domenica 11 gennaio 2015

RAVIOLI DI PESCE



Ecco  un'ottima ricetta per fare mangiare il pesce ai bambini. 
Cerco di variare il più possibile i nostri menù proponendo ricette diverse e sfiziose.

Questa è una di quelle che continuano a chiedermi. In realtà l'unica "difficoltà" consiste nella preparazione della pasta, ma nulla di insuperabile.
Io amo preparare la pasta in casa, mi da enorme soddisfazione. Sono cresciuta tra cappelletti e ravioli e li ho sempre visti fare in casa mia dalla nonna e dalla mamma. Era una tradizione delle feste, e ancora oggi quando ci riuniamo a casa dei miei genitori sono spesso serviti in tavola e apprezzati da tutti.

La ricetta per preparare la pasta fatta in casa la trovate QUI .

Ingredienti per il ripieno

600 g di platessa
1 cipolla bianca o dorata
1 spicchio di aglio
2 patate
prezzemolo
sale 

Iniziate con la bollitura delle patate, rigorosamente con la buccia.
Una volta cotte, pelatele e fatele raffreddare.
In una padella antiaderente versate un poco di olio extravergine di oliva, aggiungete la cipolla e l'aglio  tritati e fate andare a fuoco basso sino a quando la cipolla non è cotta.
Riducete il pesce a tocchetti e versatelo in padella con la cipolla e l'aglio, poi continuate la cottura.
Se necessario aggiungete un poco di acqua.
Aggiungete le patate schiacciate finemente, il sale, il prezzemolo e continuate a fare insaporire.
A cottura ultimata mettete da parte e fate raffreddare il composto.

Quando sarà freddo stendete la pasta ( a mano o con l'apposito strumento) , fate tanti mucchietti che formeranno il ripieno dei vostri ravioli, chiudeteli e tagliateli nella forma e dimensione che preferite.

Intanto preparate un sugo di pomodoro semplice.

Cuocete i ravioli in acqua bollente e conditeli con il sugo. Servite immediatamente.

E voi la preparate la pasta in casa?







Nessun commento:

Posta un commento

DIMMI COME LA PENSI.
Per commentare utilizza un account Google/Gmail, altrimenti la modalità "anonimo".

La Magia è credere in se stessi: se riusciamo a farlo, allora possiamo far accadere qualsiasi cosa. (Goethe)