mercoledì 10 settembre 2014

BAMBINI ED ESPOSIZIONE AGLI SCHERMI



Secondo lo psicologo inglese Aric Sigman, autore del rapporto sull' impatto della video-dipendenza nei giovanissimi, pubblicato dal Parlamento europeo, un bambino di 7 anni nella sua breve vita ha già fissato uno schermo per l'equivalente temporale di almeno un anno intero.

"Il problema- spiega Sigman- non è solo ciò che si guarda , ma anche quanto lo si guarda."

I bambini iniziano prestissimo a stare davanti allo schermo. A tre mesi di vita già il 40% dei neonati viene messo davanti al computer o alla televisione. Dai 2 anni in poi la percentuale sale al 90%.
In Europa i ragazzi stanno davanti ad uno schermo dalle 4 alle 8 ore al giorno. Nell'ultimo decennio si è registrato un aumento del 40%,  soprattutto perchè alla tv si sono aggiunti computer, smartphone e playstation.

Uno studio pubblicato su Archives of Pediatrics and Adolescent Medidcine sostiene che ogni ora in più di televisione corrisponde:
  •  ad un futuro minor coinvolgimento del bambino nelle attività di classe,
  •  ad una minore capacità di destreggiarsi nella lettura (perchè si legge sempre meno),
  •  ad uno stile di vita più sedentario, 
  •  ad un maggiore consumo di cibi spazzatura,
  •  ad un più alto rischio di obesità.
Infatti negli ultimi anni si è ridotto significativamente la funzionalità muscolare e la capacità aerobica dei bambini, il cui corpo ha una maggior massa grassa e meno muscoli.

Nel suo rapporto, il dott. Sigman ha spiegato inoltre, come il vedere la televisione  danneggi lo sviluppo dei bambini sotto i 3 anni:

  • incoraggiando la passività
  • rallentando l'acquisizione del linguaggio
  • diminuendo la capacità di inibire comportamenti inappropriati 
  • limititando le capacità del bambino nel finalizzare gli sforzi verso un obiettivo
  • causando sovraeccitazione, e disturbi del sonno e della concentrazione
I ricercatori hanno constato che quando ai bambini viene evitata l'esposizione a schermi di varia natura, la loro produzione di melatonina aumenta in media del 30%, favorendo così il sonno.

COSA FARE?

Ecco alcuni dei suggerimenti del dottor Sigman, per i genitori che vogliano attutire gli effetti deleteri dell'esposizione agli schermi di computer e televisione sui loro figli.

  • Eliminare o contenere al massimo la tv per i bambini sotto i 3 anni
  • Eliminare schermi di qualsiasi natura dalla camera dei bambini
  • Stabilire dei limiti: 
          da mezz'ora ad 1 ora al giorno per i bambini dai 3 ai 7 anni
          1 ora al giorno per i bambini dai 7 ai 12 anni
          1 ora e mezza al giorno dai 12 ai 15 anni
          2 ore oltre i 16 anni

Certo non è semplice per un genitore monitorare l'esposizione del proprio figlio ai tanti schermi di cui oggi i giovani sono circondati. Però si possono stabilire fasce orarie ben precise, all'interno delle quali permettere magari una certa elasticità, ma con soglie definite.
Molto poi dipende dalle alternative che vengono proposte; i divieti non accompagnati da altre valide proposte  pesano molto di più e risultano meno efficaci.
Offrire la possibilità di fare "altro", quando questo significa moltiplicare le occasioni per vedere amici e coetanei, stare all'aria aperta,  partecipare ad attività finalizzate e accattivanti magari in compagnia di un genitore.

Per concludere quindi, se terminati i compiti, per il bambino c'e' qualcos'altro da fare di interessante, anche tv e computer possono passare in secondo piano in maniera del tutto naturale.
Questo richiede certo un po' di impegno da parte di noi genitori, ma credo che questo rientri nelle responsabilità che questo importantissimo ruolo comporta.

Per chi voglia approfondire l'argomento, ecco un elenco di post che ho già pubblicato sull'argomento:


E voi cosa ne pensate?



4 commenti:

  1. Ottimo post, da leggere attentamente e farne tesoro...grazie tante.
    Nadia

    RispondiElimina
  2. Sono molto felice che ti sia piaciuto!

    RispondiElimina
  3. Ciao Maghella di casa, questo post per me è moooolto interessante e giusto, però io ho quattro figli fra gli 8 e i 15 anni ed anche assegnando un'ora di computer ciascuno alla fine stanno davanti al video ben quattro ore praticamente tutto il pomeriggio, perché se uno "fa con il pc" gli altri stanno a guardare! Ho provato alcune alternative ma sono proprio poco considerata...
    Grazie per i tuoi interessantissimi post
    PS ti ho scoperta grazie a lisa di cucucucicoo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Monica,
      piacere di conoscerti! sono molto felice che apprezzi i miei post, e immagino che con 4 figli non sia davvero facile, ti ammiro molto per gli sforzi che fai!
      A presto

      Elimina

DIMMI COME LA PENSI.
Per commentare utilizza un account Google/Gmail, altrimenti la modalità "anonimo".

La Magia è credere in se stessi: se riusciamo a farlo, allora possiamo far accadere qualsiasi cosa. (Goethe)