giovedì 26 giugno 2014

SEMIFREDDO ALLA MERINGA




Ecco una facile ricetta per realizzare una torta che avrà di certo successo!
Fantastica per l'estate, velocissima da realizzare piace a grandi e bambini.

Ingredienti

800 g di panna fresca da montare
150 g di meringhe + 30 (per guarnire)
6 biscotti tipo "amaretti"
50 g di cioccolato amaro da sciogliere
1 cucchiaio di burro


Sbriciolate 150 g  di meringhe



Sbriciolate i sei biscotti tipo "amaretti"  


Montate a neve la panna
ed aggiungetevi una manciata di meringhe sbriciolate


Unite le meringhe e gli amaretti sbriciolati

Ricoprite il fondo di una tortiera foderata con carta da forno (precedentemente 
bagnata e strizzata) con il composto di panna



Realizzate un'altro strato di torta con le meringhe e gli "amaretti" sbriciolati


Proseguite alternando panna e meringhe+ amaretti sino ad esaurimento degli ingredienti

Concludete con la panna.

Mettete in freezer per una notte.

Togliete dal freezer almeno 15-20 minuti prima di servire la torta.

Potete decorarla a piacere con meringhe (30 g) ed una miscela di burro e cioccolato fuso.



7 commenti:

  1. Devo per forza offrirla a qualcuno? Non mi piace la meringa, noooooo mica poco!!! :P

    RispondiElimina
  2. !!! Oddio....sarei a dieta....ma un'assaggino ci scapperebbe :) complimenti per la torta Ste!
    Un salutone
    Roby

    RispondiElimina
  3. Ecco,lo sapevo...era meglio che non ci passavo da te..E mo? Come faccio a resistere? difatti non ci provo nemmeno,la faccio e basta.Tanto pure quest'anno le vacanze al mare saltano! Eppoi,sai che ti dico?chissene frega!!!Un saluto e un abbraccio ''meringoso''.Buona serata!! Roby

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono daccordo con te: e chi se ne frega?????

      Elimina
  4. Beh..Complimenti...

    RispondiElimina
  5. Deve essere buonissimo, grazie per la ricetta! Dani

    RispondiElimina

DIMMI COME LA PENSI.
Per commentare utilizza un account Google/Gmail, altrimenti la modalità "anonimo".

La Magia è credere in se stessi: se riusciamo a farlo, allora possiamo far accadere qualsiasi cosa. (Goethe)