giovedì 13 ottobre 2016

Quando ti dicono che il tuo libro costa troppo


Qualche giorno fa, una mia lettrice, ha lasciato sul blog un commento, in cui mi rimproverava di non avere mantenuto la promessa di pubblicare una ricetta che mi aveva inviato, ed esprimeva il suo disappunto per il prezzo del mio ultimo e-book: "Il sapone di Ste, ottimi saponi, piccola spesa,minimo sforzo". Sosteneva che 14,50 euro per un libro in formato elettronico è un prezzo eccessivo.


In un primo momento mi sono sentita alquanto indispettita. Forse più per il tono che per le parole.

Ricevere delle critiche, fa sempre male ma sono convinta che offrano sempre buoni spunti di riflessione.
Mi piace moltissimo questa frase di Pablo Picasso:

“Non giudicare sbagliato ciò che non conosci, prendi l'occasione per comprendere.” 

Lei ha espresso il suo parere, e dal suo punto di vista ha certamente ragione. 
In primo luogo, nella risposta che le ho dato, mi sono scusata perché davvero mi sono dimenticata di pubblicare la sua ricetta. Un gesto assolutamente non voluto, poiché pubblico sempre volentieri i contributi delle mie lettrici.
Su questo ha tutte le ragioni e le chiedo ancora pubblicamente scusa.

Sul prezzo dell'e-book, le cose sono un pò più complesse. Certamente ha ragione quando sostiene che 14,50 euro per un e-book non sono pochi, anche perché siamo abituati ad acquistarli per pochi spiccioli.

Voglio però approfittare di questo suo commento per dettagliare le motivazioni che mi hanno portata a fissare quel prezzo. 
Non voglio convincere ne lei ne nessun altro della "bontà" delle mie ragioni, mi limito solo ad esprimere il mio punto di vista, che naturalmente sarà condiviso da alcuni e respinto da altri.
Però mi piace tenere sempre aperto il dialogo anche e soprattutto con le persone, che non la pensano come me, credo che avere punti di vista diversi non intralci la possibilità di una relazione, ma possa invece arricchirla, quando è basata sul rispetto reciproco.

Come molti di voi sapranno, ho distribuito gratuitamente per più di tra anni, un e-book, che illustrava le basi dell'auto-produzione di sapone.
Mi è stato richiesto da oltre 1000 persone. Alcuni mi hanno anche inviato le foto dei primi saponi, realizzati grazie alla mia guida. 

Ad un certo punto però ho sentito l'esigenza di creare un e-book, più completo, il libro che io avrei desiderato avere tra le mani quando ho iniziato a cimentarmi con i primi saponi.
Un libro essenziale ma completo, che potesse agevolare in tutto e per tutto chi era alle prime armi, e chiarire i dubbi di coloro che invece già avevano prodotto i loro primi saponi, ma volevano qualcosa di più. 
In virtù delle mie esperienze, dei numerosi libri letti, delle ore perse su internet alla ricerca di materiale (e vi giuro che ce n'è tantissimo), ho iniziato la stesura del mio libro, ho realizzato le foto, impaginato e curato da sola tutti i dettagli.
Ho cercato un sistema che consentisse a chi acquistava il libro di riceverlo immediatamente nella casella di posta, senza che questo mi costasse troppo in termini di commissioni.
Forse non tutti sanno che il prezzo di copertina non è quello che finisce nelle tasche dell'autore. Ci sono i prelievi di pay-pal, c'è il prezzo per il servizio che si occupa dell'invio del link per scaricare l'e-book e via discorrendo, ma questi sono solo dettagli marginali.

Ciò che conta è che alla fine sono riuscita nel mio intento. Ho realizzato ciò che volevo.
Di certo il mio libro non è il migliore presente sul mercato, ma il mio intento non era quello. Volevo realizzare una guida che aiutasse le persone a produrre sapone di qualità senza sprecare troppo tempo e soldi. 
Tutto ciò che è all'interno del libro va in questa direzione.

Non potevo neppure permettere ai lettori di decidere il prezzo con una donazione, come avviene per il mio e-book sulla cosmesi fai da te . Questo lavoro è stato davvero molto impegnativo per me, e ritengo giusto che spetti a me stabilire il prezzo, attribuirgli un valore.

Non è un libro destinato a tutti, come lo è stato l'e-book che ho distribuito gratuitamente. E' riservato a coloro che sono realmente motivati, desiderosi e decisi a produrre sapone in casa, per il loro benessere, per quello dei loro famigliari e dell'ambiente.


 "Non camminare dietro a me, potrei non condurti. Non camminarmi davanti, potrei non seguirti. Cammina soltanto accanto a me e sii mio amico".  Albert Camus








4 commenti:

  1. Cara,carissima Stefania. Sono nonna Fafy e non voglio aggiungere nulla a quanto tu hai già scritto. Io dico solo che non finirò mai di ri.graziato per le tue splendide ricette cosmetiche perché grazie a te da due anni che io uso solo ed esclusivamente, vusto che dopo la ke menopusa sono diventata intollerante a tutto. E che,sempre grazie a te, ho finalmente una pelle invidiabile. Non darti amareggiato inutilmente da chi non ti apprezza né apprezza il lavoro che c'è dietro la stesura di un.libro come il tuo. Ti abbraccio forte forte. Nonna Fafy

    RispondiElimina
  2. Carissima Nonna Fafy, grazie mille per le tua parole, mi rendono immensamente felice!
    Grazie grazie di cuore.


    RispondiElimina
  3. Salve,
    Le do il mio supporto per il suo lavoro.
    Non si preoccupi di quello che può dire qualcun'altro verso di lei: è un ottimo spunto di riflessione ma non deve andare oltre.
    Il suo lavoro è un'opera creativa ed è giusto che abbia un ritorno, le posso dire che ci sono libri sul genere meno curati del suo che costano molto di più, eppure vendono, spesso a gente che una volta acquistati li mette in libreria e non li apre mai o quasi.
    Quando l'umanità seguirà un cammino in cui si sarà affrancata dal concetto di pagare per vivere (paghiamo per l'acqua che beviamo e per il cibo che consumiamo) allora sarà giusto fornire il proprio aiuto gratuitamente perché avremo modo di dedicarci ad esso senza il peso sul cuore del sistema moribondo che succhia come una zecca morente (con tutto il rispetto per le zecche) le energie (anche monetarie, in fondo il denaro è una forma di energia del vecchio sistema) delle persone.
    Questo per dirle, stia tranquilla e vada per la sua strada, e se ci capitasse di incontrarci sarò ben lieta di bere una tazza di té con lei.

    Saluti e buona vita

    RispondiElimina
  4. Salve Silvana, la ringrazio per il supporto, che ho molto apprezzato. Il suo punto di vista è ampio e la riflessione molto profonda.
    Se per lei va bene mi piacerebbe poterci dare del tu, in attesa di un incontro per una tazza di te in cui poter approfondire la reciproca conoscenza.
    Un caro saluto
    Stefania

    RispondiElimina

DIMMI COME LA PENSI.
Per commentare utilizza un account Google/Gmail, altrimenti la modalità "anonimo".

La Magia è credere in se stessi: se riusciamo a farlo, allora possiamo far accadere qualsiasi cosa. (Goethe)