giovedì 23 aprile 2015

PROTEGGERE LA VITA DEI NOSTRI FIGLI: A VOLTE BASTA POCO



Lunedì scorso ho partecipato ad un corso di disostruzione delle vie aeree da corpo estraneo, organizzato dall'associazione SALVAGENTE APS. Un corso del tutto gratuito della durata di due ore.

Ci sono andata su consiglio di una cara amica. Due ore che hanno avuto per me un valore immenso. In questo post scriverò solo una piccola parte delle informazioni che ho appreso, perchè il mio intento è quello di invitarvi a visitare il sito dell'organizzazione per partecipare ad uno dei loro corsi o eventi.
Se non vi è possibile, informatevi su questo tema, anche semplicemente guardando un video su you tube.

Perché?

Perchè in Italia 50 bambini all'anno muoiono soffocati dal cibo e perché attraverso questo corso è possibile imparare una semplicissima manovra che ha successo nel 98% dei casi.
Questo significa salvare la vita ai nostri figli!


A causa della particolare conformazione della trachea i bambini fino ai 9-10 anni corrono un rischio maggiore di noi adulti di soffocare a causa di un cibo che va ad ostruirne il passaggio. Il picco massimo di casi si verifica da 0 a 4 anni di età.


Come prevenire l'ostruzione?

1) Si mangia sempre stando fermi. 
2) Non si mangia in macchina. Una buca, una frenata improvvisa potrebbero facilitare l'ostruzione.
3) Non fate mangiare i bambini con la TV accesa. 
I bambini, sino ad una certa età, non hanno tutti i denti, ne la muscolatura è perfettamente formata da rendere facile e agevole la masticazione.
Questo significa che per loro masticare è una fatica, ed anche per questo non ne hanno voglia.
La TV risulta una ulteriore distrazione.

A Torino è stato svolto uno studio su due gruppi di bambini. Il primo gruppo veniva fatto mangiare davanti alla tv mentre al secondo gruppo era vietata la tv ma, i bambini mangiavano in compagnia dei genitori che ogni tanto ricordavano loro di masticare con attenzione.
Il risultato dello studio mostra, che i bambini fatti mangiare davanti alla tv, avevano ingerito i cibi in pezzi 3 volte più grossi rispetto quelli che mangiavano in compagnia dei genitori.

4) Non offrite ai bambini cibi tagliati a rondelle, ad esempio wusterl o carote, che tra l'altro sono cibi ad alto rischio.

5) Attenzione a cibi come olive, noccioline, pomodori pachino, mozzarelline, uva, ma anche caramelle e gomme da masticare (pericolosissime) ed anche al prosciutto crudo.

6) Attenzione anche alle croste di pane e pizza, per i bimbi in età da svezzamento. Purtroppo questi cibi non si sciolgono in bocca e sono possibile causa di ostruzione i pezzetti che possono staccarsi una volta bagnati di saliva.

7) Ai bimbi più piccoli tagliate sempre i cibi in minusoli pezzi, in particolare quelli di forma rotondeggiante.
Oggi esistono sul mercato le  "retine per lo svezzamento" che  permettono al bambino di assaggiare pezzetti di cibo senza correre il rischio di soffocare, perché lo trattengono in maniera sicura.


Il corso insegna, non solo a prevenire gli incidenti domestici, con una adeguata formazione, ma anche cosa fare e soprattutto cosa NON FARE in caso di ostruzione e come attivare i soccorsi nel modo corretto.


Purtroppo ad oggi non c'e' una legge in Italia che obblighi il personale a contatto con i bambini, come le insegnanti, ma neppure chi lavora nella ristorazione a conoscere questa manovra.
Per questo motivo siamo noi genitori che dobbiamo informarci per difendere la vita dei nostri cari e non solo.

Anche il famoso chef stellato Carlo Cracco ha aderito all'iniziativa ed ha partecipato per primo nel campo della ristorazione italiana a questo importante progetto. Ha seguito con attenzione il corso per salvare non solo i bambini ma anche gli adulti da una possibile ostruzione, con il desiderio di promuovere a livello capillare la diffusione di queste importanti conoscenze.

Appena tornata a casa insegnato la manovra a mio marito in modo che anche lui sappia cosa fare in caso di necessità.

Fatelo anche voi, informatevi, è davvero importante.









Nessun commento:

Posta un commento

DIMMI COME LA PENSI.
Per commentare utilizza un account Google/Gmail, altrimenti la modalità "anonimo".

La Magia è credere in se stessi: se riusciamo a farlo, allora possiamo far accadere qualsiasi cosa. (Goethe)