venerdì 25 marzo 2016

Pellicola per alimenti fai da te


La pellicola per alimenti  si presta a moltissimi usi ed è molto pratica, questo è un fatto.

Cerco di limitarne l'impiego, utilizzando contenitori e vasetti di vetro per conservare gli alimenti in frigorifero. Semplicemente ritengo il vetro più sano della plastica, e basta lavarlo per poterlo utilizzare un numero infinito di volte.

Quando ho scoperto che con un pezzo di cotone, un poco di cera d'api e di olio era possibile realizzare in casa una simil "pellicola fai da te" del tutto naturale, non ho potuto resistere e ci ho subito provato.
Essendo del tutto  naturale la impiego per avvolgere i formaggi, il pane, i salumi o semplicemente come copertura per vasetti e contenitori in vetro in cui ripongo gli avanzi: ho sostituito così completamente non solo la pellicola fai da te ma anche i fogli di alluminio.


Pellicola per alimenti fai da te: ingredienti e preparazione



Ho sperimentato un paio di tecniche per realizzarla, io ve le mostro entrambe poi valuterete personalmente quale secondo voi è migliore.
Io preferisco il secondo metodo anche se un po' più laborioso.

Procedura N. 1


La prima procedura prevede come ingredienti solo cera d'api e del tessuto in cotone (io ho utilizzato un tovagliolo).

E' sufficiente tagliare il tessuto della dimensione che desiderate (potete anche realizzarli in diversi formati), foderate poi una teglia con carta da forno, appoggiate il tessuto e grattugiate sopra a questo della cera d'api. Ne basta davvero pochissima.


Preriscaldate il forno a 50-80° e fate sciogliere la cera. (ci vorranno pochi minuti).
Con un pennello distribuite la cera sul tessuto.

                                                          Foto: My Healthy green family

Fate asciugare e la vostra pellicola è pronta!

Procedura N. 2 


In questo caso gli ingredienti diventano 3:

  • panno in cotone
  • cera d'api 3 parti
  • olio (io ho utilizzato quello di oliva) 1 parte.

Il rapporto tra olio e cera d'api deve restare di 1 a 3. Io per il tovagliolo di dimensioni 39x39 ho impiegato 6 cucchiai abbondanti di cera d'api e 2 cucchiai abbondanti di olio di oliva.

Dovete sciogliere a bagnomaria la cera d'api, unite poi l'olio (io li ho versati in un'ampia tazza) e, lasciando sempre il composto a bagnomaria (altrimenti si rapprende), immergete il vostro panno in cotone e rigiratelo per bene in modo che si impregni.

Sollevatelo e adagiatelo su un foglio di carta da forno. Nel giro di pochissimo si irrigidirà per effetto della miscela olio/cera che si rapprende asciugandosi. Asportate con una lama di coltello eventuali grumi di cera in eccesso, ed il vostro "panno/pellicola" è pronto.

Questo sistema lo preferisco perchè il panno resta meno rigido ma entrambi sono ugualmente validi.


Come utilizzare la vostra pellicola fai da te




  • Potete posizionarla sopra una ciotola o un contenitore, oppure avvolgerla intorno al cibo come il formaggio, il pane, la verdura, la frutta. Il calore delle vostre mani vi aiuterà plasmare l'involucro nella forma desiderata.
  • Può essere lavata con acqua fredda e sapone neutro, io uso sapone di Marsiglia 
  • Poiché non va lavata con acqua calda non è raccomandata per avvolgere la carne.
  • A seconda di quanto spesso viene utilizzata, può durare fino a un anno.
  • Trascorso questo tempo non dovete fare altro che ripetere l'operazione


Cosa ne pensate della pellicola fai da te? vi piace l'idea?


***

Iscriviti alla Newsletter per ricevere gli ultimi articoli e le risorse gratuite



8 commenti:

  1. grazie mille, cosi si risparmia un sacco. colgo l'occasione per farti i miei Auguri di Buona Pasqua a te e family. ciao cry68

    RispondiElimina
  2. Ciao! Bellissima idea grazie ! Ma chissà se funziona con altre cere ? Hai mai provato? Tipo candelilla carnauba ?

    RispondiElimina
  3. Ciao Chiara io utilizzo cera d api perché sono certa che e' commestibile e del tutto naturale..sai a contatto con il cibo...

    RispondiElimina
  4. Ciao! Mi sembra una fantastica idea, però io ho provato e il risultato è deludente. La cera passa attraverso il tessuto cosicché il retro colorato appare opaco. Inoltre il tessuto rimane rigido, per cui è difficile usarlo per avvolgere le cose. La cera in alcuni punti si crepa e poi gli rimangono attaccate tutte le briciole, sembra una cosa sporca..Dove avrò sbagliato? Troppa cera?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cavoli! A me non è volata dietro il tessuto 🤔...forse dipende dal tessuto oppure troppa cera perché la mia non era così rigida, si il panno era ispessito ma ci avvolgo il formaggio senza problemi e non vedo le crepe onestamente...

      Elimina
  5. Ciao, ma la cera sinstende sul dritto della stoffa?

    RispondiElimina

DIMMI COME LA PENSI.
Per commentare utilizza un account Google/Gmail, altrimenti la modalità "anonimo".

La Magia è credere in se stessi: se riusciamo a farlo, allora possiamo far accadere qualsiasi cosa. (Goethe)