giovedì 13 febbraio 2014

PROFUMI : PERCHE' SCEGLIERLI NATURALI

                                                                 

Ma sapevate  che, a differenza dei cosmetici, che in etichetta riportano l'elenco completo degli ingredienti, nei profumi questo obbligo non c'e'?
Quindi non c' è modo di sapere con esattezza cosa contengano.

Le fragranze costituiscono solo il 10% del volume totale di un profumo.
Il principale ingrediente è un liquido solvente ( fino al 700 era l'olio), oggi quasi sempre alcol (etanolo).
Questo è ottenuto dalla fermentazione di zucchero, patate, uva e altri frutti ma anche dall'ossidazione dell'etilene con prodotti di cracking del petrolio.

Nei profumi c'e' sempre una parte di acqua, non più del 10% che serve a facilitare l'evaporazione e quindi a diffondere l'aroma.
Vengono inclusi nella preparazione anche chelanti e sequestanti  e altre sostanze come antiossidanti e conservanti di sintesi sostanze non proprio benefiche per il nostro organismo.

Va detto, che negli ultimi anni i profumi sintetici sono molto migliorati dal punto  di vista della sicurezza, ma molte ombre rimangono. 


Ecco perchè l'opzione naturale, quella derivata da soli oli essenziali e da frazioni degli stessi, continua a rimanere importante.

Ma come riconoscere un profumo naturale?


Come al solito la certificazione biologica è l'indizio più sicuro.
Anche alcune fragranze sono fortemente rivelatrici...a dispetto di tanti richiami pubblicitari, per esempio i profumi fruttati, dalla mora alla pesca, sono sicuramente sintetici, perchè non è possibile. almeno per il momento, ottenerli in modo naturale.

E voi? vi fate attirare dalle profumazioni esotiche e fantasiose ?

*Articolo tratto dalla rivista Terranuova

Nessun commento:

Posta un commento

DIMMI COME LA PENSI.
Per commentare utilizza un account Google/Gmail, altrimenti la modalità "anonimo".

La Magia è credere in se stessi: se riusciamo a farlo, allora possiamo far accadere qualsiasi cosa. (Goethe)