mercoledì 6 novembre 2013

POLVERE BATTERICIDA ALL'ARGILLA


L'argilla è un eccellente detergente per la  pulizia e l'igiene della casa: emulsiona
acqua, grassi e sporcizia, inattiva veleni e tossine, rimuove il calcare dalle
superfici e da rubinetti, ed ha una forte azione batteriostatica.

Si può utilizzare per eliminare i cattivi odori, muffe e batteri dal frigorifero, per detergere i lavelli e piani cottura della cucina, per togliere le macchie di unto dai vestiti, ed anche per tenere alla larga le formiche.

Per le pulizie domestiche si utilizza l'argilla verde, la più comune in commercio, dotata di un  buon potere assorbente e depurante.
Possono essere a grana fine o grossa. La scelta dipende dall'uso che intendete farne.
Per pulire superfici molto sporche vi servirà quella più grossa, che vi aiuterà a grattare via lo sporco, in tutti gli altri casi va bene quella fine.

A me piace utilizzare questa polvere battericida soprattutto in cucina, sul piano di lavoro, che deve essere igienizzato, ma non contaminato da sostanze chimiche.
La ritengo ottima anche per la pulizia del bagno.

Come si prepara



Mescolate 6 cucchiai di argilla verde fine con 3 cucchiai di bicarbonato.
Aggiungete 40 gocce di olio essenziale di timo, o lavanda o rosmarino.

Riponete in un vasetto, mescolate e chiudete.
Prelevate la polvere con una spugnetta, passatela sulla zona da pulire.
Ripassate con una spugna pulita per togliere i residui.


Fatemi sapere come vi trovate!


14 commenti:

  1. Questa la provo prossimamente...l'argilla ce l'ho e pure il bicarbonato...
    Grazie!!

    RispondiElimina
  2. Interessante!!grazie la proverò...

    RispondiElimina
  3. cavolo..e io che la uso solo per la maschera al viso....ottimo ...ho tutto. .ma come fai a sapere tutte queste cose ..geniale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti dirò che sono molto interessata a questi argomenti e quindi leggo leggo leggo leggo leggo....poi sperimento e condivido!
      Ed è sempre un grandissimo piacere quando leggo i commenti che mi lasciate!

      Elimina
  4. Non lo sapevo, mi sembra fantastica questa ricetta. Grazie mille.

    RispondiElimina
  5. Ciao Ste, scusami se intervengo, non è che voglio fare la maestrina... ma "battericida" e "batteriostatica" sono due cose molto diverse perché la prima significa "che uccide i batteri" mentre la seconda "che li inibisce temporaneamente senza ucciderli". L'argilla quale ha delle due proprietà? ;) Dani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ti preoccupare, la tua domanda è molto intelligente. Spero di risponderti in maniera esaustiva.
      Una delle proprietà più note dell'argilla è la capacità di fissazione.
      Questo fenomeno chimico si misura come 'capacità di scambio ionico' ed è estremamente diffuso perchè puo' avvenire in condizioni e con modalità molto differenti. Pensa che l'industria petrolchimica sfrutta questa sua caratteristica per eliminare le impurità, visto che è altamente selettiva.
      Questa preziosa proprietà, con l'uso, è stata dimostrata anche nei confronti di virus e batteri, che vengono intrappolati impedendone la moltiplicazione. Una volta rimossa l'argilla, eliminerai anche i batteri che lei ha catturato.
      LO stesso principio vale per l'uso interno.
      Spero di essermi spiegata...
      Ma se così non fosse, non esitare a chiedermi ulteriori spiegazioni, non temere di infastidirmi, mi raccomando.
      Ste

      Elimina
    2. Ok ho capito! Allora possiamo dire più precisamente che è un buon disinfettante, cioè una sostanza che allontana gli agenti patogeni per ridurre al minimo il rischio di un'infezione! Grazie mille per la tua disponibilità e precisione! Dani

      Elimina
  6. Ciao ,
    grazie per queste informazioni ,sono utilissime soprattutto per chi come me non tollera i vari prodotti di pulizia che vengono super -pubblicizzati ...

    RispondiElimina

DIMMI COME LA PENSI.
Per commentare utilizza un account Google/Gmail, altrimenti la modalità "anonimo".

La Magia è credere in se stessi: se riusciamo a farlo, allora possiamo far accadere qualsiasi cosa. (Goethe)