lunedì 8 gennaio 2018

Tornare in salute (ed in forma) dopo le feste e non solo


Se durante le feste avete esagerato lasciandovi giustamente andare ai piaceri della tavola, gustandovi sino in fondo le leccornie che fanno onore alla nostra ricca tradizione culinaria, ora vi sentirete un po' appesantiti, con la pancia gonfia e tanta voglia di rimettervi in forma.
Stomaco, intestino affaticato e spossatezza possono essere alcune delle conseguenze delle "scorpacciate" natalizie e per fortuna sono disponibili rimedi che non solo ci permetteranno di tornare in forma, ma anche di recuperare la salute, fare scorta di vitamine e perdere qualche chilo di troppo.
Sto parlando di frutta e verdura rimedi naturali alla portata di tutti.
Ma vediamo in dettaglio quali sono i migliori e come possiamo consumarli per massimizzarne i  benefici.


Centrifugati, succhi e frullati: facciamo chiarezza



Nonostante le diverse scuole di pensiero in materia di alimentazione e dietetica, tutti (dietisti, naturopati e medici) concordano sull'importanza di assumere attraverso il cibo i nutrienti base: vitamine, minerali ed enzimi.
Il miglior modo per fare il pieno di vitamine e minerali è quello di autoprodursi in casa succhi di frutta e verdura. 
Ma a cosa dare la preferenza? Ai frullati, alle centrifughe o ai famosissimi succhi vivi prodotti con l'estrattore?
Conosciamoli meglio per poter scegliere ciò che fa al caso nostro.

I frullati o smoothie


Molti si avvicinano al mondo dei frullati perché stanno cercando una alternativa alla colazione che sia veloce e sana. Sono un sistema gustoso e perfetto per incrementare il consumo di frutta e verdura (c'è d'altronde un limite alle insalate che possiamo mangiare!) e ci permettono di sperimentare infinite combinazioni di sapore. Essendo ricchi di fibre ci danno un senso di sazietà con ridotto apporto di calorie.
L'unico inconveniente è che la presenza di fibre e l'aria che si viene ad incamerare a causa dell'azione delle lame del frullatore, potrebbero disturbare persone particolarmente sensibili dal punto di vista digestivo.

Se desiderate esplorare questo mondo vi consiglio un libro che per me è stata una immensa fonte di conoscenze:

365 Frullati Vegan
€ 16.5
Lo trovi su Macrolibrarsi.it

Troverete tante indicazioni su come utilizzare al meglio frutta e verdura, scoprirete i segreti di vitamine e minerali, imparerete a scegliere i migliori dolcificanti e troverete tantissime ricette per preparare frullati di ogni genere: disintossicanti, calmanti, energizzanti, rinforzanti, dimagranti e tanto altro ancora.

I centrifugati  e succhi vivi


I centrifugati a differenza dei frullati hanno un basso contenuto di fibre poichè questa viene eliminata per lasciare un succo piuttosto liquido.
Se la frutta e la verdura sono biologiche potete utilizzarle con la buccia altrimenti meglio eliminarla.
Evitate di inserire frutta molto polposa come le banane o l'avocado oppure frutta secca.
Una centrifuga per funzionare al meglio ha bisogno di una certa potenza (si dice almeno 1000W), questo fa si che girando ad alta velocità produca calore che rischia di deteriorare vitamine ed enzimi.

I succhi vivi invece sono preparati con l'estrattore che spremendo frutta e verdura a bassa velocità non genera un surriscaldamento, per cui frutta e verdura mantengono inalterate vitamine ed enzimi.

In realtà secondo uno studio di Altroconsumo  effettuato sui succhi prodotti, la concentrazione delle sostanze benefiche resta la stessa sia che il succo venga prodotto da una normale centrifuga che da un estrattore.
Naturalmente tutto dipende da che tipo di estrattore e che tipo di centrifuga, perchè sono convinta che acquistare prodotti di qualità faccia sempre la differenza.

In ogni caso una cosa è certa: gli estrattori battono le centrifughe per quanto riguarda la resa: a parità di quantità di frutta e verdura inserita nell'apparecchio spremono molto di più delle centrifughe.
Di questo fatto, vi posso dare testimonianza diretta.
Quando dalla centrifuga sono passata all'estrattore la prima cosa che ho notato è il notevole aumento della quantità si succo prodotta con considerevole riduzione dello spreco.
Inoltre con gli estrattori è possibile preparare ottimi latti vegetali!

Scegliete sempre prodotti di qualità  eccellenti sul piano dei materiali prodotti da aziende che dedicano cura particolare alla qualità dei componenti ed alle materie con cui sono prodotti. Costano un po' di più ma ne vale decisamente la pena visto che durano una vita.

Ecco un prodotto che ritengo eccellente (e potete vederlo anche dalle recensioni):

Perchè consumare i succhi invece di frutta e verdura intere?


I succhi ottenuti sia con la centrifuga che con l'estrattore sono  un vero concentrato di vitamine, minerali ed enzimi che grazie all'assenza di fibre sono facilmente assimilati dall'intestino. Un solo bicchiere di succo concentra una gran quantità di nutrienti altamente assimilabili e digeribili che difficilmente riusciremmo ad apportare nella nostra dieta con i normali pasti.

I succhi hanno inoltre un elevato potere idratante e disintossicante, aiutano a depurare l'organismo, alleviano problemi quali stitichezza, coliti, mal di testa e prevengono l'insorgere di malattie infiammatorie, rigenerano l'organismo ed integrano in maniera naturale la nostra alimentazione.

Le regole d'oro per consumare succhi e frullati




  • Vanno consumati almeno mezz'ora prima dei pasti altrimenti potrebbero interferire con la digestione.
  • Beveteli subito appena preparati per evitare la perdita di preziose sostanze nutritive.
  • Meglio non mescolare frutti acidi come arancia e limone con altra frutta o verdura perchè potrebbe interferire con la digestione.
  • Non unite troppa frutta e verdura diverse; al massimo 3 o 4 tipi non di più. L'unico frutto che io mescolo con la verdura è la mela perché si combina perfettamente con tutte le verdure.

Centrifugati e succhi: le ricette per tornare in forma



Ho selezionato le ricette che prevedono l'impiego di frutta e verdura di stagione e che sono ideali per fare il pieno di vitamine, sali minerali, enzimi ma anche per drenare, disintossicare e depurare.
Sono tutte da provare; inseritene almeno un grande bicchiere al giorno (noi in famiglia non ci rinunciamo mai!) non potrete più farne a meno.

1) Spinaci, finocchio e mela

(per circa 4 bicchieri di succo)
  • 2 finocchi grossi
  • 2 mele
  • 2 manciate di spinaci

2) Mela, limone e zenzero

(per circa 4 bicchieri di succo)
  • 4 mele
  • 1 limone
  • 1 pezzetto di radice di zenzero

3) Finocchio, sedano, mela

(per circa 4 bicchieri di succo)
  • 2 mele
  • 3 finocchi
  • 3 gambi di sedano da circa 15 cm

5) Arancia, pompelmo e zenzero

(per circa 4 bicchieri di succo)
  • 3 arance
  • 2 pompelmi
  • 1 pezzetto di radice di zenzero


6) Barbabietola rossa, mela e carota

(per circa 4 bicchieri di succo)
  • 1 barbabietola rossa 
  • 2 mele
  • 2 o 3 carote

Pronti per ripartire e ricominciare l'anno all'insegna della salute e dello stare bene?
Io in verità anche durante le feste non ho mai interrotto la mia routine quotidiana di succo vivo e neppure i miei bambini che da quando sono piccoli lo consumano regolarmente. Questo li aiuta ad affrontare l'inverno senza incorrere nei malanni di stagione e senza dover consumare troppe verdure crude che, come tutti i bambini, non amano particolarmente.
Il succo è sicuramente un modo per far fare anche a loro un pieno di vitamine e minerali altrimenti molto difficile da realizzare con la normale alimentazione.



***

Iscriviti alla Newsletter per ricevere gli ultimi articoli e le risorse gratuite


8 commenti:

  1. Bellissimo post, molto utile, grazie!

    RispondiElimina
  2. Ho appena provato mela/sedano/finocchio, molto buono. Nei prossimi giorni proverò anche gli altri. Ho acquistato da poco l'estrattore e cercavo proprio delle ricette! Grazie!

    RispondiElimina
  3. Mi fa molto piacere!!!! Grazie Rosy😘

    RispondiElimina
  4. Ciao, ti seguo da poco ed è la prima volta che ti scrivo. L'anno scorso, dopo esserci molto documentati, abbiamo acquistato proprio l'Estraggo pro e ovviamente ne siamo molto soddisfatti! Ogni giorno non manchiamo l'appuntamento col nostro bicchierone di succo, che per il momento ci ha esentati da ogni tipo di malanno stagionale. Per mia figlia poi che praticamente non mangia verdura questi succhi sono una manna dal cielo!
    Grazie per gli utili consigli che puntualmente ci regali.
    Donatella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Donatella per avere condiviso la tua esperienza!

      Elimina
  5. ma se una persona non può comprarsi estrattore/centifuga o simili e se oltretutto non riesce a ingoiare frullati e quant'altro, come fa comunque a disintossicarsi?....
    Grazie
    Giusi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giusi vi sono centrifughe che costano 40/50 euro quindi piuttosto economiche che danno buoni risultati..l alternativa e' mangiare frutta e verdura crudi interi, brodi vegetali e bere tanta acqua😊

      Elimina

DIMMI COME LA PENSI.
Per commentare utilizza un account Google/Gmail, altrimenti la modalità "anonimo".

La Magia è credere in se stessi: se riusciamo a farlo, allora possiamo far accadere qualsiasi cosa. (Goethe)