domenica 13 luglio 2014

DENTIFRICIO FAI DA TE IN TUBETTO



Questa idea riguardo il riciclo del tubetto di dentifricio  mi viene da una lettrice, Barbara. Mi ha scritto per condividere con me la sua "pratica" ed è stata gentilissima.
Barbara realizza da tempo il dentifricio in casa, ed ha trovato un sistema davvero pratico non solo per riutilizzare i vecchi tubetti, ma anche per rendere più facile ed agevole, soprattutto ai bambini, l'impiego del dentifricio fai da te.

Quindi, non buttate nella spazzatura i vecchi tubetti di dentifricio plastificati ma, come suggerisce Barbara, con l'aiuto di un siringone inserite il dentifricio in crema auto-prodotto all'interno del vostro tubetto.

Dentifricio in crema fai da te

4 cucchiai di argilla bianca
1 cucchiaino di bicarbonato di sodio
4 gocce di olio essenziale di tea tree
4 gocce di olio essenziale di limone ( o menta)
glicerina quanto basta (in farmacia)

(ricetta tratta dal mio e-book " Bellezza al naturale")


Mescolate l'argilla ed il bicarbonato ed aggiungete tanta glicerina quanto basta ad ottenere un composto cremoso. Unite gli oli essenziali ed amalgamate. Versate nel tubetto con l'aiuto di una siringa.
Moltiplicate le dosi in relazione alla quantità che desiderate realizzare, ma non esagerate.
Consumatelo entro un mese.

Prima di risciacquare il dentifricio con l'acqua, lasciatelo agire almeno un minuto, senza spazzolare, in modo tale che l'argilla e gli oli essenziali possano svolgere al meglio le loro funzioni benefiche.

Utilizzate il dentifricio non più di una volta al giorno.

GRAZIEEE BARBARA!

1 commento:

  1. Ciao interessante questa ricettina grazie per averla condivisa con noi!
    Tua nuova follower e tua nuova fan ti aspetto su http://dreamswithlafra.blogspot.it
    Ti ho condivisa anche su google+
    Ti aspetto!
    Bacione
    La Fra
    p.s. su facebook siamo amici!ciaooo

    RispondiElimina

DIMMI COME LA PENSI.
Per commentare utilizza un account Google/Gmail, altrimenti la modalità "anonimo".

La Magia è credere in se stessi: se riusciamo a farlo, allora possiamo far accadere qualsiasi cosa. (Goethe)