venerdì 31 gennaio 2014

INGRESSO A SCUOLA A 5 ANNI?



Oggi sono tanti i genitori che vorrebbero inserire i figli alla scuola elementare a 5 anni.
Anticipare i tempi, metterli subito a fare qualcosa di 'più utile' rispetto ai giochini  della scuola materna.

Avevo già parlato nel post GENITORI ESIGENTI, FIGLI STRESSATI delle pretese e aspettative dei genitori moderni e di come queste si ripercuotono sulla salute psico-fisica dei nostri figli. 


Mi è capitato di leggere un articolo  dello psicoterapeuta dell'età evolutiva, Federico Bianchi di Castelbianco, che condivido volentieri con voi, perchè lo reputo molto interessante.


Lo psicoterapeuta sostiene che:

" i bambini sono intelligenti, ma pretendere da loro anticipatamente  comportamenti e prestazioni non è pedagogicamente corretto".

L'ingresso alla scuola elementare a 6 anni, non è legato al grado di intelligenza raggiunto, ma al livello di maturità del bambino.
Questa la si vede solo dai comportamenti dei bambini ed è frutto delle esperienze che il bambino deve vivere nell'ambito della scuola materna.


Ma cosa rischiano i bambini che anticipano l'ingresso alla scuola elementare?


Il Dott. Bianchi evidenzia che:

"una percentuale estremamente più elevata di bambini anticipatari presenta difficoltà di apprendimento, disturbi d'attenzione e stati di disagio sintomatici."


Le patologie che coinvolgono i  bambini, come sottolinea lo psicoterapeuta, stanno aumentando a causa delle pressioni sociali.

I piccoli oggi sono sottoposti a pressioni sociali estremamente stressanti che  determinano in loro reazioni diverse, che vanno dalla fobia scolare ai disturbi di condotta, dalle difficoltà attentive sino alla depressione.

I tre anni di scuola materna sono pertanto necessari al fine di preparare i bambini  ad arrivare alla scuola in situazione ottimale in modo da evitare loro confusione stress e senso di inadeguatezza.

E voi cosa ne pensate?







12 commenti:

  1. Su tre, due dei miei cuccioli sono di gennaio...e per entrambi abbiamo deciso niente anticipi. Ho sentito troppi casi in cui gli anticipatari hanno riscontrato grosse difficoltà, negli anni...

    RispondiElimina
  2. Per me é giusto dare tempo al tempo

    RispondiElimina
  3. Ciao!
    Ti seguo da un pò di settimane, ma è il mio primo commento:
    contrarissima all' anticipo, non solo rispetto a quanto detto dal dott. Bianchi, certamente vero, e per quanto hai detto tu, assolutamente corretto ( vedi gli stadi evolutivi di Piaget ), ma soprattutto perchè non abbiamo nessun diritto di privare i nostri bambini di un bene così prezioso e irrecuperabile come un anno di infanzia.
    I ricordi dell'infanzia sono come un pozzo di ricordi cui si attinge sempre nei momenti più difficili della vita...
    è tutto fuorchè tempo perso!
    e l'infanzia, una volta entrati alla scuola elementare, non sarà più la stessa, bisogna iniziare a fare, fare, fare, dimostrare, doveri, scadenze...
    la spensieratezza non sarà mai più la stessa, per tutta la vita!
    davvero è pazzesco che di quei soli 3- 4 anni di infanzia beata se ne voglia togliere uno!
    tali genitori dovrebbero calmare le proprie ansie e finirla di proiettare sui figli le proprie aspirazioni mancate, del resto l'idea di fondo qual'è, che diventi Dottore un anno prima?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille per i tuoi interventi. Sono perfettamente daccordo con te.
      Lasciamo vivere ai nostri figli fino in fondo questo periodo bellissimo, l'infanzia! da quella dipende in gran parte la serenità con cui vivremo il nostro futuro!
      Ste

      Elimina
  4. Senza contare che oggi, con il tempo lungo, la scuola elementare è molto stressante, non fosse altro per le ore in cui si deve stare forzatamente seduti e attenti.
    Io, che ho fatto le elementari tra il 1985 e il 1990, andavo dalle 8.30 alle 12.30, ed andava bene così.
    Ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La mia bimba ancora frequenta il primo anno di asilo...lei è di Ottobre e quindi teoricamente andrebbe a scuola "giusta" ma ad esempio secondo l'ottica steineriana l'ingresso alle elementari dovrebbe essere non prima dei sette anni o, se diversamente, valutando attentamente la maturità del bambino.
      Io già sto pensando a quale scuola proporre a mia figlia...fosse per me le farei fare la scuola steineriana ma a livello logistico ed economico diventerebbe un impegno molto gravoso. Ci vorrebbe una scuola statale che non costringa i bambini seduti per tutto il tempo e che permettesse un orario ridotto...i bambini devono vivere la loro età, non scimmiottare le età successive...avranno tempo per le logiche e le corse frenetiche del mondo....lasciamoli essere bambini in pace!!!

      Elimina
    2. Mio figlio è andato a scuola regolare al compimento dei 6 anni (lui li compie a luglio). IN effetti (per testimonianza anche delle maestre) non era ancora maturo per la scuola. Faceva molta fatica a stare attento....il primo anno è stato difficile. L'anno successivo le difficoltà sono state superate ed ora che è in terza le cose vanno ancora meglio. Per lui la scuola steineriana sarebbe stata perfetta . ..purtroppo da noi non ce ne sono....Sono comunque fortunata perchè le maestre sono molto comprensive e attente ai bambini e non esagerano mai con i compiti, rispettano i loro tempi, badano alla qualità non alla quantità.
      Ste

      Elimina
  5. Io sono contraria, mio figlio avrà 6 anni a maggio quindi il problema non si pone ma quest'anno non sarebbe stato pronto assolutamente.
    Al di là del fatto economico più che comprensibile (visto il costo folle dei nidi) io sono contraria anche alla materna in anticipo: alla fine per andare a scuola a 6 devono ripetere l'anno e ricomiciare tutto daccapo con maestre e compagni nuovi, non mi piace...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille per essere passata ed avere lasciato il tuo commento.
      Ste

      Elimina
    2. Grazie a te e complimenti per il tuo blog, ci sono un sacco di suggerimenti utili:-)

      Elimina
  6. Ciao :)
    Io sono andata a scuola, in 1^ elementare, che non avevo ancora compiuto i 6 anni.. ne avevo circa 5 e mezzo.. Però non ne ho assolutamente risentito.. non mi sono trovata male e anche da grande non ho avuto problemi.. anzi a scuola ero una delle bambine più brave e veloci a leggere.. poi vabè a me avevano iniziato a insegnare a leggere e scrivere già dall'asilo però ecco..non ci vedo niente di male.. io non direi che si pretende troppo dai figli mandandoli a scuola prima..secondo me invece è utile.. è come si pone il genitore che secondo me fa poi la differenza.. un bacio :)

    RispondiElimina
  7. Grazie per il tuo commento, è bello ascoltare anche la voce di chi la pensa diversamente. Io penso che ogni bambino è un mondo a se; c'e' qualcuno che anche a 5 anni è maturo perchè il suo sviluppo è stato più rapido (ed i motivi possono essere i più diversi, dalla genetica al tipo di educazione) e chi come mio figlio non lo è neppure a 6 anni...Ste

    RispondiElimina

DIMMI COME LA PENSI.
Per commentare utilizza un account Google/Gmail, altrimenti la modalità "anonimo".

La Magia è credere in se stessi: se riusciamo a farlo, allora possiamo far accadere qualsiasi cosa. (Goethe)