che questa persona (così come altre) che nella mia vita occupava una certa posizione, a cui dedicavo del tempo, ora ne occupa un'altra, perchè ho ritenuto di dover mettere della distanza fra noi fisica e quindi anche emotiva.

Se qualche suo comportamento mi ha fatto arrabbiare oltre misura, poi la rabbia sbollisce, non resto rancorosa per cui il rapporto, che non sarà comunque mai più come prima, resta civile.
Se dovessi scontrarmi o chiudere i rapporti con tutte le persone che mi "fanno arrabbiare" o che mettono in atto comportamenti poco "gentili" nei miei confronti, sarebbe un disastro. E di certo anche io in alcuni atteggiamenti posso risultare per alcune persone irritante, fastidiosa, brusca e chi ne ha più ne metta.
Insomma gli altri non sono perfetti ma neppure io lo sono!

Tornando al giudizio, ultimamente come mi muovo sono critiche. Se mi comporto in un modo sono critiche da parte di alcuni, in un altro da parte di altri, insomma non se ne esce più; ma perchè giudichiamo tutti così tanto?

giovedì 23 maggio 2019

Pane senza glutine e senza lievito con cereali fermentati


Vi ho già parlato degli strepitosi benefici della fermentazione delle verdure in uno degli ultimi articoli (lo trovate QUI) , ma altrettanto importanti sono le trasformazioni che subiscono i cereali sottoposti a questo particolare "trattamento".

L'obiettivo della fermentazione dei cereali è fondamentalmente diverso da quello della fermentazione delle verdure, in cui la conservazione è lo scopo principale. Per quanto riguarda i cereali è importante sapere che essi ci nutrono al meglio se pre-digeriti dalla fermentazione, poichè ne migliora la biodisponibilità di minerali, rendendo il cereale più nutriente e digeribile. La fermentazione inoltre li fa diventare più gustosi e contribuisce all'areazione e alla consistenza leggera.

Il primo passo per fermentare i cereali è l'ammollo. Si possono ammollare per qualche ora se non avete tempo; in questo caso la pre-digestione starà solo iniziando, ma è sempre meglio che non ammollare affatto.
La pre-digestione inoltre sarà migliore se ammollate in acqua tiepida. Se vi è possibile lasciate in ammollo per almeno 8-12 ore i vostri cereali prima di consumarli, la fermentazione li trasformerà in alimenti più nutrienti e digeribili.

Da quando l'ho scoperto (leggendo il libro "Il mondo della fermentazione"), fermento attraverso un lungo ammollo tutti i cereali prima di cuocerli, compresa la mia adorata avena con la quale mi preparo il porridge.

Ma veniamo alla ricetta di oggi, un pane completamente privo di glutine e lievito ottenuto con grano saraceno fermentato.

Scopriamo subito i dettagli della ricetta.

venerdì 17 maggio 2019

Metodo facile per fare i germogli in casa



Da quando avevo poco più di 20 anni mi interesso di alimentazione e benessere ed ho sempre cercato di mangiare in maniera sana ed equilibrata. All'epoca ero anche un'atleta agonista e volevo garantirmi un apporto di sostanze nutritive senza dover ricorrere ad integrazioni.
Ad un certo punto della nostra storia io e mio marito abbiamo gestito anche un negozio di alimenti biologici con annessa erboristeria.

Non mi piacciono gli estremismi, lo ripeto in continuazione, per questo motivo nella mia dieta ed in quella della mia famiglia sono ammesse eccezioni e la nostra alimentazione è molto varia.
Punto soprattutto sulla qualità dei prodotti che utilizzo, sulla produzione casalinga e sull'impiego di alimenti ad alto valore nutritivo che si possono realizzare in casa con procedure molto semplici ed economiche.

Vi ho già parlato QUI di come rendere più nutrienti le verdure con la fermentazione, oggi desidero rivolgere l'attenzione al mondo della germinazione; vi svelerò le proprietà dei germogli e come prepararli in casa con un metodo facile facile.

mercoledì 8 maggio 2019

6 cose che devi assolutamente ricordarti di pulire




L'arrivo della primavera porta con sè il desiderio di ordine e pulizia e molte di noi approfittano di questo periodo per dedicarsi a quelle parti della casa che durante l'inverno vengono trascurate.

Come vi ho già raccontato nel mio articolo "come evitare le pulizie di primavera senza rinunciare all'ordine e al pulito", già da qualche anno sono uscita da questo incubo delle grosse pulizie primaverili, ma questo non significa che la mia casa sia sempre perfettamente pulita ed in ordine.

L'aspirare alla perfezione nella vita come nella gestione della casa, lo ritengo assolutamente deleterio, perchè si corre il rischio di vivere perennemente frustrati e di lasciarci sfuggire le cose belle della vita, quelle che contano davvero.

Quindi ordine e pulizia sì ma senza diventare maniache.

Tutto questo preambolo per dire che, anche se siamo brave nell'organizzazione domestica, capita sempre che qualche "compito" venga trascurato, spesso perchè ce ne dimentichiamo e non vi poniamo la dovuta attenzione oppure perchè semplicemente non ci piacciono.
Tutti noi in fondo abbiamo lavori che prediligiamo e altri che evitiamo o proprio non consideriamo, è del tutto normale.

In questo articolo vi mostrerò perchè è importante non trascurare questi piccoli lavoretti ed anche quanto è facile porvi rimedio e fare tornare tutto lindo e pulito.

martedì 30 aprile 2019

Scuole Montessori, Steineriane o Pubbliche: la vera differenza la fanno gli insegnanti



Nel mio blog c'è una sezione dedicata alla "pedagogia steineriana" perchè da lì è iniziato il mio percorso nel mondo dell'educazione quando ero incinta del mio primo figlio. Tra una gravidanza e l'altra mi sono laureata in Scienze dell' Educazione e della Formazione e lì ho avuto modo di approfondire e studiare il metodo Montessori ed i sistemi educativi "tradizionali".

Proprio per questo mio interesse per la pedagogia, continuo ad essere contattata da mamme desiderose di scegliere la scuola "migliore" per i propri figli. Ecco quindi che con questo articolo ufficializzo il mio pensiero.

Premetto che i miei figli hanno frequentato le scuole pubbliche anche perchè nella zona in cui vivo mancano scuole Steineriane e Montessori. Quindi non avevo scelte alternative.
A casa ho seguito i principi dell'educazione steineriana che da sempre ho sentito in sintonia con il mio pensiero, e che conosco in maniera più approfondita.

Probabilmente sono stata fortunata, ma la mia esperienza nella scuole pubbliche è stata più che positiva con entrambi i figli, e posso affermare che sia alle elementari che alle medie ho incontrato insegnanti comprensivi, attenti e (seppure con differenze individuali) appassionati al loro lavoro.
Persone con le quali ho sempre potuto parlare apertamente e con cui il dialogo è stato sempre rispettoso e aperto.

Per questo sono assolutamente convinta che la vera differenza non la fa il "metodo" ma l'insegnante.
E non sono la sola a pensarla in questo modo.

martedì 23 aprile 2019

Aspirapolvere: 5 cose da non aspirare per evitare danni all'apparecchio


Ecco qualche utile consiglio per evitare danni al nostro aspirapolvere. Ci sono alcune cose che non dovremmo mai aspirare perchè potrebbero comprometterne seriamente il funzionamento e siccome sono strumenti per nulla economici è bene mantenerli in buone condizioni.

Impiego l'aspirapolvere per mantenere puliti tutti i miei pavimenti ma mi è capitato, nella fretta, di passarlo anche su cose che avrebbero potuto danneggiarlo seriamente. In fondo non sono strumenti indistruttibili!

Così da quando ho scoperto cosa devo evitare di fare con il mio aspirapolvere, sto molto più attenta e, come è mia abitudine, quando ritengo le informazioni particolarmente utili corro subito a condividerle con voi.


martedì 16 aprile 2019

Sentirsi degni d'amore semplicemente per quello che siamo


Il non sentirsi accettati per quello che siamo è la ferita principale che genera conflitti interpersonali e una quantità di guai nelle relazioni famigliari.
"Quando le persone non si sentono amate, cercano qualcuno a cui dare la colpa, qualcuno su cui riversare i loro cattivi sentimenti", sostiene John Welwood, psicologo e psicoterapeuta.

I nostri matrimoni, le nostre famiglie, le scuole ed i posti di lavoro sono diventati campi di battaglia dove le persone spendono una gran quantità della loro preziosa energia vitale per combattersi a vicenda.
Anche se all'apparenza possediamo molto amore nella nostra vita, tuttavia se guardiamo bene in noi stessi è possibile individuare un angolo scuro e nascosto dove non ci fidiamo interamente dell'amore.
Ed è proprio lì che attecchisce il nostro risentimento; un posto in cui ci contrapponiamo ostilmente ad un mondo che non ci sembra amico.

Ma allora l'amore perfetto non esiste?

Tutti abbiamo diritto all'amore perfetto. Il problema è che lo cerchiamo nei posti sbagliati: fuori di noi, nelle nostre relazioni imperfette con persone imperfette, ferite come noi. E' inevitabile che ne usciamo frustrati e delusi.
A me è capitato e continua a capitare, a voi?


giovedì 11 aprile 2019

Naturalmente bella, manuale di cosmesi fai da te: e-book

In questo secondo manuale di cosmesi fai da te, ho raccolto conoscenze ed esperienze che ho maturato negli ultimi anni; troverete non solo nuove e intriganti ricette (ben 67 😉) ma anche importanti approfondimenti che vi permetteranno di fare le scelte migliori per la vostra bellezza e la vostra salute.
Ho scelto un linguaggio semplice e ricette veloci, con ingredienti facili da reperire ma soprattutto con un occhio al portafoglio.

Realizzare i propri prodotti di bellezza permette di assecondare uno stile di vita più "lento", che in nome del recupero della bellezza delle cose semplici, abbandona, almeno per un attimo, i ritmi frenetici di tutti i giorni per andare alla ricerca del bello e del buono delle cose autentiche.


martedì 2 aprile 2019

Come conservare e rendere più nutrienti le verdure: il mondo della fermentazione


Oggi vi voglio parlare della mia nuova passione; le verdure fermentate. Un metodo che permette non solo di conservare le verdure ma di renderle ancora più nutrienti.

Si tratta di un mondo che mi era del tutto sconosciuto e che dallo scorso anno ho iniziato a studiare ed approfondire, per poi passare alla sperimentazione pratica.

Il processo di fermentazione è utilizzato per rendere il cibo più stabile per la conservazione, più digeribile e più nutriente. I cibi fermentati non pastorizzati, trasferiscono  batteri probiotici benefici direttamente nel nostro apparato digerente, dove possono contribuire a ripristinare e diversificare il nostro microbiota.
Di fatto i cibi fermentati possono migliorare la digestione e le funzioni immunitarie, contribuendo in modo importante alla salute complessiva.

La fermentazione non richiede attrezzature all'avanguardia, grandi competenze o condizioni di laboratorio. Non c'e'  bisogno di essere scienziati capaci di distinguere microrganismi  specifici e le loro trasformazioni enzimatiche, nè tecnici in grado di mantenere elevati livelli di sterilità ambientale e temperature precise. 
Si puo' fermentare nella propria cucina con le attrezzature che già ci sono.

Vi mostro subito le ricette che ho seguito per fermentare le mie verdure, conservarle a lungo e renderle ancora più nutrienti e benefiche.

martedì 26 marzo 2019

Saponetta fai da te rigenerante e anti infiammatoria

Protagonista dell'articolo di oggi è un ingrediente importantissimo per la nostra salute e la cura del nostro corpo.
Si tratta di un olio vegetale ricco di acidi grassi essenziali, minerali, vitamine e amminoacidi. Fondamentale nella nostra alimentazione ma anche per la nostra bellezza.
E' particolarmente indicato per la cura delle pelli problematiche affette da dermatite, psoriasi, herpes, eritemi, eczemi e micosi.
Ottimo anche per migliore l'aspetto della cute soggetta ad acne. 

Dopo avere introdotto questo olio nella mia alimentazione, ho voluto sperimentarlo per la preparazione di un sapone particolarmente delicato, dall'azione anti infiammatoria adatto a tutti coloro che hanno una pelle sensibile e problematica.

Ma ora basta con le chiacchiere ed andiamo a scoprire questo ingrediente "segreto".

martedì 19 marzo 2019

Crostata al lampone con granella di noci e cioccolato fondente


A casa mia le crostate sono sempre accolte con molto entusiasmo, per questo motivo le preparo spesso e per renderle sfiziose ed appetitose cerco di introdurre varianti ed elementi nuovi.
Quindi con impasti simili si possono realizzare infinite versioni che accontentano un po' tutti i palati, anche quelli più difficili.
Per la realizzazione dell'impasto della crostata ho utilizzato della farina di mais fine perchè dona una friabilità unica, il che mi permette di ridurre le dosi di burro nella ricetta. 
Nella versione di oggi ho farcito la crostata con una deliziosa marmellata ai lamponi che ho poi ricoperto con una parte dell'impasto sminuzzato, noci e cioccolato fondente (che si sposa alla perfezione con il lampone).
Il risultato è una crostata che si scioglie in bocca, dove il sapore leggermente aspro del lampone incontra le noci ed il cioccolato per dare vita ad un'esplosione di sapore unica.

martedì 12 marzo 2019

Ogni quanto si cambiano le lenzuola?


Ogni quanto vanno cambiate le lenzuola? Una volta a settimana, due volte, ogni 10 giorni?
Un articolo apparso su Repubblica riporta la testimonianza di Philip Tierno, un microbiologo dell’Università di New York. Egli afferma che i lenzuoli  devono essere cambiati e lavati una volta a settimana. Se ci dimentichiamo o trascuriamo di farlo,  c’è un’elevata probabilità di ammalarsi.
Paragona addirittura lo sporco presente nel letto a quello della cacca di cane facendo un esempio che io considero davvero fuori luogo.
Io sono convinta che alla base di questa fobia dei microbi e batteri che sta dilagando in maniera spropositata, ci sia un po' di superficialità e generalizzazione.
In questo articolo vi spiego come tenere pulito un letto e quali sono i sistemi naturali ed ecologici per farlo senza inutili sprechi e fatica.
La Magia è credere in se stessi: se riusciamo a farlo, allora possiamo far accadere qualsiasi cosa. (Goethe)