lunedì 18 giugno 2018

Saponetta fai da te effetto scrub al profumo di lavanda

sapone scrub fai da te

In questo periodo mi sto dedicando alla produzione di sapone. Mi rilassa e mi permette di esprimere la mia creatività sperimentando varianti sempre nuove e diverse.
Mi piace lasciare stagionare le mie saponette a lungo anche diversi mesi perchè, soprattutto i saponi fai da te a base di olio di oliva, hanno una resa migliore, producono più schiuma e restano più compatti e meno gelatinosi una volta bagnati.
Per questo motivo li preparo sempre in anticipo.
Durante i mesi più caldi poi li sposto in garage all'interno di una scatola di cartone, per evitare che il caldo estremo e l'umido possano turbare il processo di maturazione.
Eccomi quindi pronta per condividere la ricetta che vi permetterà di preparare la mia saponetta al profumo di lavanda.


Saponetta fai da te effetto scrub: la ricetta


saponetta fai da te lavanda


La ricetta è tratta dal mio e-book "Il sapone di Ste" e non richiede troppi ingredienti.
Cerco sempre di realizzare ricette che siano alla portata di tutti, con ingredienti facilmente reperibili e non troppo costosi.
La particolarità di questo saponetta è la presenza di semi di papavero che sono perfetti per uno scrub delicato ma efficace, che renderà la vostra pelle  morbida e vellutata.

Ho ottenuto una saponetta dal colore viola scuro, molto intenso, perchè ho aggiunto del colorante vegetale, l'alkanna tinctoria, che però è del tutto facoltativa, non arricchisce il sapone di particolari proprietà, ma l'ho scelta solo per aggiungere un po' di colore.

Ingredienti


  • 750 g di olio di oliva
  • 150 g di olio di cocco (io acquisto questo QUI)
  • 100 g di olio di riso (lo trovi al supermercato)
  • 131 g di soda caustica (la trovi in ferramenta o nei negozi di bricolage)
  • 300 g di acqua

Al nastro:



Come realizzare la saponetta?


Potete contattarmi al mio indirizzo mail:infomaghelladicasa@gmail.com; vi invierò gratuitamente una  mini-guida, in cui ho illustrato il procedimento,  indicato le precauzioni necessarie da prendere e le attrezzature indispensabili per realizzare in casa il proprio sapone.
Resterò a vostra disposizione anche nel caso in cui vogliate pormi domande per fugare ogni perplessità.

Chi invece desidera conoscere a fondo l'argomento scoprendo tanti dettagli interessanti di questo particolarissimo mondo dell'auto-produzione di sapone, può acquistare il mio e-book "Il sapone di Ste, ottimi saponi, minima spesa, piccolo sforzo":


IL MIO E-BOOK PER IMPARARE A FARE IL SAPONE


***

Iscriviti alla Newsletter per ricevere gli ultimi articoli e le risorse gratuite


2 commenti:

  1. Ciao complimenti x il blog!
    Ottima ricetta ma ultimamente sono un po' sfiduciata. Avevo iniziato ad autoprodurre sapone credendo di aver risolto ogni dubbio e scelta di detergenza ma ho letto una risposta di Zago sull'uso del sapone che ne sconsiglia l'uso se nn solo per le mani... Delusione e tristezza! Effettivamente dopo mesi di utilizzo sotto la doccia ho notato che pian piano la pelle diventava secca, x nn dire dei capelli come son diventati!!! Nonostante il rigoroso ultimo risciacquo con acqua e limone...
    Cosa ne pensi??

    RispondiElimina
  2. Ciao e benvenuta. Penso che il sapone shampoo per i capelli sia terribile e non vada mai utilizzato. Per la pelle credo che Zago esageri....puoi ovviare a tutti i problemi (che comunque dipendono anche dal tipo di pelle ) applicando un olio prima di lavarti (sembra incredibile ma aiuta pure a rimuovere lo sporco e protegge il manto lipidico della pelle) lo massaggi e poi ti lavi con il sapone ...vedrai che pelle morbida... oppure applica una buona crema ricca o un burro corpo (trovi tante ricette sul blog) dopo la doccia. Vedrai che potrai lavarti con il sapone senza problemi. Fammi sapere 😉😊

    RispondiElimina

DIMMI COME LA PENSI.
Per commentare utilizza un account Google/Gmail, altrimenti la modalità "anonimo".

La Magia è credere in se stessi: se riusciamo a farlo, allora possiamo far accadere qualsiasi cosa. (Goethe)