mercoledì 22 gennaio 2014

LA STORIA DI MAGHELLA




Diventare mamma è stato l'inizio di un lungo percorso, (che continua tutt'ora) verso
la conoscenza di me stessa più reale e vera.

Ho iniziato a chiedermi cosa volessi veramente dalla vita, cosa mi faceva stare bene,
anche se questo andava contro il pensare comune o l'immagine di me stessa che mi ero
costruita.
Eh sì perchè questa immagine frutto si delle esperienza passate, ma anche dell'educazione
che abbiamo ricevuto, del modello culturale che ci hanno trasmesso, è spesso una
prigione in cui vive rinchiusa la nostra vera 'personalità' , o 'essere' come lo vogliamo
chiamare non importa.

Di certo sapevo, perchè lo avevo provato, che vivere dedicando tutte le mie energie
a mio figlio, non mi avrebbe reso felice, anzi....
Ero per questo una cattiva mamma?
Perchè permettere agli altri, al pensare comune, di influenzare la mia vita, solo per
essere catalogata come una 'brava mamma'?
NO. Il prezzo era troppo alto.

Quante volte nella vita, ci ritroviamo a fare delle cose, a compiere delle scelte solo
per ottenere il 'riconoscimento' degli altri? Per sentirci dire quanto siamo brave?

In ufficio, la mentalità con cui dovevo rapportami ogni giorno (e devo tutt'ora)
è quella che stabilisce il 'valore' (eh perchè  tutto è espresso in termini di
quantità, numerici) di una persona sulla base del 'livello retributivo' cui appartiene,
dello stipendio che percepisce, delle persone che gestisce.
Da qui le invidie, i pettegolezzi, le critiche, le competizioni.
Si parla sempre a partire da sè stessi. Ci si mette sempre al centro e da lì si
guarda per giudicare.

Poverello vero?
A me pare proprio di sì.
Non è più 'bello'  pensare in termini di 'diversità' delle persone, di 'unicità'?
Ognuno con i suoi pregi, con i suoi difetti, difficoltà e ostacoli da superare?

Preferisco godermi la vita giorno per giorno, invece di aspettare un futuro migliore
che non arriverà mai.
Perchè quel futuro è il frutto di ciò che costruiamo ogni giorno, godendoci la vita
sino in fondo, aprendoci all'altro, che non è un nostro 'avversario' ma è sempre un
compagno di avventura.

Imparare dalla vita, dagli altri, dai libri.

Due anni fa, come ho raccontato QUI è finita la mia avventura con l'Università.
Quello per me è stato un grosso 'cambiamento', che ho ottenuto grazie al forte
desiderio, alla passione che mi animava e che mi ha permesso di conciliare
gli impegni familiari e lavorativi con lo studio.

Questo impegno ha rapito molte delle mie energie ed al tempo stesso ha riempito
di gioia gli anni che gli ho dedicato.
Ma poi che fare?
Sotto il profilo lavorativo questa laurea mi ha dato la possibilità di cambiare
settore lavorativo.
Sono passata dall'amministrazione alla formazione , pur restando nella
stessa azienda.
Di certo un'occasione per imparare cose nuove, stabilire nuove relazioni,
vedere altri mondi.
Tutto ciò ovviamente ha il suo rovescio della medaglia.
Ovvero il senso di incertezza, di insicurezza che genera l'avventurarsi per
strade nuove.

Ancora una volta è un ricominciare da capo.

Ad un certo punto ho sentito la necessità di avere un 'luogo' tutto mio, da gestire
in piena ed assoluta libertà, in cui 'parlare' di ciò che amo, di quello che mi sta
a cuore, con persone che condividano questi interessi.

E' così che è nato il blog di Maghelladicasa.


E voi? 

Se avete voglia di condividere le storie dei vostri 'cambiamenti' scrivetemi :

maghelladicasa@hotmail.it

12 commenti:


  1. Dovrei provare ad essere come te! Brava.
    Un bacio Michi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carissima, grazie per essere passata!
      Ste

      Elimina
  2. ciao Ste, mi piace la tua storia, brava.
    Noi stiamo pensando di trasferirci all'estero ... se ci riusciamo ti farò sapere.
    per quel che riguarda la tua stodia, riprendere gli studi ed arrivare ad una laurea è stato faticoso ed una strada sicuramente in salita ma tu ci sei riuscita ad arrivare in cima. BRAVA. non sono in molti che hanno la voglia ed il coraggio di rimetetrsi in gioco. Hai tutto il mio rispetto.
    un abbraccio
    vania

    RispondiElimina
    Risposte
    1. povera me quanti errori di battitura ...

      Elimina
    2. Grazie per le belle parole, sei stata gentilissima.
      Ed ora sono curiosissima riguardo il tuo possibile trasferimento all'estero....in bocca al lupo!!!!!!!!
      Ste

      Elimina
  3. "Ancora una volta è un ricominciare da capo" è una frase bellissima che ognuno di noi dovrebbe tenere a mente nei momenti di cambiamento e nei momenti di "crisi" in cui ci si rende conto che la vecchia strada non è più la migliore. L'importante, secondo me, è non farsi mai prendere dallo sconforto e affrontare i cambiamenti come un'opportunità!!

    RispondiElimina
  4. Concordo con te! a volte occorre fare lo sforzo di guardare le situazioni da un altro punto di vista!
    Ste

    RispondiElimina
  5. Buongiorno Ste! Scopro sempre più come sono in sintonia con quello che dici e le tue esperienze che ti hanno portata nell'avere un blog tutto tuo!
    Sono molto contenta di conoscere sempre più "esseri" come me, con cui condividere le passioni ed idee, e come è accaduto per te (nonostante l'università l'ho frequentata per soli 3/4 mesi, e il lavoro scarseggiante...altro che carriera) dopo la nascita di mio figlio mi sono posta le stesse domande...e la sua nascita mi ha spronata, mi ha aperto un mondo di scoperte, di cambiamenti che mi hanno incoraggiata nell'aprire un blog tutto mio in cui poter esprimere (anche se , sinceramente con le parole non sono brava quanto te!) ciò che avevo dentro e difficile da condividere con persone nella quotidianità.
    Per cui evviva internet, perché è ricco di fonti preziose e se sfruttato intelligentemente porta amicizie, e consapevolezza.
    Grazie per questa tua bellissima presentazione/storia.
    RobyCrea

    RispondiElimina
  6. Sono felice che tu ti sia trovata in sintonia con la mia storia!
    grazie per il tuo commento.
    Ste

    RispondiElimina
  7. Ciao :)
    Ho trovato il tuo blog grazie all'iniziativa di Kreattiva, e ho deciso di iscrivermi al tuo blog perché l'ho trovato molto interessante e vario :)
    Per quanto riguarda i cambiamenti..l'ultimo che ho attuato/subito è stato un piccolo cambiamento che mi è costato tanto..rinunnciare al matrimonio (che per me era importante) perché il mio ragazzo è contro. Oramai non ne sento più il bisogno di sposarmi..ma quanta sofferenza.. :-p
    Passa a trovarmi nel mio bloggettino se ti va, buona serata cara ^_^

    RispondiElimina
  8. Sì, posso veramente dire che anche io ho ricominciato da capo, un po' di anni fa. Ho lasciato il mio lavoro e l'Italia, imparato una nuova lingua partendo da zero e molte un'infinità di altre cose. Vale sempre la pena di ricominciare :-)

    RispondiElimina
  9. Grazie per la tua testimonianza!
    Ste

    RispondiElimina

DIMMI COME LA PENSI.
Per commentare utilizza un account Google/Gmail, altrimenti la modalità "anonimo".

La Magia è credere in se stessi: se riusciamo a farlo, allora possiamo far accadere qualsiasi cosa. (Goethe)