giovedì 24 luglio 2014

IL POTERE DEL DENARO


                                                                         foto dal web

Nella moderna economia tutto ruota attorno al denaro; i soldi sono in primo piano e non l'uomo.

"Il denaro smetterà di governare il mondo e di asservire gli uomini, solo se impareremo a farlo diventare nostro servitore anziché nostro padrone." (Uomo e denaro,pag. 38)

Tempo fa ho letto un libro davvero interessante UOMO E DENARO di P.Archiati. Mi è piaciuta tantissimo la visione che propone del rapporto tra l'uomo ed il denaro.
Mi ha fatto riflettere su tante cose...

Nel proporre la formula del libero apprezzamento per il mio nuovo e-book ( BELLEZZA AL NATURALE: GUIDA FACILE ALLA COSMESI FAI DA TE) mi sono rifatta a quanto proposto dall'autore di questo particolare testo.

Egli sostiene che:

"Dobbiamo operare una netta distinzione tra il semplice pagare e l'apprezzare. Nell'apprezzare il criterio di misurazione è relativo al consumatore con le sue esigenze, e non al produttore.
Se ricevo un servizio mi chiedo: quanto vale per me?" (pag.133)

"Con apprezzamento intendo che il destinatario di una prestazione sia in grado di valutare concretamente e liberamente quanto è importante per lui questa prestazione, come se ne sente favorito e quanto gli fa bene. (pag.135).

Di fronte al potere indiscusso del denaro non siamo impotenti, questo è il messaggio più forte del libro.

"Ma il singolo non è inerme, è invece l'unico che può fare qualcosa, persino molto. Deve solo avere il coraggio di cominciare da sé, e non subito dall'umanità intera. Molti vorrebbero riformare il genere umano, visto che l'impossibilità di farlo offre loro la miglior scusa per non fare niente. Al contrario, sono pochi quelli che iniziano seriamente da se stessi, perché in questo caso la scusa dell'impossibilità non regge." (pag. 160)

Ancora più importante:

"Tuttavia la cosa sorprendente è che questa onnipotenza del denaro porta nello stesso tempo un incremento del potere del singolo. I soldi sono proprio ciò di cui ogni uomo dispone liberamente, e ogni giorno. Ognuno ne riceve o ne guadagna, ognuno ne ha e ognuno ne spende." (pag. 160).

Siamo liberi di decidere se fare del denaro lo scopo della vita oppure un semplice mezzo. Abbiamo una completa libertà nei confronti del denaro e dobbiamo divenire sempre più consapevoli che il modo in cui lo spendiamo influenza direttamente l'incidenza del denaro sul genere umano.

Io ho iniziato dalle piccole cose di ogni giorno, ad esempio dalla spesa.

Come?

Privilegiando le aziende che operano nel rispetto della natura, che realizzano prodotti di buona qualità, che sono rispettose dell'ambiente.

Impariamo a guardare le etichette e non acquistiamo un prodotto o un servizio solo perché costa meno. 
Non è meglio pagare un prezzo più alto per un prodotto di qualità, premiando quindi l'azienda o la persona, e risparmiare sul superfluo? 
Non facciamoci quindi influenzare dalla pubblicità, ma diveniamo consapevoli e spendiamo i nostri soldi nell'intento di fare lavorare le persone che lo meritano, spingendo poi anche le altre azienda ad uniformarsi per poter vendere.

E voi? Quale è il vostro rapporto con il denaro?





Nessun commento:

Posta un commento

DIMMI COME LA PENSI.
Per commentare utilizza un account Google/Gmail, altrimenti la modalità "anonimo".

La Magia è credere in se stessi: se riusciamo a farlo, allora possiamo far accadere qualsiasi cosa. (Goethe)