sabato 20 dicembre 2014

COME REALIZZARE ORIGINALI BIGLIETTI DI AUGURI CON I BAMBINI



Continuano i nostri laboratori con MAESTRA GLORIA. Quelli di Natale sono stati davvero appassionanti, divertenti e coinvolgenti.
La realizzazione dei biglietti di auguri ha stimolato tantissimo la creatività di mio figlio, che ha voluto realizzarne diversi anche a casa: per i nonni, gli zii e le maestre.

Questi biglietti sono davvero originali, facili da realizzare e di sicuro effetto.

Vediamo cosa vi serve per realizzarli:

  • fogli da disegno tipo Fabriano A3 ruvidi
  • brillantini in vari colori e perline
  • vinavil 
  • 1 pennello
  • qualche rametto di Thuja (la trovate nei vivai)

Come si realizzano



1) Piegate il foglio a metà
2) Strappatelo e dividete ciascuna parte ancora a metà
3) Tagliate ancora e piegate in due : ecco pronto il vostro biglietto




Rametti di Thuja


Brillantini di vari colori


Diluite del Vinavil in un po' di acqua e bagnate con un pennello il biglietto  poi appoggiate un rametto di Thuja sul biglietto ed applicate altra colla diluita:



Decorate con i brillantini colorati e le perline poi fate asciugare



Ecco alcuni dei biglietti realizzati dai miei bambini








Cosa ne dite?





4 commenti:

  1. Hai ragione Ste,facili,veloci e di effetto...oltre che educativi!bellissima idea...grazie!
    Buona domenica

    RispondiElimina
  2. Divertenti sicuramente! Anche d'effetto! :)
    Ultimi giorni prima delle feste...ti auguro Buone Feste Ste!
    Un abbraccio
    Roby

    RispondiElimina
  3. Sono veramente belli questi biglietti!
    E che bello farli con i bimbi.
    Grazie per averli portati alla nostra raccolta di Natale.
    Pinnati!
    Un abbraccio Maria

    RispondiElimina
  4. Sono proprio belli, divertimento e soddisfazione assicurata per i bambini. =)
    Dani

    RispondiElimina

DIMMI COME LA PENSI.
Per commentare utilizza un account Google/Gmail, altrimenti la modalità "anonimo".

La Magia è credere in se stessi: se riusciamo a farlo, allora possiamo far accadere qualsiasi cosa. (Goethe)