sabato 30 aprile 2016

Organizzare il guardaroba primavera/estate: scarica la lista in PDF


Spesso quando facciamo shopping agiamo per istinto, senza un obiettivo preciso e definito. 
Succede così che riempiamo i nostri armadi di vestiti, che spesso finiscono dimenticati, perché non ce li sentiamo bene addosso o non riusciamo ad abbinarli correttamente ai capi che possediamo.




Li acquistiamo perché fanno tendenza, vanno di moda, perché sono in sconto; le ragioni possono essere infinite.
Ad un certo punto succede che guardiamo l'armadio, lo vediamo straripare di abiti, eppure la sensazione è quella di non avere nulla da indossare che ci soddisfi pienamente.
Frustrazione, insoddisfazione e senso di colpa iniziano a fare capolino dentro di noi...
Questo è quello che capita a me ad ogni cambio di stagione.

Organizzare l'armadio è stato fondamentale, per capire che il mio sogno di un "armadio minimalista" poteva essere realizzato, senza dover rinunciare a tutti vezzi femminili ed al desiderio di essere vestita in modo adeguato alle diverse esigenza della mia vita quotidiana: lavoro, casa, sport e tempo libero.

Seppur con un guardaroba ridotto all'osso, è possibile, abbinando correttamente i capi ottenere un numero stupefacente di outfit diversi, adatti ad ogni occasione; anzi è più facile!

Ad esempio, da 2 pantaloni e 2 gonne, abbinati a 7 camicie/magliette, è possibile ottenere quasi 30 combinazioni diverse! 

IL PRIMO PASSO

Per me è stato fondamentale compilare una lista, fare un inventario dei capi presenti nel mio armadio.

Per fare questo agevolmente è necessario mettere da parte gli abiti invernali. Approfittate del momento per sbarazzarvi di quelli che non avete mai indossato negli ultimi mesi.

Se al momento non avete tempo di ragionarci su, chiudeteli in una scatola e rimandate la scelta a quando sarete più tranquille e ben disposte.

Io ho letteralmente svuotato l'armadio, e diviso i miei capi primaverili ed estivi in categorie: gonne, pantoloni, shorts, magliette etc ( ne ho anche approfittato per pulire a fondo l'armadio).


In questo modo è stato molto rapido e semplice completare la mia lista. Questa mi ha dato modo di farmi un'idea realistica della situazione del mio armadio: troppi pantaloni rispetto al numero di magliette e camicette ad esempio.

Mi sono resa conto dei capi in eccesso che non indossavo, di quelli che non riuscivo ad abbinare correttamente e di ciò che  mi sarebbe servito per completare il guardaroba.

Qui sotto puoi scaricare gratuitamente una copia della lista in formato PDF :
Grazie alla lista potrai:

  1. valutare lo stato del tuo armadio
  2. ragionare su quali sono i capi che effettivamente ti sono necessari
  3. evitare acquisti sbagliati

IL SECONDO PASSO

Dopo avere eliminato i capi che non indosso più e quelli troppo rovinati o fuori moda, beh il mio guardaroba si è alleggerito di parecchio. 
Ho appeso abiti, pantaloni, gonne, camicette nell'armadio fresco di pulito. Mi piace tenere gli abiti appesi perché sono più facilmente visibili a colpo d'occhio e non fanno pieghe.

Le magliette le ho riordinate nel cassetto, in base al sistema che prediligo e che ho spiegato QUI.

IL TERZO PASSO

A questo punto non resta che liberarsi dei capi che non utilizziamo più.
Quelli in pessime condizioni, li utilizzo di solito come stracci per la polvere, o per pulire i terrazzi.
Quelli in buono stato li scambio con le amiche oppure li do in beneficenza.


E voi? siete pronte per riorganizzare il vostro guardaroba? correte a scaricare la vostra copia gratuita della lista, e raccontatemi come è andata!













Nessun commento:

Posta un commento

DIMMI COME LA PENSI.
Per commentare utilizza un account Google/Gmail, altrimenti la modalità "anonimo".

La Magia è credere in se stessi: se riusciamo a farlo, allora possiamo far accadere qualsiasi cosa. (Goethe)