giovedì 25 aprile 2013

SAPONE LIQUIDO FAI DA TE FACILE


Preparare sapone liquido da conservare in un comodo dispenser non potrebbe essere più facile ed economico.
Per quanto siano carine le saponette, nelle diverse forme, colori e profumi, spesso però sono 'scomode' da usare per i bambini, oramai non più abituati a questo genere di sapone.
Anche gli ospiti preferiscono avere a disposizione, anche solo per lavare le mani, del sapone liquido da prelevare con un comodo ed 'igienico' dispenser.

Ho deciso così, partendo dalle mie saponette autoprodotte, di prepare un comodo sapone liquido.

Nulla di più semplice.....




Cosa vi occorre:

-250 g di saponette ..possibilmente autoprodotte
-1 limone
-acqua quanto basta
-un pentolino
-un cucchiaio di legno

Come si procede:

1) Pesate le saponette dopo averle ridotte in scaglie


2) Spremete un limone e filtrate il succo


3) Versate le scaglie di sapone in un pentolino di acciaio e aggiungete il succo del limone


4) Mettete il pentolino sul fuoco più piccolo e aggiungete acqua, in modo da
    ricoprire  il sapone

Mescolate delicatamente.
Il sapone piano piano inizierà a sciogliersi, dando origine ad una crema.

Aggiungete acqua se necessario; il composto infatti non deve risultare troppo denso, ma piuttosto liquido.


Può capitare che qualcuna delle scaglie proprio non si voglia sciogliere... io ho risolto passando il composto attraverso un colino a trama larga.

A questo punto potete aggiungere coloranti ( spezie, coloranti alimentari, erbe tintorie) e qualche goccia di olio essenziale di vostro gradimento.

Se volete rendere il sapone più delicato ed emolliente versate un cucchiaio di glicerina.

Ora siete pronte per riporre il vostro sapone liquido in contenitori di bagnoschiuma oramai vuoti o comodi dispenser con dosatore!

In questo modo ridurrete anche i vostri rifiuti in plastica!

Anche i bambini si divertono molto, coinvolgeteli tranquillamente in questa attività! Ne riceveranno grande soddisfazione.

Buon lavoro.




25 commenti:

  1. Non indurisce? Sapevo che diventava duro...

    RispondiElimina
  2. Non indurisce? Sapevo che diventava duro...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io avevo questo timore. Ma io l'ho diluito molto,
      ed il primo che ho fatto (circa 2 mesi fa) l'ho tenuto in bagno a temperatura ambiente ed è restato tale e quale...io pero' ho usato il mio sapone autoprodotto non so con quelli commerciali come funziona.
      IN ogni caso se dovesse succedere basta immergere il contenitore in acqua ben calda...e quando si è sciolto diluirlo ancora.

      Elimina
  3. Idea ottima anche per riciclare gli avanzi di sapone! Io ho iniziato a raccoglierli in un barattolo e il tuo post arriva a proposito

    RispondiElimina
  4. ciao Ste, io ho acquistato un sapone dei provenzali è naturale al marsiglia extrafino senza profumo, se lo faccio sciogliere e ci aggiungo olio essenziale di arancio oppure il limone come hai fatto tu , lo posso usare anche come docciaschiuma? grazie Ste e ciao da sponsor personale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. a me personalmente non piace utilizzare per la pelle il sapone che si usa per il bucato perchè resta aggressivo..almeno questo per mia esperienza.
      Non conosco quello dei provenzali ma se sulla confezione è scritto che è ok anche per l'igiene personale puoi provare tranquillamente ad utilizzarlo come docciaschiuma (MI RACCOMANDO NON PER I CAPELLI!!!!!!!!).

      Elimina
  5. però perchè tu ci hai aggiunto il limone fresco? e non l'olio essenziale? sponsor personale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho usato il succo di limone non per la profumazione ma perchè aiuta il sapone a sciogliersi.
      Poi una volta che è sciolto puoi aggiungere gli oli essenziali che preferisci.
      A presto carissima!

      Elimina
    2. oltre a farlo sciogliere meglio, penso servi anche a non farlo solidicaficare di nuovo. con altre ricette mi veniva troppo denso (più aggiungevo acqua, più era denso), mentre seguendo questa è perfetto

      Elimina
    3. grazie sono molto felice ti sia riuscito bene!

      Elimina
    4. ho trovato altri modi, abbastanza simili al tuo, per fare il sapone liquido.
      come ti dicevo già nel precedente post, solo con la tua ricetta mi è venuto liquido.
      stasera l'ho rifatto, solo che, vedendo ancora qualche scaglia di sapone, ho provato a frullarlo con il frullatore ad immersione e subito si è addensato troppo proprio come mi succedeva con le altre ricette.
      pensi possa essere proprio il frullatore a renderlo così denso.
      io penso che non lo utilizzerò mai più in futuro
      grazie per i tuoi ottimi consigli

      Elimina
    5. In effetti non si usa il frullatore. Se vuoi sciogliere tutti i grumi bolli ancora un poco aggiungendo acqua e magari ancora del succo di limone che ha proprio lo scopo di aiutare a sciogliere il sapone.
      Ste

      Elimina
  6. sponsor personale26 aprile 2013 14:54

    si si tratta di saponette per l'igiene personale adata anche per il viso ed è priva di coloranti e profumi, ti ringrazio di cuore per i tuoi consigli ciao a presto

    RispondiElimina
  7. sponsor personale26 aprile 2013 14:58

    a proposito come è andata con l'olio di cocco?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. l'ho fatto...ne è venuto appena 80 g con 500 g di scaglie di cocco...ma è molto diverso da quello che si compra..però profumatissimo...
      grazie mille!

      Elimina
  8. sponsor personale26 aprile 2013 18:58

    io non ho mai comprato l'olio di cocco, quindi non sò che consistenza abbia, però ti posso garantire che io l'ho usato anche sul viso al posto della crema, visto che quella che avevo fatto è ormai finita, e mi sono trovata benissimo perchè la mia pelle è diventata subito più idratata e luminosa, ora voglio provare a farci una nuova crema viso con l'olio di mandorle e la cera d'api, poi ti farò sapere come sarà, chissà che fatto cosi non sia anche migliore di quello che vendono? comunque anche il sapone fatto con lo stesso olio sembra che stia stagionando bene, io per ora ho voluto fare una prova e se andrà bene anche per la crema continuerò a farlo, però a me ne è venuto di più erano circa 250gr, non mi spiego perchè a te ne è venuto di meno, ciao carissima a presto

    RispondiElimina
  9. Ciao, sul mio blog c'è un premio anche per te!
    http://ilnidodelben-essere.blogspot.it/

    RispondiElimina
  10. Ciao Ste
    dopo un po' ci risentiamo,
    comunque seguo sempre il tuo blog; c'è sempre qualcosa di molto interessante!
    Anch'io tempo fa ho fatto del sapone liquido però non ho messo il succo di limone ma proverò il tuo meteodo. Io ho aggiunto dell'olio di mandorla e o.e.. Penso di doverlo fare di nuovo perchè con l'arrivo del caldo sarà molto più funzionale.
    Un salutone
    Mirella

    RispondiElimina
  11. L'ho fatto anch'io con i saponi "industriali", il risultato è buono, certo non ha la qualità del tuo!SEi bravissima Ile

    RispondiElimina
  12. che bello! Io non mi sono ancora cimentata con i saponi, ma quanto prima ne voglio provare uno per la lavatrice. Chissà quanto è "buono" quello alla menta...vabbè, magari parteciperò un'altra volta...

    RispondiElimina
  13. certo, dopo l'estate ci saranno altre occasioni!
    a presto

    RispondiElimina
  14. Ciao, se il sapone risulta troppo liquido come faccio a addensarlo un pò?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Giullio, hai seguito la ricetta? perchè di solito si verifica il problema opposto. Tieni conto che se lo hai appena fatto tenderà ad addensarsi nelle prossime ore, almeno un po'.
      Se invece è già un po' che lo hai fatto per addensarlo non ti resta che rimetterlo sul fuoco con dell'altro sapone. Fammi sapere.
      Ste

      Elimina

DIMMI COME LA PENSI.
Per commentare utilizza un account Google/Gmail, altrimenti la modalità "anonimo".

La Magia è credere in se stessi: se riusciamo a farlo, allora possiamo far accadere qualsiasi cosa. (Goethe)