venerdì 15 giugno 2012

Le neomamme ed i kg di troppo

                                   
Lo spunto per scrivere questo post mi è venuto da un conversazione avuta con una carissima Amica.
Si rifletteva sull’eccessiva importanza che la cultura moderna dà all’aspetto fisico, all’estetica e di quanto questo possa incidere sull’equilibrio instabile di una mamma che ha appena partorito.
Già la gravidanza di per sé porta enormi cambiamenti al corpo, che per lo più sono accettati dalla donna che li giustifica, almeno in parte, in virtù del fatto che una vita cresce dentro di lei.
Ma dopo il parto le cose cambiano. Passano i mesi, e nella maggior parte dei casi, la linea stenta a tornare, la pancia è molle e non è possibile contenerla nei vecchi abiti, le forme sono ancora arrotondate, il seno, se  si allatta è prosperoso.
La vita della donna è profondamente cambiata, ruota attorno alla piccola creatura, il tempo per sé stessa è praticamente inesistente, il sonno si riduce, e la stanchezza aumenta.
Non è facile adattarsi a tutti questi cambiamenti, e sicuramente vedersi e sentirsi fuori forma non aiuta. Si sono persi tanti riferimenti, ci si sente insicure di fronte al nuovo ruolo di mamma, e allo stesso tempo non si
riesce a recuperare la  propria dimensione come donna.
Certo non aiutano i commenti di tutti coloro che alla vista della neo mamma esprimono commenti malevoli sulla  pancetta, che ancora si intravede, sul sedere un po’ ingrossato…sui chili di troppo che ancora stentano ad andarsene.
In tv e sulle riviste patinate, appaiono fresche ed in perfetta forma donnine dello spettacolo che hanno appena partorito e con una linea da urlo!
Talvolta si incontrano persone o si ascoltano testimonianze di chi, allattando continua a dimagrire, addirittura alcune donne rischiano di andare sottopeso!
Tutto questo fa sentire tutte le altre mamme, alle prese con i rotolini di grasso di troppo, ancora peggio.
 Allora si prova a limitare l’assunzione di cibo,  si cerca di trovare il tempo per  fare un po’ di attività fisica, nell’intento di recuperare la tanto desiderata forma fisica.
Ecco che si tornano a provare i vecchi pantaloni e che delusione vedere che non ci si sta proprio dentro….
questo aumenta la rabbia e la frustrazione.
Io sono stata dopo la prima gravidanza una di queste donne.

Che fare?
.
Queste le mie conclusioni sulla base della mia esperienza:

‘’ La parola chiave è: pazienza. Date tempo al tempo.
 Lo squilibrio ormonale causato dalla gravidanza e dall’allattamento  in alcune donne (io tra queste) non solo rende impossibile la perdita di peso,  ma anzi favorisce l’acquisizione di ulteriori kg di troppo...Inutile lottare poi contro la fame. Troppo forte il bisogno di mangiare.
E' il fisico stesso che ce lo chiede, per sopportare l’immensa fatica dell’allattamento.
Inoltre non tutte le donne sono uguali ogni fisico reagisce a modo suo.
Inutile fare confronti o paragoni, ognuna è unica.
Io ad un certo punto ho mollato, mi sono limitata a mangiare in maniera corretta, un po’ di tutto senza esagerare con i dolci, o i cibi troppo elaborati.
Niente pasti a base di ‘solo frutta’ o ‘solo verdura’, ma monopiatto arricchito di tante verdure.
Cercavo di muovermi quando potevo, con lo scopo di riattivare la circolazione, prendere aria, e staccare un po’ dalla routine quotidiana.
Dopo 1 anno e mezzo dalla prima gravidanza piu’ o meno il mio corpo era tornato snello.
Attenzione!!!!!!  Questo non vuole dire ‘ come prima’. 
La pancia non era la stessa, i fianchi neppure,ma in fondo neppure io  ero piu’  la stessa donna di prima,  perché avrebbe dovuto esserlo il mio corpo?
Accettare questo cambiamento è stato per me molto importante.
Ho affrontato con serenità la seconda gravidanza e gli ulteriori cambiamenti che sono intervenuti nel mio fisico.
Ho eliminato dal guardaroba i vecchi abiti pre- gravidanze e mi sono comprata vestiti nuovi, carini e adatti alle mie nuove forme.
Per cui non mi resta che consigliare di godervi il più possibile la vita pensando  alla vostra salute fisica e psicologica, curando l’alimentazione senza porvi troppi limiti, e dedicandovi, nei ritagli di tempo a cio’ che amate e vi riscalda l’anima.
Infine non dimenticate il riposo!.
Prendersi cura di una creatura così piccola richiede tante energie, per cui non chiedete troppo al vostro fisico.
Cercate di dormire e di rilassarvi quando potete.
Se necessario chiedete aiuto, a qualche amica, ai nonni, a chiunque si renda disponibile affinchè possiate dedicare del tempo a voi stesse per ritemprarvi.
Il resto verrà da sé basta sapere accoglierlo!
Ma se ciò non dovesse accadere….ed i kg da smaltire restano davvero troppi vi consiglio, una volta terminato l’allattamento, di rivolgervi ad un serio professionista che saprà consigliarvi un sano regime alimentare e sostenervi in caso di difficoltà.''



5 commenti:

  1. hai perfettamente ragione. Quanta sofferenza dopo il parto mi sentivo un mostro..(ho preso parecchi chili in gravidanza)non mi riconoscevo piu' come donna...
    Lo scorso anno quando mio figlio ha compiuto due anni mi sono fatta seguire da un dietologo,ho iniziato a ritagliarmi degli spazi per me per fare attivita' fisica (vado in piscina) e piano piano il mio corpo è tornato a piacermi! a parte questo sto molto meglio anche mentalmente!
    Samy

    RispondiElimina
  2. certo quando i bambini crescono è piu' facile ritagliarsi degli spazi...ed è giusto e salutare, per se stesse ma anche per chi ci sta attorno, trovare del tempo per prenderci cura di noi.
    E sarà un ottimo esempio anche per i nostri figli: impareranno ad amare e rispettare loro stessi.
    E l'amore di sè (molto diverso dall'egoismo...), è il presupposto necessario per poter amare l'altro.

    RispondiElimina
  3. Io mi piaccio più di prima! Dopo due gravidanze in due anni (e sto ancora allattando)la maternità ha cambiato in meglio il mio corpo, e probabilmente anche il modo in cui mi vedo. Peso di più ma mi vedo più femminile. Anch'io ho rinunciato, prendo pochissimi kg in gravidanza ma dopo un mese di allattamento divento una palla... che si sgonfia appena smetto di produrre latte. Bisogna imparare a rispettare i ritmi del nostro corpo, la natura ha sempre ragione. Bisogna essere donne felici e realizzate e spesso penso che sta storia del femminismo ci abbia rovinate... vorremmo essere ciò che non siamo e non ci appartiene per rinunciare ad essere a mio avviso uniche e preziose per l'umanità... evviva la pancia floscia!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giusto non potevi dirlo meglio! la penso come te sulla questione del femminismo!
      Cerchiamo di non cadere in questa trappola!

      Elimina
  4. eh già questo ultimo commento mi è piaciuto tanto perché tante volte sarebbe meglio affidarsi di più alla natura che fa quello che è giusto per noi anche se subito non siamo pronte ad accettarlo,ma lo capiamo solo dopo.io ancora faccio fatica ad accettare quei pochi chili in più,sto ancora allattando,perché prima mi sentivo più agile e leggera,ma sicuramente ora sono più femminile.e mio marito me lo dimostra da ogni suo sguardo.forza donne che siamo sempre belle,e poi ne vale la pena,considerando il motivo!!!!

    RispondiElimina

DIMMI COME LA PENSI.
Per commentare utilizza un account Google/Gmail, altrimenti la modalità "anonimo".

La Magia è credere in se stessi: se riusciamo a farlo, allora possiamo far accadere qualsiasi cosa. (Goethe)