sabato 15 febbraio 2014

LA CRISALIDE DI UNA DJ: LA STORIA DI CINZIA


Oggi vi presento CINZIA che ci racconta la sua storia.
Cinzia è un'amica di vecchia data...dai tempi delle scuole medie...eh ne sono passati di anni!
Abbiamo frequentato anche le superiori assieme (Ragioneria...) ed anche se le nostre vite
hanno preso direzioni diverse, abbiamo sempre mantenuto vivo il legame di amicizia e
confidenza.
Ed ora a 40 anni ci ritroviamo di nuovo su un percorso comune, quello della famiglia
e dell'amore per la Natura e per le buone letture....ovviamente non mancano le serate
fra vecchie amiche fatte di chiacchiere e sane risate!

La storia di Cinzia

Qualche settimana fa mi trovavo a passare per Bologna, importante snodo autostradale che collega il nord con il centro-sud Italia.
Stavo percorrendo l’autostrada perché ero di ritorno da un bel week end ‘fuori porta’ nella splendida città universitaria, probabilmente l’ultimo che io e mio marito avremmo passato da soli, dato l’imminente arrivo del nostro primo bimbo.

L’aver attraversato quel tratto di sera, illuminato dalle luci notturne, mi ha riportato istantaneamente come in un flash a dieci anni addietro, quando rivedevo le stesse luci e ripercorrevo lo stesso itinerario per rientrare a casa nel cuore della notte dopo aver lavorato in qualche discoteca del Bolognese o del Modenese.

Ho pensato: ‘Accidenti, che trasformazione in soli dieci anni!’

Chi avrebbe mai pensato di passare dai lustrini del mondo della notte ad uno stile di vita di decrescita, ecosostenibilità, autoproduzione, volontariato per animali…. 
E pure una creatura in cantiere nel mio grembo?!?

La vita è proprio incredibile….
Partendo da una banale analisi in retrospettiva, concludo che, in effetti,  mi è sempre piaciuto vedere le cose da un differente punto di vista: le discoteche le vedevo dall’alto, perché ero io che mettevo i dischi e trascinavo le folle in meravigliose nottate di balli fino all’alba, non ero mai pigiata nella calca come tutti gli altri clienti del locale…
Ripenso sempre con molta gioia a quegli anni effimeri e spensierati, in cui mi divertivo in modo sano mediante qualcosa che farà sempre parte di me in quanto mera essenza vitale: la musica.

Ho conosciuto tante persone, stretto tante amicizie che ancora fanno parte del mio quotidiano nonostante gli inevitabili cambiamenti causati dal tempo che passa… o siamo noi che mutiamo e ‘passiamo’, mentre il tempo se ne sta esattamente lì fermo dove deve stare?
Chi può dirlo…

Man mano che sono trascorsi gli anni, la mia curiosità verso tutto ciò che ci circonda e la mia personale angolazione sono rimaste immutate, mentre si è chiuso spontaneamente il capitolo dei vinili e del trionfo dei decibel, e contemporaneamente si è amplificato quel germoglio, che è pur sempre esistito nel mio profondo, dell’amore per la Natura, il suo creato e le sue leggi.


C’è stata  quindi la formazione con laurea in Naturopatia, il forte desiderio di aiutare in prima linea gli animali in difficoltà mediante volontariato attivo, e l’inevitabile pulsione a vivere in maniera più naturale, nella speranza di lasciare il minor impatto possibile su questo Pianeta, di cui ricordo ogni giorno di essere soltanto un passante e, soprattutto, un Ospite.

Siamo esseri eterni in viaggio in una realtà peritura e impermanente…. Troppo spesso ce ne dimentichiamo! E per questo soffriamo!

Quando riesco a soddisfare gran parte dei bisogni della mia famiglia cercando di inquinare il meno possibile perché compro un prodotto alimentare a km zero, o uso un buon sapone fatto in casa dalla Ste e tutto naturale, o imparo come fare una crema per il viso, o preparo una buona ciambella anziché rivolgermi al mondo dell’industria alimentare confezionata, esprimo al massimo la mia gratitudine per questa Vita. 

E anche quando accompagno un gattino abbandonato o maltrattato presso la nuova famiglia che ha deciso di accoglierlo e donargli una seconda possibilità di essere felice, esprimo nuovamente al massimo quel sentimento di gioia dirompente per ciò che mi è stato dato.

Certo, il tutto può essere accompagnato da un bel sottofondo sonoro che vibra al ritmo dei Soul To Soul o dei Talking Heads, perché anche la musica è vita.
Con Amore e Gratitudine.


Ora aspetto le vostre storie, scrivetemi a: maghelladicasa@hotmail.it

1 commento:

  1. Magnifica testimonianza! Grazie per averla condivisa, Cinzia e Ste!!!

    RispondiElimina

DIMMI COME LA PENSI.
Per commentare utilizza un account Google/Gmail, altrimenti la modalità "anonimo".

La Magia è credere in se stessi: se riusciamo a farlo, allora possiamo far accadere qualsiasi cosa. (Goethe)