domenica 24 agosto 2014

DETERGENTE PER LA DOCCIA: COME SCEGLIERE?

                                               

Idratante, nutriente, delicato, esotico, sono innumerevoli ed intriganti gli slogan pubblicitari, che promuovono questa o quella marca di detergente per la doccia.

Come districarsi in questa giungla?

Innanzitutto teniamo bene a mente che i doccia schiuma restano troppo poco a contatto con la pelle, sia  per provocare danni alla nostra salute, (ad eccezione delle persone particolarmente sensibili), che per svolgere le azioni cosmetiche tanto pubblicizzate.

Molto più importante è il loro impatto ambientale.

Composizione del doccia schiuma

  • 70/80% di acqua cui vengono aggiunti emulsionanti e viscosizzanti  poco biodegradabili
  • 10/20% di tensioattivi che rimuovono lo sporco e producono schiuma. Non sono tutti uguali!Alcuni sono più tossici per l'ambiente. 
  • 1%  circa di :      
  • emollienti e idratanti
  • regolatori di PH
  • conservanti (sono i più pericolosi per l'ambiente)
  • profumazioni sintetiche ( possono dare allergie e sono nocive per l'ambiente)
  • coloranti (poco compatibili con l'ambiente e del tutto superflui)

Occhio a questi componenti : sono da EVITARE
  1. BHT (antiossidante, molto tossico)
  2. Methylchloro, isotiazolinone, methyltiazolinone ( conservanti tossici)
  3. Dmdm, hydantoin,imidazolidinyl (conservanti che a contatto con l'acqua rilasciano sostanze cancerogerne)
  4. Disodium, tetrasodium Edta ( tossico per organismi acquatici)
  5. Styrene, acrylates copolimer (colorazione bianca con forte potere inquinante)
  6. Limonene,benzyl benzoate, geraniol  (profumazioni, dannose per l'ambiente)
  7. Petrolanum, paraffinum e dimetichone (petrolati e siliconi poco biodegradabili)

Prima di effettuare un acquisto è buona regola controllare sempre la composizione del prodotto e scegliere quelli più ecocompatibili, privi delle sostanze che ho elencato.
Altrettanto importante è utilizzare il prodotto in maniera corretta poichè, questo incide notevolmente non solo sull'ambiente ma anche sul nostro portafoglio.

Regole per il corretto utilizzo del prodotto

1. NON SPRECARE. Usiamone un piccola quantità, preferibilmente diluita in acqua.
2. UTILIZZARE TUTTO IL PRODOTTO. Risciacquare bene con acqua il contenitore prima di buttarlo.
3.SCEGLIERE PRODOTTI CON INGREDIENTI ECOSOSTENIBILI. Non fidiamoci della pubblicità, ma controlliamo sempre la lista degli ingredienti.
4. ACQUISTARE LE RICARICHE O ALLA SPINA (questo vale anche per i detersivi) 


Infine vi ricordo che la via più divertente, ecologica, e a basso costo per realizzare i vostri detergenti è quella dell' autoproduzione.
Invito chi non l'ha ancora fatto, a richiedermi la guida gratuita "IL MIO SAPONE: METODO E RICETTE",
per realizzare in casa saponi e detergenti di ottima qualità e completamente biodegradabili.

Scrivete a:

maghelladicasa@hotmail.com


Bibliografia:
Rivista Altroconsumo N. 06/2014

4 commenti:

  1. Io uso saponette biologiche...però tu sei veramente brava ad autoprodurre! Buona settimana!

    RispondiElimina
  2. Ottima scelta la saponette biologiche! non c'e' neppure il problema di smaltire il contenitore!
    Ste

    RispondiElimina
  3. Ho controllato il mio sapone della doccia: oltre ad esserci l'EDTA c'è anche il benzyl salicylate che non deve essere poi tutto sto benessere dato che il suffisso benzil sta per benzene! :( Dani

    RispondiElimina
  4. bravissima, controllare è sempre un buon punto di partenza..poi si sceglie con maggiore consapevolezza!
    Ste

    RispondiElimina

DIMMI COME LA PENSI.
Per commentare utilizza un account Google/Gmail, altrimenti la modalità "anonimo".

La Magia è credere in se stessi: se riusciamo a farlo, allora possiamo far accadere qualsiasi cosa. (Goethe)