venerdì 6 novembre 2015

PROFUMO SPRAY ALLA VANIGLIA FAI DA TE


Cremosa e dolce la vaniglia mi ricorda le ore trascorse in cucina a sfornare dolci, ma anche la bellezza dei luoghi esotici.
Evoca in me calore, familiarità, spontaneità.

Molte sono  le ombre che ancora rimangono sui profumi sintetici che si trovano in commercio, per cui preferisco quando è possibile, realizzarli in casa con ingredienti controllati e di certa provenienza.

Autoprodurli richiede pochi minuti e la soddisfazione che se ne ricava è impagabile.

Ho pensato ad una variante al ylang ylang ed una all'arancio dolce...io li adoro entrambi!

Vaniglia e ylang ylang

36 gocce di olio essenziale di vaniglia
4 gocce di olio essenziale di ylang ylang
50 ml di vodka o alcol etilico

Vaniglia e arancio dolce

32 gocce di olio essenziale di vaniglia
8 gocce di olio essenziale di arancio dolce
50 ml di vodka o alcol etilico

Mescolare gli ingredienti e versare in un contenitore spray di vetro.
Lasciate a "riposo" qualche giorno in modo tale che le essenze possano liberarsi e fondersi.
Agitate sempre prima dell'uso.

P.s. I profumi reagiscono in modo diverso in relazione alla "chimica" della nostra pelle. Se non amate l'effetto di questo profumo su di voi, provate a spruzzarne una porzione direttamente sugli abiti (non bianchi!) invece che sulla pelle.

E voi , amate i delicati profumi fai da te?


2 commenti:

  1. Non ho mai pensato di crearne ma mi ha messo curiosità!
    Ti seguo sempre e ormai la preparazione dei saponi qui è di casa anche grazie ai tuoi consigli...
    Un abbraccio
    Gio

    RispondiElimina
  2. Grazie mille, le tue parole mi rendono molto felice. Per i profumi a me piace trovare combinazioni sempre nuove e ti dirò che non uso più i profumi tradizionali da tempo perché ora mi infastidiscono, li trovo troppo forti.

    RispondiElimina

DIMMI COME LA PENSI.
Per commentare utilizza un account Google/Gmail, altrimenti la modalità "anonimo".

La Magia è credere in se stessi: se riusciamo a farlo, allora possiamo far accadere qualsiasi cosa. (Goethe)