giovedì 13 aprile 2017

Difese immunitarie più forti, un cuore più sano ed una forte riduzione dello stress: tutti i benefici dell’ ecoterapia


I giapponesi sono stati i primi a studiare gli effetti benefici dello stare immersi nella natura. I risultati di questi studi, che sono solo i primi di  una lunga serie portata avanti anche in occidente, sono stati pubblicati sulla rivista “International Journal of Immunopathology and Pharmacology" da un’equipe di ricercatori giapponesi e riguardano l’effetto protettivo che il contatto con la natura ha, nei confronti di tumori ed infezioni.


Come trascorrere del tempo all’aria aperta a contatto con la natura può renderci più sani



A tutti noi è di certo capitato di provare la meravigliosa sensazione di benessere che  ci pervade dopo aver passeggiato o trascorso del tempo immersi nel verde. Probabilmente non riusciamo neppure a spiegare con le parole la natura di questo stato e delle emozioni ad esso correlate.

La scienza però ne ha documentato le ragioni e ci ha aiutato  a comprendere perché abbiamo così tanto bisogno di trascorrere del tempo all’aria aperta e di come questo possa essere terapeutico.

I risultati delle ricerche dimostrano senza ombra di dubbio che la frequentazione di ambienti naturali riduce la concentrazione di cortisolo salivare, la pressione sanguigna, la frequenza del battito cardiaco e determina un aumento dell’attività del sistema nervoso parasimpatico con riduzione di quella del simpatico, segno inequivocabile di una risposta di rilassamento.

Gli studi in questo campo  mostrano un miglioramento delle difese immunitarie, della qualità della vita, un aumento di benessere e dei parametri fisiologici a questo collegati, senza trascurare la netta riduzione di ansia, depressione, rabbia, fatica e confusione mentale.

Effetti positivi dell’ecoterapia per i bambini affetti da ADHD e per gli studenti



L’Università dell’Illinois ha condotto una ricerca che ha dimostrato che i bambini con ADD/ADHD sperimentano una riduzione dei sintomi, dopo aver trascorso del tempo all’aperto.
Nel loro studio più recente, condotto su scala nazionale, gli psicologi Andrea Taylor e Frances Kuo hanno scoperto che i bambini con disturbo da deficit dell’attenzione ed iperattività, o ADHD, hanno sperimentato una significativa riduzione dei sintomi dopo aver partecipato ad attività in contesti verdi. 

Ricerche effettuate negli Stati Uniti che hanno studiato l’effetto del panorama su cui si affacciavano le finestre delle residenze universitarie degli studenti,  hanno evidenziato che:

gli studenti che dalle loro finestre vedevano alberi o comunque ambienti naturali, avevano maggiori capacità attentive e di concentrazione, un rendimento accademico migliore, si ammalavano meno e soffrivano in misura nettamente inferiore di mal di testa,   rispetto ai compagni che vedevano solo edifici all'esterno.

Perché il contatto con la natura ci rende più sani



Una scorta di vitamina D: uno dei grandi effetti positivi dello stare all’aria aperta è la possibilità di assorbire la vitamina D grazie all’azione della luce solare. La carenza di vitamina D è associata a diversi disturbi come l’osteporosi, malattie cardiovascolari, ipertensione, diabete, dislipidemie, obesità.

Più esercizio fisico: la maggior parte delle esperienze che  viviamo all’aperto di solito includono una qualche forma di esercizio fisico. Possono essere degli esercizi di rilassamento e allungamento, una camminata, oppure una corsa, un giro in bicicletta. Tutti noi conosciamo i benefici dell’attività fisica e trascorrere tempo all’aria aperta ci offre una possibilità in più per muoverci. 
Aria aperta ed attività fisica sono davvero un binomio vincente! 

Respirare aria pulita:  l’aria all’interno delle nostre abitazioni  puo’ arrivare ad essere sino a  70 volte più contaminata di quella esterna.
L’aria esterna in particolari condizioni  è una buona fonte di ioni negativi soprattutto quella vicino alle spiagge o alle cascate. Anche dopo un temporale l’aria è carica di ioni negativi, noti anche come “antidepressivi naturali”. Non c’e’ nulla di meglio di una bella camminata nel verde dopo una pioggia abbondante.

Per la salute degli occhi: trascorrere del tempo all’aria aperta ha un grande beneficio anche per gli occhi.Stiamo assistendo ad un notevole aumento dei problemi di vista, specialmente nei bambini. Una possibile ragione, ma non l’unica ovviamente, è il numero di ore che molti di noi trascorrono guardando lo schermo di un computer o il televisore, ogni giorno.
Uno studio condotto nel 2007 ha rilevato che i bambini che hanno trascorso almeno due ore al giorno all’aria aperta hanno 4 volte meno possibilità di diventare miopi.
I ricercatori hanno ipotizzato che la luce esterna, con tutta la varietà e profondità di colori, aiuta i bambini a sviluppare in maniera adeguata le strutture oculari e quindi ad avere una vista migliore anche in età adulta.

Un sano ritmo circadiano: rispettare il ritmo sonno/veglia è importante per la nostra salute fisica e psicologica. L’esposizione alla luce solare ne aiuta la regolazione favorendo ad esempio un buon riposo notturno, aiutandoci a ripristinare i nostri livelli energetici e a mantenere bassi i livelli di cortisolo favorendo il rilassamento ed il senso di benessere.
Molti sostengono che esporsi almeno mezz’ora al sole tutte le mattine aiuta a combattere l’obesità ed a migliorare la salute della tiroide.

Io non potrei mai rinunciare alle mie passeggiate all’aperto; sono sempre state per me fonte di rilassamento, un modo per tenermi in forma e devo ammettere spesso sono i momenti in cui mi vengono idee o ispirazioni, spazi di tempo in cui mi dedico alla riflessione ed all’ascolto.

Nel farvi gli auguri per le prossime festività Pasquali, non posso che invitarvi a trascorrere del tempo con i vostri figli in mezzo al verde e spero di avervi fornito, con questo post, le giuste motivazioni per praticare “l’ecoterapia” in modo costante.

E’ gratuita, non ha effetti collaterali e vi assicuro che sin da subito potrete goderne i benefici.


Leggi anche:


2 commenti:

  1. Eh, gran cosa questo genere di terapie.. purtroppo chi ne avrebbe bisogno non ha tempo o modo di farle! Buona Pasqua

    L’angolo della casalinga, ricette veloci e facili

    RispondiElimina
  2. Carissima Monica, per mia esperienza personale (mi occupo di formazione e lavoro con gli adulti) molto spesso la questione del tempo diventa solo una scusa dietro la quale nascondere la nostra "pigrizia". Credi si trova sempre modo e tempo per fare qualcosa in cui crediamo davvero o che amiamo in particolar modo. Puo' valere per passare del tempo all'aria aperta, come per l'autoproduzione o per portare avanti le nostre passioni. Ognuno con i suoi tempi e le proprie modalità, rinunciando ad altro..è chiaro che a fare tutto non si riesce, occorre stabilire le priorità. BUona Pasqua anche a te e alla tua famiglia!

    RispondiElimina

DIMMI COME LA PENSI.
Per commentare utilizza un account Google/Gmail, altrimenti la modalità "anonimo".

La Magia è credere in se stessi: se riusciamo a farlo, allora possiamo far accadere qualsiasi cosa. (Goethe)