martedì 13 ottobre 2015

MEDITARE OGGI: TECNICHE NUOVE PER UOMINI NUOVI



Come impostare oggi la meditazione?
Quali sono le leggi e le tecniche da rispettare per un cammino interiore adatto all'uomo moderno?

Nessuno può negare che la vita oggi in occidente sia notevolmente cambiata rispetto a 30 o 40 anni fa.
Lo stress, la corsa contro il tempo, i mille impegni quotidiani caratterizzano la vita di ognuno di noi.
Inoltre nell'uomo di oggi albergano possibilità e facoltà d'esperienza del tutto diverse rispetto al passato.

Per questo motivo, oggi forse ancora più di ieri, diviene fondamentale riservare del tempo per la meditazione, momenti in cui ci ritiriamo dal mondo per restare soli con noi stessi, per ascoltarci.

I benefici della meditazione a livello fisico e psichico sono oggi noti a tutti e molti di questi scientificamente dimostrati, pertanto non mi soffermerò su questo aspetto.

Osho sosteneva che:
la meditazione non è altro che un tornare a casa, un semplice riposarsi un po’ all’interno del proprio essere. (Osho)

Qualche mese fa leggendo un libro di Pietro Archiati, sono rimasta colpita dalle sue affermazioni:

"Propongo di vedere l'esercizio di meditazione in chiave artistica, proprio perchè è una prospettiva inconsueta. 
Ogni meditazione è un capolavoro artistico.
Oppure non è una meditazione.
A me sembra un fatto bellissimo: nel nostro mondo così rigido e regolamentato, dov'è che abbiamo libertà?
Nella scienza ci sono regole, regole, regole, nella religione tradizionale ci sono regole morali, regole morali, regole morali,...ogni pover'uomo si deve dare una regolata dall'inizio alla fine della sua vita! Almeno quando medita gli si dice: finiscila di regolarti!
Ma allora comincia la paura: perchè l'uomo moderno non è abituato alla libertà.

La meditazione è fatta di momenti di libertà interiore assoluta."

(Pietro Archiati, Cammini dell'Anima)

Ci sono due forme fondamentali di meditazione, sostiene Archiati:

1) una pone alla base un testo che anticamente era definito mantra. Bisognerebbe meditare su testi o frasi di un certo valore. Per i cristiani ad esempio il Padre Nostro,  meglio se in latino.

2) La seconda forma di meditazione ha come riferimento un'immagine.

E' importante nella meditazione la forza dei sentimenti e di questo dobbiamo tenere conto quanto scegliamo il testo o l'immagine. Devono agire sul nostro cuore, profondamente; solo così riusciremo a trasformare profondamente l'anima.

"La meditazione purifica l’anima, governa gli affetti, dirige le azioni, corregge gli eccessi. Forma i costumi, rende la vita onesta e bene ordinata, dà la scienza delle cose umane e divine."
(San Bernardo)

Ma quando è meglio meditare? 

Nel segno della libertà individuale, continua Archiati, si può rispondere: medita quando vuoi.
Però ci sono dei momenti oggettivamente privilegiati per il meditare: il risveglio e prima di addormentarsi.
Detto questo, ognuno è poi libero di meditare quando vuole.

Quanto deve durare la meditazione?

Quanto uno ce la fa. E' una cosa del tutto individuale. L'importante è avere chiaro che la meditazione, come esercizio specifico, deve essere un momento assolutamente distinto dal resto della giornata.


Per anni ho provato a meditare, ma dopo un po' di tempo finivo per mollare tutto. O non riuscivo a rispettare l'orario, o non potevo dedicare i minuti richiesti, oppure il tipo di tecnica non mi soddisfaceva.
Dopo avere letto le parole di Archiati, ho iniziato a praticare la meditazione con costanza e regolarità ogni giorno, perchè mi fa stare bene.
Quando riesco la pratico nei momenti privilegiati, altrimenti quando posso, e le dedico i momenti che sento necessari. Possono essere 5 minuti oppure 20, ma lo faccio ogni giorno.
Ho scelto il mio mantra, poche righe che mi arrivano fino al cuore e le ripeto, le ripeto, le ripeto .....

Questa libertà mi ha permesso di fare della meditazione una pratica quotidiana.

Voi cosa ne pensate? Meditate?








2 commenti:

  1. Sono sempre rimasta affascinata per questa pratica che spesso pratico sopratutto alla sera . Mi aiuta a staccare dal mondo esterno . Mi ha incuriosito il libro, lo leggero' . Ci sono anche i consigli?
    Buona giornata cry68

    RispondiElimina
  2. Ciao carissima , il libro dedica un capitolo alla meditazione. Però il tema che sviluppa e' molto interessante e ricco di spunti secondo me. Tratta comunque di un percorso di crescita spirituale ampio e completo di indirizzo antroposofico.

    RispondiElimina

DIMMI COME LA PENSI.
Per commentare utilizza un account Google/Gmail, altrimenti la modalità "anonimo".

La Magia è credere in se stessi: se riusciamo a farlo, allora possiamo far accadere qualsiasi cosa. (Goethe)