martedì 3 dicembre 2013

IL NOSTRO NATALE



Quella appena trascorsa è stata la prima domenica dell'Avvento.
Come vi avevo già raccontato lo scorso anno QUI , la nostra preparazione al Natale ha come riferimento la pedagogia steineriana.
Abbiamo quindi, vestito la nostra tavola con la classica tovaglia blu, sulla quale abbiamo appoggiato la nostra corona dell'Avvento.
Anche il presepe, simbolo cristiano per eccellenza, ha iniziato  a prendere forma abbiamo steso il telo verde e appoggiato come ogni anno pietre e piccole rocce: il regno minerale è così rappresentato.
Di domenica in domenica si aggiungeranno gli altri regni.

Ogni sera accendiamo la candela e prima di andare a letto leggo ai bambini una storiella a tema.
La prima domenica di avvento è arrivato il nostro Angelo Blu...con la sua storia.



"Come si fa a sapere che il Natale è in arrivo? Non lo si puo' vedere con gli occhi, perchè i giorni e le notti sono come sempre, e gli uomini vivono e si occupano delle loro faccende come al solito.
Non si può sentirlo con le orecchie poichè i rumori che risuonano sono sempre gli  stessi: le auto, gli aeroplani che passano, i bimbi che gridano.
Eppure, quattro settimane prima di Natale, succede qualcosa di molto importante, un grande Angelo scende dal cielo, per invitare gli abitanti della terra a preparare il Natale. E' vestito di un grande manto blu, tessuto di silenzio e di pace. La maggior parte della gente non lo nota, occupata com'è in altre cose. Ma l'Angelo canta con voce profonda, e solo coloro che hanno un cuore attento possono sentirlo. 
Egli canta:
"Il cielo viene sulla terra, Dio viene ad abitare nel cuore degli uomini. Prestategli attenzione!Apritegli la porta!
Proprio oggi quest'Angelo passa e parla a tutti gli uomini. E coloro che lo odono iniziano a preparare il Natale, cantando e accendendo le candele....."

( Tratto da: Avvento e Natale, raccolta di storie, leggende, saggi, scritti e tradizioni per meglio vivere le festività)





Nessun commento:

Posta un commento

DIMMI COME LA PENSI.
Per commentare utilizza un account Google/Gmail, altrimenti la modalità "anonimo".

La Magia è credere in se stessi: se riusciamo a farlo, allora possiamo far accadere qualsiasi cosa. (Goethe)