Cerca in questo sito

lunedì, giugno 19

Scrub labbra fai da te aromatizzato alla vaniglia




Gli scrub labbra non hanno mai attirato la mia attenzione; ho sempre pensato che nutrirle e proteggerle  un buon balsamo labbra fai da te fosse sufficiente, sia d’estate che d’inverno.

In realtà ho provato su me stessa che, per eliminare l’accumulo di pelle morta che le rende ruvide e spente, lo scrub è davvero il rimedio d’urto più immediato ed efficace.
Ho scelto di prepararne uno a base di miele, olio di mandorle  aromatizzato alla vaniglia e zucchero di canna.

Il miele è noto per le sua capacità di accelerare la guarigione in caso di ferite ed ustioni, ha quindi proprietà curative ottime per fare tornare in ottima salute le labbra screpolate e danneggiate dal freddo o dal sole. Inoltre, in questa ricetta, aiuta ad emulsionare gli ingredienti.
L’ olio di mandorle  è ricco di vitamine A ed E, quindi perfetto per nutrire le labbra. Io ho preparato un oleolito alla vaniglia, trovate la ricetta QUI,  per dare allo scrub un profumo “biscottato”.


Ingredienti per realizzare lo scrub labbra al profumo di vaniglia



  • 5 cucchiaini di zucchero di canna
  • 1 cucchiaino di miele
  • olio di mandorle quanto basta

In una ciotola di vetro mescolate tutti gli ingredienti. Aggiungete tanto olio quanto basta ad inumidire lo zucchero.
Raccogliete con le dita una piccola quantità di scrub e strofinatelo delicatamente sulle labbra per esfoliare, quindi risciacquate con un panno imbevuto di acqua tiepida.

Io trovo ottimo questo scrub anche per il corpo! Assolutamente da provare 😃


***



Tante nuove e intriganti ricette (ben 67 ) 
ed importanti approfondimenti che vi permetteranno
di fare le scelte migliori per la vostra bellezza e la vostra salute.



***

Iscriviti alla Newsletter per ricevere gli ultimi articoli e le risorse gratuite


Nessun commento:

Posta un commento

DIMMI COME LA PENSI.
Per commentare utilizza un account Google/Gmail, altrimenti la modalità "anonimo".

La Magia è credere in se stessi: se riusciamo a farlo, allora possiamo far accadere qualsiasi cosa. (Goethe)