giovedì 13 febbraio 2020

Focaccia semintegrale alle olive fatta in casa


Per le merende dei bambini la focaccia fatta in casa è di certo un'ottima e salutare soluzione. In realtà è perfetta anche come antipasto o da accompagnare a verdure e formaggi per una cera frugale e veloce. Potete servirla così com'è a piccoli pezzetti, oppure tagliarla e farcirla con quello che preferite; insomma le alternative sono numerosissime.

Solitamente le focacce che troviamo in panetteria sono unte e grasse spesso difficili da digerire; realizzarle in casa mi permette non solo di selezionare farine di qualità ma anche di contenere il quantitativo di grassi. 
Fondamentalmente impiego farine di origine biologica di tipo 2 (talvolta mescolata con farina integrale) conosciuta anche come farina “semi-integrale”; questo tipo di farina è ricco di fibre e nutrienti in quanto  il chicco di grano è macinato insieme a quasi tutta la parte esterna.
L'olio invece è rigorosamente extravergine di oliva.

Ma veniamo subito alla ricetta.


Focaccia semintegrale alle olive: la ricetta



Ingredienti

  • 500 g di farina tipo 2
  • 1 cucchiaino di lievito granulare secco biologico
  • 300 g di acqua
  • 60 g di olio di oliva
  • olive senza nocciolo quanto basta

Scaldate i 300 g di acqua senza farla scottare, mi raccomando. Versate il lievito e lo zucchero in una grande tazza ed unite l'acqua. Mescolate.

Lasciate riposare 20 minuti circa, sino a quando sulla superficie dell'acqua non apparirà una leggera "schiumetta", segno che il lievito si è attivato.

A questo punto unite le farine, il sale e l'olio, versate l'acqua con il lievito attivato ed iniziate ad impastare con vigore.

Mettete a riposare in una grande ciotola e coprite con un poco di pellicola, oppure con un panno umido (attenzione però non deve appoggiare sul'impasto).
Inserite la ciotola nel forno spento e lasciate lievitare, possibilmente tutta la notte, o comunque qualche ora.

Come il pane, anche la focaccia per essere digeribile e bella soffice deve poter lievitare a lungo;  ottimale è preprare l'impasto il giorno prima e lasciarlo lievitare tutta la notte.
Dopo questa prima lievitazione, impastate di nuovo ed appiattite l'impasto con un matterello prima di posizionarlo sulla teglia del forno rivestita con l'apposita carta (ora è il momento anche di aggiungere le olive).

Mettete tutto nel forno spento (o con la lucina accesa) e lasciate gonfiare di nuovo. Io lascio lievitare ancora un paio d'ore.
Per la cottura io procedo in questo modo: porto il forno a 150 gradi con la focaccia all'interno e faccio cuocere a fuoco basso per 10/15 minuti (in questo modo la focaccia cresce ancora), poi alzo la temperatura a 180°/200° e termino la cottura.
Questa è la modalità ottimale che io ritengo più adatta al mio forno; provate e vedete se puo' funzionare anche con il vostro!


***

Iscriviti alla Newsletter per ricevere gli ultimi articoli e le risorse gratuite



***





Tante ricette sane e gustose.
Mirati approfondimenti :
⏩come risparmiare in cucina
⏩come scegliere prodotti di qualità
⏩come riciclare gli scarti
e tanto altro ancora...


































2 commenti:

DIMMI COME LA PENSI.
Per commentare utilizza un account Google/Gmail, altrimenti la modalità "anonimo".

La Magia è credere in se stessi: se riusciamo a farlo, allora possiamo far accadere qualsiasi cosa. (Goethe)