martedì 18 febbraio 2014

FARE IN CASA PROFUMI NATURALI


Il profumo eccita l'immaginazione più di ogni altro stimolo; le fragranze dei fiori e delle erbe aromatiche, raccolte nel loro massimo splendore, possono essere  'imprigionate' in un'acqua floreale, per poi evocare un piacevole ricordo in ogni  momento dell'anno.

Gli infusi d'erbe non hanno lunga durata, quindi è necessario usare dell'alcool o dell'olio per conservarne la fragranza e realizzare fra le mura di casa il nostro profumo personalizzato.
Per un aroma più intenso è consigliabile l'alcool.

Le acque floreali sono indicate come tonico, essenza o profumo.

Le acque di fiori: la ricetta

1 tazza di fiori di lavanda, rosa o fiori d'arancio
1/4 di tazza di alcool etilico

  • Lasciate macerare gli ingredienti in un barattolo con tappo a vite agitando ogni giorno.
  • Filtrate e travasate in una bottiglia di vetro scuro.
Oppure

40 gocce di olio essenziale a scelta
(lavanda, rosa, neroli..)
50 ml di acool etilico

  • Versate  il tutto in una bottiglietta con tappo e agitate bene.
  • Lasciate depositare il preparato per due giorni e agitate di nuovo.
  • Travasate in una bottiglia di vetro scuro con tappo.


Io ho preparato  il mio personale profumo alla lavanda fai da te, al quale ho aggiunto poche gocce di olio essenziale di vaniglia.... mi piace versarne anche un poco sul cuscino o sul pigiama prima di andare a letto per conciliare il sonno.

E voi ?

17 commenti:

  1. ciao .ho conosciuto il tuo blog grazie all'iniziativa di Kreattiva e mi sono unita al tuo blog,se ti va passa nel mio ,mi farebbe molto piacere..http://ciochehoimparatodallavita.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benvenuta! passo a trovarti volentieri.
      Ste

      Elimina
  2. Ciao,ti scrivo per la prima volta e ti faccio i miei complimenti,mi piace moltissimo il tuo blog.Innanzitutto ti ringrazio perchè ho richiesto la guida del sapone e mi è arrivata subito! Molto bella e utile,sto facendo saponi da qualche mese,quelli da bucato,anche con oli esausti mischiati e quindi più imparo e meglio è..Non uso oli essenziali poichè li trovo molto costosi,e poi mi sembra evaporino in fretta.Ma questo alla lavanda posso metterlo nel bucato in qualche modo,magari nell'acido citrico che io uso come ammorbidente?Ma l'alcol etilico è quello rosa o quello per liquori trasparente? Grazie infinite

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! sono davvero felice che ti sia piaciuta la guida! sai che anche io ultimamente non aggiungo gli oli essenziali specie nel sapone da bucato...proprio per il motivo che hai indicato tu...tanto non resta il profumo sugli abiti...e poi l'importante per me è che puliscano.
      Anche se li metti nell'acido citrico o nel risciacquo finale non restano ..ma la fragranza dopo poco se ne va.
      Io intendo l'alcol bianco il 'Buongusto' che si utilizza per i liquori!
      A presto!
      Ste

      Elimina
    2. Grazie mille per la celere risposta! Mi interessava il discorso profumazione poichè il sapone da bucato lo faccio anche con aggiunta di oli esausti,magari quelli che non danno forte odore.Oli essenziali troppo cari,volevo provare qualcosa di naturale,tipo oleoliti o infusi di erbe,magari che ne so,eucalipto...Forse tu saprai darmi qualche dritta.Io poi uso anche un sequestrante fatto da me,poichè ho letto che anche con i saponi fatti con olio nuovo,i vestiti possono alla lunga odorare di rancido.Tu che ne pensi?A te che hai di sicuro più esperienza,succede? Scusami per le tante domande,ma il discorso mi interessa molto,soprattutto in questo periodo della mia vita dove devo stare attentissima ai costi e risparmiare più che posso.E un'occhio all'ecologia non guasta,chi più chi meno,deve pensarci.Grazie mille Ste,per la pazienza e l'impegno.

      Elimina
  3. Per gli oleoliti certo sono un'ottima alternativa agli oli essenziali.
    Trovi le indicazioni per realizzarli qui :
    http://maghelladicasa.blogspot.it/2013/05/oleoliti-per-lestate.html
    Ti consiglio di continuare ad usare il sequestrante a meno che tu non abbia un filtro che riduce il calcare nell'acqua di casa tua. Io uso il sapone fatto in casa da 2 anni e non ho mai avuto problemi di 'cattivo odore' sui vestiti. Resto a tua disposizione per qualsiasi altra informazione. A presto. Ste

    RispondiElimina
  4. C'è un premio per te, se ti va vieni a dare un'occchiata!

    RispondiElimina
  5. Grazie per l'informazione,ora vado a curiosare!ho scoperto il blog da poco e l'ho perlustrato bene,ma quello mi era sfuggito.Scusami,ma volevo sapere una cosa:tu fai sapone con solo olio nuovo o mischi anche l'esausto?perchè in effetti quello che ho fatto con olio fresco,non lascia odori,nel tempo non lo so devo verificare con l'esperienza. Mi aiuterebbe sapere questo.Grazie e scusa per le tante domande.E complimenti di nuovo davvero,sia per l'aiuto e per le risposte veloci,dovrebbero darti un premio solo per questo!! un caro saluto.

    RispondiElimina
  6. Grazie sei molto gentile!
    Io ho sempre fatto il sapone con l'olio nuovo....Io non ho l'olio esausto perchè non friggo mai...e lo utilizzo quasi sempre a crudo sugli alimenti...
    NOn ho quindi esperienza di saponi realizzati con oli esausti....Ho un libro a casa in cui spiega come realizzarli e l'autrice garantisce che non fa cattivo odore.
    A presto!
    Ste

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io friggo poco,ma a volte capita,e usandone in combinazione con olio d'oliva e di semi nuovo,ce ne vuole poco e la quantità di sapone che esce è tanta! Il libro ce l'ho anch'io e mi sa che è lo stesso...Bellissimo e esaustivo,ma amo confrontarmi anche con altre persone come sto facendo con te.Al limite sperimento,e nel mio piccolo ,ti posso far sapere,magari qualcuno che legge può interessare questo discorso.Gli oli esausti sono altamente inquinanti! Ad esempio ho notato che col tempo,maturando,forse puzza meno..Sto provando una lavatrice ora e verificherò.Vedremo.Ti saluto e scusami se ti ho impegnata tanto,di solito sono meno invasiva! buona giornata.

      Elimina
  7. Ciao, ma per quanto tempo devono macerare?

    RispondiElimina
  8. Ciao! lascialo almeno una settimana!
    a presto!
    Ste

    RispondiElimina
  9. Ciao, posso fare un profumo utilizzando solo: 50 ml di alcool alimentare e 40 gocce di olio essenziali di vaniglia, come hai scritto tu? Vorrei sapere, se il profumo così formulato dura a lungo oppure evapora in poco tempo, visto che la quantità di alcool è notevole. Potresti fare qualche ricettina di profumi naturali, usando delle fragranze cosmetiche?

    RispondiElimina
  10. Ciao Francesca, certo che puoi aggiungere olio essenziale di vaniglia. L'ultimo che ho realizzato era un mix tra olio di lavanda e vaniglia e mi piace tantissimo. A me piace molto l'odore delicato che lascia, di certo non è da paragonare ai profumi chimici che si trovano in commercio...e quindi rispetto a quelli evapora prima..ma io lo tengo in borsa e a metà giornata ne spruzzo una altro pochino. Sto approfondendo la conoscenza in questo campo e spero presto di pubblicare altre ricette...credo che opterò pero' sempre per l'utilizzo di oli essenziali puri, miscelati tra loro in maniera diversa, perchè le fragranze cosmetiche di solito non sono naturali....A presto Ste

    RispondiElimina
  11. Ciao, per quanto riguarda il profumo realizzato con gli oli essenziali, al momento del travaso, devo pure
    filtrare, con una garza o con un filtro per il caffè?
    Perchè il composto va travasato?
    Grazie.

    RispondiElimina
  12. Ciso Francesca, non devi filtrare se utilizzi gli oli essenziali per fare il profumo. E lo travasi se lo hai messo in un contenitore diverso da una bottiglia in vetro scuro, dove si conserva meglio e più a lungo.
    Ste

    RispondiElimina

DIMMI COME LA PENSI.
Per commentare utilizza un account Google/Gmail, altrimenti la modalità "anonimo".

La Magia è credere in se stessi: se riusciamo a farlo, allora possiamo far accadere qualsiasi cosa. (Goethe)