lunedì 7 agosto 2017

Pulire la casa d'estate: come risparmiare tempo e fatica


Come cambiano le pulizie d’estate in casa? Ne parlo in questo articolo in cui vi spiego l’importanza di adattare le abitudini di pulizia alle esigenze che la stagione estiva porta con sé.
Quando il caldo ci rende stanchi, spossati, svogliati e nervosi una casa sporca e disordinata aumenta il disagio, al contempo l’idea di dedicare tempo e fatica alle pulizie ci rende ancora più frustrati.
Ecco come conciliare le cose; pochi e semplici accorgimenti che faranno la differenza.


Se avete seguito i miei consigli su come abolire le pulizie di primavera in modo da affrontare i lavori domestici passo per passo, in piccoli ma ben organizzati step, di certo sarete arrivati all’inizio dell’estate con la casa pulita anche là dove lo sporco c’e’ ma non si vede, risparmiando non solo molto tempo ma anche evitando inutili sprechi di energie. Questo è già un  buon punto di partenza.

Quando arriva l’estate, la maggior presenza dei bambini in casa, le attività all’aria aperta, le vacanze, il caldo e la spossatezza ci portano inevitabilmente a trascurare la casa. Non dobbiamo sentirci in colpa per questo, perchè esistono  strategie che possiamo adottare per evitare che la casa finisca in preda al disordine  ed allo sporco.
Ecco quindi qualche consiglio che vi permetterà di godervi al massimo la stagione estiva senza stressarvi troppo per le pulizie domestiche.


RIDURRE ALL’ESSENZIALE LE PULIZIE DOMESTICHE



E’ molto importante per il nostro benessere psico-fisico adattare le abitudini alle esigenze esterne ed ai nostri bisogni interni; è fondamentale per goderci fino in fondo la vita e mantenerci in salute. Riduciamo quindi al minimo le attività, misurando attentamente le energie che abbiamo a disposizione e focalizzando la nostra attenzione solo su ciò che è davvero importante.

Io non trascuro mai il bagno e la cucina, che continuo a pulire in maniera regolare ogni giorno (se lo fate con regolarità vi basteranno davvero pochi minuti); sanitari, pavimenti e piani di appoggio in cucina.
Dedico particolare attenzione al frigorifero; la maggior quantità di frutta e verdura deperibili rende indispensabile un controllo sistematico e regolare delle scorte ed una pulizia accurata, che svolgo prima di riporre la spesa. Sono 10  minuti non di più (se lo fate regolarmente), ma ne vale decisamente la pena. Si evitano anche inutili sprechi di cibo.

Sono meno severa con la polvere, anzi spesso invito i miei figli a collaborare ed assegno loro il compito di spolverare camere e zona giorno. Non sono precisi  e accurati come me, ma evito in questo modo accumuli eccessivi,  e sinceramente un po’ di leggerezza in questo periodo fa bene al mio corpo e alla mia anima.

Evito anche tutte le pulizie troppo pesanti, in particolare nei giorni più caldi, come ad esempio i vetri le zone difficili da raggiungere ed i ripiani alti. Sono tutti lavoretti che possiamo poi recuperare con calma a fine estate, quando l’aria più fresca ci renderà più energiche e desiderose di fare.
Uscire dalle regole è fondamentale affinché possiamo goderci a fondo la vita  e due mesi di pulizie più superficiali non getteranno nel caos una casa di cui vi prendete cura con regolarità durante tutto l’anno.


APPROFITTARE DELLE ORE PIU’ FRESCHE DELLLA GIORNATA



Durante il periodo estivo affrontare le pulizie seguendo l’approccio dei piccoli passi, che ha come obiettivo quello di svolgere  i lavori domestici in piccoli step da 15-20 minuti (ne parlo in dettaglio nel mio libro Pulire Facile), diventa fondamentale.
Basta ore e ore dedicate alle pulizie, che ci lasciano spossate, grondanti di sudore e stanche.

Dobbiamo iniziare a pensare alle pulizie come un modo per prenderci cura della nostra casa in modo da creare un ambiente sereno e comodo da vivere, e non come ad una condanna da scontare.

D’estate diventa fondamentale scegliere con cura il momento in cui svolgere i nostri step di pulizia. Cerchiamo di preferire le ore più fresche della giornata come il mattino presto o la sera dopo cena, quando il sole è tramontato. 
Saprete di certo che ognuno di noi ha il proprio bioritmo o ritmo interno; c’è chi tende a svegliarsi prima al mattino, magari già carico di energia (questo è il mio caso), chi invece preferisce attardarsi nel letto ma poi al calar del sole, di sera, è più energico e con più voglia di fare.

Tenendo conto del  vostro ritmo interno dovrete decidere in che momento spostare i vostri step di pulizia. Io d’estate mi sveglio presto; alle 6.30 spesso sono in piedi e prima di uscire per il lavoro ho un’ora che posso dedicare alla casa, facilitata anche dal fatto che tutti dormono. Niente di rumorso; riordino, preparo e divido il bucato da lavare, pulisco i terrazzi, passo i sanitari del bagno, rifaccio i letti. Mi organizzo a seconda delle esigenze del momento. Spesso mi anticipo preparando qualcosa per cena in modo da essere più libera nel pomeriggio durante le ore più calde della giornata, che preferisco trascorrere dedicandomi ai miei figli o agli hobby.


ELIMINARE IL SUPERFLUO 



L’estate quindi è la stagione in cui più di ogni altra pensiamo a risparmiare le nostre energie messe a dura prova dal caldo ed a goderci la vita all’aria aperta. Per rendere questo possibile e facilitarvi la vita, vi invito ad eliminare e riporre tutto ciò che puo’ intralciare il percorso di pulizia e riordino. Ecco come:

1) Eliminate i tappeti: puliteli a fondo, arrotolateli su loro stessi e metteteli in garage, in ripostiglio, dove credete. Attirano soltanto la polvere e caldo e rendono più difficoltosa la pulizia del pavimento. Li recupererete in autunno.

2) Via tutti i sopramobili ed oggetti la cui pulizia richiede tempo e fatica. In questo modo lo spolvero, anche se affidato ai bambini, sarà più veloce ed efficiente.

3) Evitate di fare scorte superflue di cibo; meglio un viaggetto in più al supermercato che stipare cibo negli scaffali creando disordine e rischiando con il caldo che il cibo deperisca. In questo modo sarà più facile tenere in ordine i ripiani della cucina e niente sprechi inutili.

COSA DOVETE ASSOLUTAMENTE FARE D’ESTATE



L’estate però è una stagione ideale per svolgere alcuni lavoretti che grazie al caldo possono essere fatti  alla perfezione. In particolare non dovete dimenticare di:

1) Lavare i cuscini del letto: i cuscini andrebbero lavati almeno ogni 6/12 mesi. Io d’estate lo faccio sempre, li infilo in lavatrice (controllate sempre le modalità di lavaggio indicate sull’etichetta) e li metto ad asciugare sullo stendino. Le elevate temperature estive ne permettono un’asciugatura  ad ok.

2) Lavare piumoni e coperte  che potrete poi riporre in attesa della stagione invernale.

3) Lavare i peluche che attirano una notevole quantità di sporco. Io li metto in lavatrice con poco detersivo a temperature non troppo elevate e li faccio asciugare al sole.

4) Mettere i materassi al sole perché  i raggi solari sono in grado di disinfettare i tessuti da germi e batteri.


E voi come affrontate le pulizie di casa durante l’estate?

Nessun commento:

Posta un commento

DIMMI COME LA PENSI.
Per commentare utilizza un account Google/Gmail, altrimenti la modalità "anonimo".

La Magia è credere in se stessi: se riusciamo a farlo, allora possiamo far accadere qualsiasi cosa. (Goethe)