domenica 21 agosto 2016

La ciambella romagnola; un dolce semplice e gustoso



La Romagna, dove vivo, è Terra di sagre, del liscio, del vino e del buon cibo. E' proprio alle sagre a cui partecipavo con i miei genitori da bambina, che veniva offerta questa semplice ciambella, il cui gusto è rimasto impresso tra i miei ricordi infantili.

Quando ho trovato la ricetta, sono affiorate alle mente mille emozioni e non ho potuto resistere dal prepararla. 

Apprezzata da tutti in famiglia, bambini compresi, è sparita in due giorni...e a grande richiesta dovrò mettermi di nuovo ai fornelli.



Ingredienti

500 g di farina per dolci
220 g di zucchero
220 g di burro
3 uova
1 bustina di lievito in polvere per dolci
70 g di liquore tipo Sassolino (noi  lo chiamiamo volgarmente Anice, poichè ha un forte sapore di anice)
la scorza di un limone

Mentre fate sciogliere il burro a bagnomaria, mescolate alla farina la scorza di limone ed il lievito. Unite lo zucchero con le uova e sbattete bene con la frusta. Aggiungete il  burro, il liquore, la farina e lavorate per bene.
L'impasto di presenta morbido e appiccicoso.
Foderate la teglia con carta da forno e date la classica forma della ciambella. 
Io per comodità ho diviso l'impasto in due, ma potete fare come desiderate.


Decorate la ciambella con granella di zucchero ed infornate a 180° circa, sino a doratura.



Nessun commento:

Posta un commento

DIMMI COME LA PENSI.
Per commentare utilizza un account Google/Gmail, altrimenti la modalità "anonimo".

La Magia è credere in se stessi: se riusciamo a farlo, allora possiamo far accadere qualsiasi cosa. (Goethe)