venerdì 7 ottobre 2016

Perchè il miele non va mai scaldato


Oggi voglio parlarvi di un alimento che apprezzo moltissimo, in virtù delle sue innumerevoli proprietà: il miele.
Molti lo utilizzano come sostituto dello zucchero per dolcificare le bevande o per la preparazione di dolci e biscottini di vario genere.
Purtroppo queste abitudini non sono proprio "corrette" e ne vediamo subito il perchè. Da quando ho approfondito le mie conoscenze in merito, il mio modo di utilizzare il miele è decisamente cambiato.

Quali sono le proprietà del miele?


Possiamo considerare il miele come un super-alimento; è ricco di minerali, antiossidanti, aminoacidi,enzimi. Fin dall'antichità, al miele grezzo, sono state riconosciute proprietà che oggi la scienza ha confermato.
La sua composizione però varia  a seconda dell'ambiente in cui vivono le api e di come viene poi raccolto e trattato.
E' un noto riequilibratore dell'organismo, antinfettivo interno ed esterno, antiacido per lo stomaco, tonico digestivo, lassativo, vitaminizzante, febbrifugo ed energetico.
Pensate che è molto efficace anche per disinfettare le ferite ed ottimo cicatrizzante (è sufficiente applicarne un piccolo strato sulla ferita).
Al contrario lo zucchero bianco contiene unicamente saccarosio ed è totalmente privo di tutti gli importanti nutrienti che fanno del miele uno dei dolcificanti naturali più pregiati.
Attenzione però a non abusarne. Si tratta di un ottimo "integratore naturale", proprio per questo va assunto nelle giusti dosi.

Come assumere il miele?

Un ottimo modo per consumare il miele e sfruttarne tutte le proprietà, è di scioglierne un cucchiaino in un bicchiere di acqua tiepida, nella quale si è spremuta qualche goccia di limone, la mattina a digiuno. Oppure spalmato su una fetta di pane fatto in casa, o una fetta biscottata.
Ho specificato acqua tiepida non calda, perchè il miele se scaldato a temperature superiori ai 40° perde buona parte dei suoi nutrienti.
Ecco perchè la cottura in forno lo priva di tutte le proprietà, tranne del suo potere dolcificante.
Non vi sto dicendo che non potete utilizzare il miele in sostituzione dello zucchero nei dolci, sappiate però che perderete tutto il potere nutritivo.
Il miele, sopratutto il miellefiori, conferisce ai dolci una fragranza unica ed irresistibile e molti lo utilizzano proprio per questo motivo in sostituzione dello zucchero.

Quale miele acquistare e come conservarlo?

Acquistate sempre miele grezzo di ottima qualità, possibilmente di origine italiana e controllate che su sull'etichetta sia indicato il nome del produttore.
E' molto importante che si tratti di miele vergine integrale artigianale.
Gli zuccheri di cui è composto il miele sono glucosio e fruttosio. Il primo tende a cristallizzare e indurire, mentre il secondo resta liquido.
Il miele molto ricco in glucosio tenderà a cristallizzare ovvero a solidificare molto più in fretta di quello più ricco di fruttosio. Alcuni tipi di miele industriale vengono sottoposti a particolari trattamenti a base di calore per renderli liquidi, quindi attenzione non fatevi ingannare. Un buon miele naturale, tende sempre a cristallizzare.
Per riaverlo liquido potete scaldarlo a bagnomaria, ma attenzione, ad una temperatura non superiore ai 40°.

Conservatelo al riparo dall'aria, dalla luce e dall'umidità.

























4 commenti:

  1. Io per fare i dolci (generalmente i biscotti al miele) compro sempre il normale miele industriale dal discount... Ma so perfettamente che non posso pretendere null'altro se non il buon sapore.
    Quando invece devo mangiarlo sulle gallette di riso (lo adoroooo) ne uso uno a km0, prodotto in una piccola azienda nella mia città. Questo ha un sapore tutto particolare, non si avvicina nemmeno a quello industriale, e appunto cristallizza.

    Maira

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Maira per il tuo commento.
      E' proprio vero non c'e' paragone tra il miele industriale e quello artigianale..
      P.s.: anche io lo adooooro sulle gallette!

      Elimina
  2. grazie per le informazioni. ciao buona serata cry

    RispondiElimina
  3. Hai ragione, non andrebbe scaldato.. ma nei dolci è così buoooonoooo!!! :) Io ne ho sempre di vari tipi in casa, lo prendo in confezioni piccolissime per poter variare spesso... e rigorosamente a km0 o poco ci manca!

    L’angolo della casalinga, ricette veloci e facili

    RispondiElimina

DIMMI COME LA PENSI.
Per commentare utilizza un account Google/Gmail, altrimenti la modalità "anonimo".

La Magia è credere in se stessi: se riusciamo a farlo, allora possiamo far accadere qualsiasi cosa. (Goethe)