sabato 14 gennaio 2012

Fare il pane

Da circa un anno faccio il pane in casa tutte le settimane.
Mi piace, mi da soddisfazione e mi rende piena di orgoglio  fare ai miei figli un bel panino con il pane che ho preparato loro con tanto amore.
Per non parlare del delizioso profumino che inonda la mia casa quando cuoce al forno.... mi sembra di fare un salto nel passato, in altri tempi...
....e spero nel mio cuore, che i miei figli da grandi ricorderanno questi profumi così come io ricordo quelli di casa mia....



La ricetta che uso io e' questa (per fare circa 6 panini)

-450 g di farina
-7/8 g di sale fino
-1 cucchiaio abbondante di olio di oliva
-20 g di lievito di birra (io uso quello biologico che è naturale e non chimico come quello dei supermercati)
-300 ml abbondanti di acqua

Scaldo l'acqua (poco piu' che tiepida) e ci sciolgo il lievito di birra.
Preparo la farina, aggiungo il sale e l'olio ed infine il lievito disciolto nell'acqua.
Impasto e metto in luogo caldo, lontano da spifferi, coprendo il contenitore con un panno inumidito.
(d'estate lascio l'impasto al sole).
Quando ha lievitato  impasto ancora e accendo il forno a 80 gradi.
Divido l'impasto in 6 panini, ne bagno con una mano la superficie,  li cospargo di semi (girasole, zucca, sesamo...) e li infilo nel forno.
Ogni tanto controllo la lievitazione, senza aprire il forno,  piano piano alzo la temperatura, sino ad arrivare a 180 gradi.
Quando sono dorati li tolgo.
Durante la bella stazione evito questo passaggio e faccio lievitare i panini fuori dal forno.
Anche quando metto i panini nel forno gia' lievitati, la temperatura non la fisso subito a livelli alti ma  parto con 100/150 e alzo progressivamente.
In tale modo i panini restano soffici.

P.s. chiaramente l'impasto puo' essere arricchito, con olive, noci, pomodori secchi...a seconda dei gusti....questi ingredienti vanno pero' aggiunti dopo la lievitazione, prima di dividere l'impasto in panini.

16 commenti:

  1. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  2. Ieri ho sperimentato il mio primo pane. è ne sono proprio orgogliosa! Sono venute fuori 6 belle pagnotte dal profumino delizioso, fuori ben croccanti, mentre dentro soffici soffici. Certo che la cottura, facendo tutto molto ad occhi (dunque non sò se tutto corretto), è stata ben lunga. Per la ricetta semplice semplice, è come l'impasto della pizza con più acqua e meno olio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. come promesso ho controllato con l'orologio il tempo di lievitazione e cottura del pane in forno...un 'ora..in tutto...
      baci

      Elimina
  3. Lunga quanto? io non ho mai misurato...ma stasera devo cuocerlo e ti sapro' dire quanto prima!!!!

    RispondiElimina
  4. domani mi cimento anch'io nella preparazione, poi vi sapro dire....

    RispondiElimina
  5. In questi giorni mi sto dilettando in un p delle tue ricette e via via mi vengono delle cose da chiederti...
    prima di dividerlo in panini quanto lo fai lievitare più o meno (cioèla prima lievitazione)? E quando invece li metti in forno, quanto deve andare ai vari gradi per la lievitazione e poi per la cottura?
    Ho visto fsai lievitare tutto subito...so che alcun preparano prima un impastino cn lievito e parte di farina e dopo averlo fatto lievitare, aggiungono il resto ma non so dirt se venga meglo o no...
    Ciao e grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. chiedi pure mi fa molto piacere che tu stia sperimentando!
      la prima lievitazione di solito un paio di ore, ma varia in base alla temperatura e all'umidità. Per non sbagliare basta che verifichi se ha 'gonfiato'..se vedi che il suo volume è aumentato significa che è ok! Una volta nel forno invece controllo...mano a mano che il panino prende forma e si 'gonfia', aumento la temperatura sino ad arrivare ad un massimo di 180/200 °. Piano piano vedrai che inizia a dorare ...quando ha assunto un bel colorito lo tolgo dal forno.
      Io ho sperimentato vari sistemi per il pane..questo è quello che mi ha dato un risultato che mi soddisfa molto in un tempo ragionevole...Vedrai che piu' lo fai piu' ci 'farai l'occhio' ed il pane verrà sempre meglio!
      fammi sapere come va!
      a presto
      Ste

      Elimina
    2. Ste i tuoi panini sono stati un successo! Veramente, è la prima volta che riesco a fare panini che non spacchino i denti...morbidissimi!
      Forse una signora mi darà la pasta madre...dici che eventualmente posso usare quella e seguire la stessa procedura o devo modificare qualcosa? Ne dovrò mettere sempre 20 gr o di più?
      E poi mi è venuto in mente che mi avevano detto di mettere nel forno un recipiente con dell'acqua durante la cottura per creare umidità ed evitare che il pane si secchi...tu lo fai? non so magari funziona ma a me col tuo metodo sono venuti comunque soffici soffici.
      Grazie!

      Elimina
    3. ohhhhhhh come sono contenta!!!!!!!
      Io la pasta madre non l'ho mai utilizzata....pero' se la signora te la da io la prenderei...secondo me ne va piu' di 20 grammi.ma ti conviene sentire direttamente con la persona che la prepara, ..per il resto io manterrei la stessa procedura in modo particolare per la cottura.
      Del recipiente dell'acqua in forno sapevo anche io ma non ho mai provato perchè mi vengono comunque soffici...
      ciaoooooo!

      Elimina
    4. Ste, volevo chiederti una cosa sulla focaccia ripiena ma non sapevo dove postarla...tu dici di eseguire la stessa procedura del pane e poi, dopo la lievitazione, farcire. Volevo chiederti questo..per lievitazione della focaccia intendi sia la prima fuori dal forno che la seconda nel forno (con temperatura che si alza gradualmente) come per il pane o in questo caso si fa lievitare solo fuori dal forno e poi si passa direttamente alla cottura a 200°?
      Grazie ancora!

      Elimina
    5. Fai la prima lievitazione fuori dal forno. Poi stendi l'impasto alto circa un cm e su una metà lo farcisci come vuoi. Poi richiudi con l'altra metà, bucherelli la superficie, spennelli con un po' di olio e infili in forno a 180-200°.
      A casa mia i bambini l'adorano...
      un bacio

      Elimina
  6. Perfetto, proverò sicuramente!
    Grazie!!!!!!

    RispondiElimina
  7. Ciao Ste, ho una curiosità sull'impasto... in quasi tutte le ricette dicono di aggiungere un cucchiaino di zucchero, a cosa serve e in quali casi puoi farne a meno? Grazie!

    RispondiElimina
  8. serve per aiutare la lievitazione.
    Di solito si aggiunge all'acqua nella quale fai sciogliere il lievito.
    Lasci agire 5-10 minuti.
    Io quando mi ricordo lo faccio..ma sinceramente non ho notato nessuna differenza...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho provato ed effettivamente aiuta il pane integrale a lievitare meglio... Presto gli esperimenti sul mio blog :)
      Grazie mille!

      Elimina
    2. grazie a te per avere condiviso!

      Elimina

DIMMI COME LA PENSI.
Per commentare utilizza un account Google/Gmail, altrimenti la modalità "anonimo".

La Magia è credere in se stessi: se riusciamo a farlo, allora possiamo far accadere qualsiasi cosa. (Goethe)