lunedì 4 febbraio 2013

Correre d'inverno: suggerimenti




Ieri pomeriggio c’era un bel sole.
Mi sentivo stanca e impigrita nonostante il pisolino pomeridiano.
La bella giornata, il leggero strato di neve che ricopriva il paesaggio
trasmettevano un senso di pace indescrivibile. L’aria era frizzante.
Non potevo perdermi una giornata così.

Ho preso le scarpette da corsa, guanti, berretto e sono uscita di casa.
Ho corso 45 minuti fuori nelle campagne deserte.
Sono rientrata rilassata, carica, piena di energia!
E' proprio correndo che  è nata l'idea per questo post....



Sarebbe bene evitare di correre nei giorni in cui le temperature sono davvero
molto basse.
Questo vale in particolar modo per i principianti e per chi è soggetto a problemi
alle prime vie respiratorie.

Consigli sull’abbigliamento

 1) Si possono coprire le gambe con una calzamaglia da jogging, oppure, quando
     il freddo è più intenso con una calzamaglia e, sopra questa, una tuta leggera.

 2) Att.ne agli indumenti impermeabili!
     Possono creare problemi di traspirazione e dispersione del calore.
     Sono quindi da utilizzare solo in caso di vento, pioggia o se l’allenamento non
     è prolungato.

  3) Alcune zone del corpo come mani, piedi e padiglioni auricolari devono essere
      ben protetti quando si corre al freddo: guanti, berrettino e calzini della giusta
      pesantezza sono indispensabili per limitare la dispersione di calore.
Consigli per la seduta di allenamento

  1) Nelle giornate fredde, una volta che si è iniziato a correre è bene non fermarsi
      sino al termine della seduta.

  2) Evitate  di correre tratti molto veloci che costringono poi a rallentare
      sensibilmente. Diminuendo la velocità infatti il sudore può gelare sotto i
      vestiti e causare malanni.

   3) Al termine dell’allenamento cambiatevi subito e se possibile fate una doccia
      calda al più presto.

   4) Se il freddo è molto intenso dopo la seduta una bevanda calda  vi sarà di
       aiuto.

Curiosità

Dopo la doccia o il bagno si sopporta  il freddo meglio di chi non ha svolto alcun
tipo  di attività fisica.


RISORSE UTILI:



LO TROVI QUI


LO TROVI QUI

7 commenti:

  1. molto interessante. a presto e buona notte
    vania

    RispondiElimina
  2. Non volermene, ma io in inverno preferisco di gran lunga correre sul tapis roulant ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anche io uso quello quando le giornate sono davvero troppo fredde...quindi capisco perfettamente...

      Elimina
  3. Ecco.... adesso non ho più la scusa del freddo!!!! Cmq per ora camminata tosta tutte le mattine e correre solo nel week-end quando non ho davanti un passeggino!!!! Appena le giornate si allungano (e non manca poco a guardar fuori) correrò anche durante la settimana!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mamma mia complimenti davvero!!!
      bravissima! presto vedrai i risultati!

      Elimina
  4. anche io fino a qualche mese fà per tre volte a settimana insieme ad una mia amica uscivamo la mattina per fare una passeggiata a ritmo sostenuto per circa un'ora e mezza , però poi abbiamo smesso perchè entrambe iniziamo a lavorare appena i nostri figli entrano a scuola, anche se fortunatamente io non ho problemi di linea devo dire che mi manca uscire la mattina per respirare l'aria fresca, cosi ho deciso di organizzarmi meglio e di tornare a farlo, spero di coinvolgere anche la mia amica!!! cosi con un buon allenamento inzieremo anche a correre, ciao da sponsor personale

    RispondiElimina
  5. capisco benissimo cosa vuoi dirre. Anche io lo faccio per stare bene...per rilassarmi, per scaricare le tensioni e per ritagliarmi uno spazio tutto mio..
    Anche io ho ripreso camminando poi piano piano sono tornata a correre...mia vecchia passione...
    mi piace anche alternare...le camminate con le amiche e la corsetta preferisco farla da sola...
    a presto Roby!!!!

    RispondiElimina

DIMMI COME LA PENSI.
Per commentare utilizza un account Google/Gmail, altrimenti la modalità "anonimo".

La Magia è credere in se stessi: se riusciamo a farlo, allora possiamo far accadere qualsiasi cosa. (Goethe)