sabato 15 marzo 2014

IL VALORE DELLA VITA



Chi di noi non di sé chiesto quale sia lo scopo della propria vita, quale il suo valore?

Nell’ ultimo anno ho approfondito il testo di R.Steiner “La filosofia della libertà” un libro che offre infiniti spunti di pensiero. 
Più recentemente invece, ho letto diversi testi di M. Recalcati, uno dei maggiori esponenti di psicoanalisi ad indirizzo lacaniano , in Italia.
Ecco le riflessioni che sono sorte in me a seguito di queste letture e che voglio condividere con voi:

Gli ottimisti sostengono che il mondo che c’è è il migliore che possa esistere, è pura armonia.

I pessimisti  sono convinti che, nella vita, il dispiacere sorpassi di gran lunga il piacere.

Di certo sappiamo che ogni appagamento di desiderio procura Piacere, al contrario ogni mancato appagamento genera Dolore.
La società materialistica moderna, sostiene Recalcati, promette di liberare il Desiderio dai lacci di una morale repressiva e antiquata. Tutto diviene possibile.
Ma il Desiderio non è godimento illimitato, senza legge, privo di responsabilità, compulsivo e sregolato, ma al contrario capacità di lavoro, di progetto, di slancio, di creatività, amore, scambio, apertura.
E’ ciò che resiste all’omologazione!

Tutto il resto è volubilità, capriccio.

Nella Filosofia della Libertà Steiner scrive che ogni aspirazione procura gioia: più è  intenso il Desiderio, maggiore è il piacere che si sente nel tendere verso l’appagamento, che quando è raggiunto è un Piacere in più, che si aggiunge a quello del Desiderio appagato.

Se il Desiderio è reale, anche quando non si raggiunge l’obiettivo che si era prefissato, resta comunque il Piacere dell’anelito, ovvero della gioia provata lungo la strada.

E’ importante comprendere – scrive Steiner- che l’uomo non rapporta mai il piacere alla somma di dispiacere, bensì al numero e intensità dei nostri desideri e aspirazioni: sono questi a costituire il VALORE DEL PIACERE, sono questi che danno VALORE ALLA VITA.

Dall’intensità del desiderio dipende anche la quantità di dispiacere che siamo disposti a sopportare per conseguirne l’appagamento.
Perché il Desiderio comporta sempre una rinuncia,  non è mai godimento autistico, volontà di godere, non è appropriazione delle risorse, accaparramento della Terra, dominio, sopraffazione, sfruttamento.
Non si può essere tutto, sapere tutto, volere tutto.
 ( M. Recalcati, “Ritratti del desiderio”).

La volontà umana non chiede una somma generale di Piacere, superiore al dispiacere, ma segue sempre mire singole e specifiche;  non desidero genericamente di stare bene, ma si sta bene perché ci si intessa a questo, ci piace fare, quello e quest’altro.

Concludo con questa frase di Steiner :

E’ l’uomo stesso lo scopo della sua vita. Non si propone di conseguire il piacere, ma di esprimere ciò che porta dentro di sé.” (R. Steiner “Filosofia della libertà”)

E voi? vi siete mai chiesti quali sono i vostri desideri più intimi? 
Non quelli che i vostri genitori vi hanno trasmesso e si aspettano da voi, neppure quelli che la società e la cultura ci hanno trasmesso, non quelli che ci incolliamo addosso per ottenere la stima e l'affetto degli altri....

...ma quelli che nascono dalle parti più profonde di noi e che molto spesso restano inascoltati...

"La natura fa dell'uomo un semplice essere naturale.
La società ne fa un essere agente secondo certe leggi.
Un essere libero può farsi solo da se stesso".
(R.Steiner)

Bibliografia:



LA FILOSOFIA DELLA LIBERTA'                                                          


5 commenti:

  1. :-) Ciò che penso io della vita è questo: siamo in questa vita per fare esperienza, per amare, per esprimere quello che siamo dentro e sopratutto capire che noi siamo tutto! Noi abbiamo tutti gli strumenti necessari per essere felici.
    Testi o no, rimane il fatto che è riduttivo dire che questa vita sia soltanto un passaggio di dolore, che prima finisce e meglio è. Questa è la nostra vita, questo è il nostro tempo e noi siamo fatti per essere felici perchè siamo attorniati da tanta bellezza.
    Una buona giornata ed un abbraccio
    Roby

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie mille Roby per avere condiviso con noi il tuo pensiero. Anche io sono daccordo con te, siamo fatti per goderci la vita fino in fondo, ha talmente tanto da offrire! solo che a volte ci dimentichiamo di apprezzare i piccoli doni che ci fa perchè li diamo per scontati..

      Elimina
  2. Mi piacciono molto questi testi, come pure le linee di pensiero che ne hai tratto.
    Quello che io desidero, io e solo io? ...probabilmente la mia vita mi ha stupita talmente tanto donandomi ciò che mai avrei pensato potesse essere per me, che davvero non saprei rispondere se non "la Vita". Desidero vivere e dare al mondo altra Vita. E' il desiderio che mi resta togliendo ogni orpello e abbellimento.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione, la vita ci sorprende sempre!
      Ste

      Elimina
  3. Il valore della vita e la cosa più bella
    Giuly

    RispondiElimina

DIMMI COME LA PENSI.
Per commentare utilizza un account Google/Gmail, altrimenti la modalità "anonimo".

La Magia è credere in se stessi: se riusciamo a farlo, allora possiamo far accadere qualsiasi cosa. (Goethe)