giovedì, gennaio 9

PULIZIA ECOLOGICA DEL FRIGORIFERO


Ogni tanto dedico delle giornate alle pulizie particolari.
Ovvero a quelle 'zone' della casa che richiedono attenzioni non a cadenza giornaliera o settimanale, ma comunque regolari e profonde.

La pulizia del frigorifero rientra tra queste.
Di solito lo svuoto completamente prima di fare la spesa, quando è più vuoto perchè mi facilita il lavoro
Estraggo i ripiani e li pulisco con semplice acqua e poche gocce di detersivo piatti, oppure con il detersivo fai da te per superfici. Risciacquo con cura e non occorrono altri accorgimenti.

Detersivo fai da te per superfici: la ricetta


Ingredienti

  • 1 cucchiaino di detersivo piatti concentrato biologico
  • 1 cucchiaino abbondante di bicarbonato di sodio
  • 20 g di alcol buongusto 96 gradi
  • 450 g di acqua, distillata o basso residuo fisso

Sciogliete il bicarbonato in acqua e filtrate con un colino in modo da eliminare i residui di bicarbonato.
Versate l'acqua in uno spruzzino e unite il detersivo piatti e l'alcol.
Agitate.
Il detergente è pronto.

N.B.
La quantità di alcol prevista è inserita nella ricetta per favorire la conservazione, non ha nessuno scopo igienizzante.

Se ci sono zone in cui lo sporco è più ostinato impiego un poco di bicarbonato che strofino sulla parte interessata con una spugna umida.

Aceto e bicarbonato non igienizzano


Ho trovato in rete indicazioni riguardo la pulizia del frigorifero con acqua e bicarbonato oppure con aceto. Entrambe le soluzioni non solo non igienizzano il vostro frigorifero, ma non sono neppure sufficienti ad eliminare lo sporco più grasso.
Il  bicarbonato in polvere, come vi ho indicato, è invece perfetto per la sua delicata azione abrasiva che ci consente di rimuovere eventuali incrostazioni più ostinate.
Oppure potete metterne un poco in una ciotolina per assorbire gli odori.

Riporre la spesa in frigorifero: come farlo in modo corretto


Dopo avere pulito a fondo il frigorifero, è necessario riposizionare i cibi al suo interno e, come di certo saprete, il  cibo non va riposto a caso nel frigorifero.

Ogni comparto ha la sua temperatura, non è omogenea in tutto l'apparecchio. Esiste un criterio per posizionare gli alimenti al suo interno che allunga la vita dei prodotti, per cui è di fondamentale importanza se vogliamo evitare inutili e dannosi sprechi.

Queste le indicazioni generali:


1) In alto: conserve aperte e uova ( 4/5 °)
2) Più sotto: affettati, carni e formaggi (3/4 °)
3) Ancora giù: pesce e carne cotta, avanzi,
 pasticceria, insalata prelavata (2/3°)
4) Sotto: pesce e crostacei, carne cruda ( 0/2°)
5) In fondo: frutta e verdura cruda (6°)


Quando il frigorifero è pulito e la spesa riposta sono sempre molto soddisfatta e mi concedo un bel premio che, a seconda del momento, puo' essere del tempo per me oppure un bel dolcetto😊





I 20 progetti che vi propongo in questo e-book vi permetteranno, senza fatica e stress, di sistemare armadi, cassetti, ripiani ed ogni angolino di casa.












6 commenti:

  1. Mi piace molto questo sistema. Ho dato uno sguardo anche al detergente che produci, che non mi era mai capitato ancora sotto gli occhi: ottima e ecologica idea, come sempre!!! dovrò provare, prima o poi!!!!
    Proprio oggi parlavo degli utilizzi dell'aceto, guarda un po' che ti trovo anche qui?? ^_^

    RispondiElimina
  2. Che frigo ordinato:-)
    Il detergente sembra ottimo. Ci proverò anche io.
    :-)

    RispondiElimina
  3. Bravaaaaaaaa!!! Un bacio Michi

    RispondiElimina
  4. davvero ecologico questo sistema...e penso che lo utilizzerò!!
    Grazie hai sempre consigli fantastici!
    Sonia
    [http://matrimoniandoconlosponsor.blogspot.com/]

    RispondiElimina

DIMMI COME LA PENSI.
Per commentare utilizza un account Google/Gmail, altrimenti la modalità "anonimo".

La Magia è credere in se stessi: se riusciamo a farlo, allora possiamo far accadere qualsiasi cosa. (Goethe)