mercoledì 30 maggio 2018

I piccoli gesti che cambiano il mondo: la storia di Valentina


Ho conosciuto Valentina qualche tempo fa perchè mi ha contattata dopo l'acquisto del mio e-book sul sapone, per avere risposta ad alcuni dubbi.
Mi sono piaciuti subito il suo entusiasmo e la sua voglia di fare ed abbiamo continuato a sentirci. Mi ha reso partecipe di tutti i suoi piccoli ma grandi traguardi: i primi saponi e detersivi fai da te e puntualmente ancora oggi, con mio grande piacere, mi tiene informata sui suoi progressi in ogni campo dell'auto-produzione.
Avere una lettrice così operativa, che segue le ricette ed i consigli ed è così positiva e soddisfatta è davvero il sogno di ogni blogger 😊.
Così le ho chiesto di condividere la sua storia, di come si è avvicinata al mondo dell'auto-produzione e di come, a piccoli passi, si sia incamminata lungo un percorso di vita più ecologico e sano.

La sua storia così vera e positiva, scalda il cuore e ci fornisce l'energia giusta e la fiducia necessaria per compiere quei piccoli gesti che, giorno dopo giorno fanno la differenza e possono, perchè no, cambiare il mondo.


La storia di Valentina




La mia storia di cambiamento inizia qualche anno fa, ma prima vorrei fare alcune premesse.
Non sono mai stata molto sensibile ai problemi legati all’ inquinamento, risparmio energetico, riciclo, lo devo ammettere, un po’ perché dai miei genitori non sono arrivati input in tal senso, un po’ perché le persone che vedevo invece più interessate a queste tematiche mi sembravano troppo estreme. 

Senza ombra di dubbio però ho avuto delle nonne molto brave in cucina, attente alla casa (senza eccessi, ma la giusta misura perché tutto fosse in ordine e pulito) e tra le mie zie, una bravissima a fare da mangiare e un’altra "riciclona" (lei forse molto, ma molto estrema, tiene qualsiasi cosa, nella sua casa si trova di tutto).
Ciò che mi attirava di più era la cucina e nonna e zia mi hanno sempre messo al lavoro quando andavo a trovarle, anzi, tante volte andavo proprio perché così si preparavano dolci o piatti tipici della nostra zona, la Valtellina.

Dove tutto ha avuto inizio


All’interno di un festival dedicato ai documentari ho avuto modo di ascoltare Tessa Gelisio, che avevo già visto in televisione ma che non seguivo con molta attenzione.
Quella sera presentava il suo libro “Ecocentrica” e parlava di come noi possiamo cambiare il mondo che ci circonda: ricordo che dava degli spunti semplici, che riguardavano la scelta delle cose da mangiare, la lettura delle etichette dei cosmetici, ma soprattutto sottolineava il fatto che erano proprio le nostre scelte che potevano rivoluzionare il mondo, quindi nel bene e nel male noi siamo comunque responsabili. 

Qualche giorno dopo sono andata a comprare il libro che è rimasto chiuso ancora per un po’ di tempo, ma quando l’ho aperto, in due giorni me lo sono letta tutto.
Da quel momento ho cercato altri libri per documentarmi sull’argomento e ho deciso che anche io volevo fare la mia parte.
C’era solo un problema: vivevo ancora con i miei genitori e non potevo rivoluzionare troppo la loro vita, mi serviva una strategia (che poi forse avrebbe cambiato un pochino anche loro vite).

Piccoli ma importanti cambiamenti


La cosa più semplice era partire dai cosmetici: finite le creme che utilizzavo (e non erano molte), ho preso del semplice burro di karitè, che uso ancora come crema viso. 
Quando facevo le pulizie in casa, utilizzavo solo il bicarbonato, poi tutti diranno che non igienizza, ma non mi interessava avere la casa sterile, come non mi interessa tutt’ora, ma se c'è dello sporco facendo una "pappetta" con l' acqua pulisce che è una meraviglia. Fare le pulizie diventava quasi divertente!


Poi ho scoperto la coppetta mestruale, quindi mi sono convertita e ho salutato gli assorbenti usa e getta. Qui è stato un po’ più difficile, ma alla fine sono riuscita a trovare la coppetta giusta per me. Nei giorni di flusso forte tengo sempre l’assorbente, ma di quelli lavabili, che non sono poi così difficili da pulire. Poi restando comunque non estrema, se mi capita di andare via e ho il ciclo e so che magari non posso svuotare spesso la coppetta, mi compro sempre un pacco di assorbenti usa e getta, ma comunque è un’eccezione.

Nel frattempo mi sono fidanzata, sposata e mi sono ritrovata a gestire casa e ho incrociato Maghella di Casa, che abbraccia un po’ il pensiero di cambiare il mondo ma senza essere estremi. 

Le pulizie non sono mai state il mio forte, ma avendo capito che è solo una questione di organizzazione ho provato: pulisco il bagno velocemente tutte le mattine e poi un giorno la cucina, un giorno la camera da letto, un giorno il soggiorno et voilà: tutto sempre pulito e in ordine senza fatica e senza ritrovarmi a pensare “oh no oggi mi tocca pulire”.
Ho scoperto anche che si può fare il sapone, così come i detersivi e da allora sono diventata il piccolo chimico di casa, come mi ha soprannominato mio marito. 
Per quanto riguarda la cucina ho la fortuna di avere un consorte che mangia qualsiasi cosa, quindi sperimento, cambio, invento. 
Mi sono preparata un piccolo schema per organizzare i pranzi e le cene della settimana, in questo modo faccio una spesa mirata e non butto o spreco nulla. 
Mi sono impegnata a fare il pane in casa e i biscotti per la colazione e l’immancabile pizza!!!


Per me, in particolare questo anno, è stato abbastanza facile perché avevo molto tempo libero, ma se il lavoro aumenterà, ce la metterò tutta per continuare ad organizzarmi in questo modo, anche perché c’è da dire che si risparmia molto, anche in denaro.


Il mio messaggio


Mi sentirei di dire a tutti, ma proprio a tutti di iniziare, non importa da che cosa, non importa che sia tanto o poco, l’importante è iniziare a cambiare, se non per noi stessi, per chi verrà dopo di noi.
Fate ciò che vi è possibile, ma fatelo!

***

Grazie Valentina per avere condiviso con noi la tua storia.

Se anche voi avete una storia di cambiamento da raccontare scrivete a:  infomaghelladicasa@gmail.com 



***

Iscriviti alla Newsletter per ricevere gli ultimi articoli e le risorse gratuite


Nessun commento:

Posta un commento

DIMMI COME LA PENSI.
Per commentare utilizza un account Google/Gmail, altrimenti la modalità "anonimo".

La Magia è credere in se stessi: se riusciamo a farlo, allora possiamo far accadere qualsiasi cosa. (Goethe)