martedì, gennaio 28

Come riordinare i mobiletti del bagno


Non credete a chi vi racconta che il riordino è "per sempre". Non è affatto così. Certo alleggerire casa e rioganizzarla è di fondamentale importanza se vogliamo renderla funzionale alle nostre esigenze e desideriamo creare un ambiente sereno e rilassante in cui vivere.

E' anche vero che, la frenetica vita di tutti i giorni, la presenza di bambini, adolescenti, ragazzi e compagni di vita rende impossibile il mantenimento di uno stato di ordine perenne e duraturo.
Preso atto di ciò, buttiamo a mare tutte le illusioni sulla casa perfetta e concentriamoci su ciò che possiamo fare per renderla accogliente senza doverci stressare inutilmente.

Chi mi legge da un po' o ha acquistato il mio libro "Pulire Facile"  , sa che la mia regola aurea in fatto di pulizie è quella di procedere a "piccoli passi". 
Questo significa che per mantenere ordinata la casa mi prendo dei piccoli ritagli di tempo, sessioni da 15-30-45 minuti a seconda degli impegni e dell'energia che ho, per dedicarmi a piccoli progetti di riordino.

Oggi vi parlo proprio di uno di questi, il riordino dei mobiletti del bagno.



Riordinare i mobiletti del bagno: i detersivi



Nei mobiletti del bagno ho un piccolo angolino in cui posiziono i miei detersivi autoprodotti per l'igiene e la pulizia di questa zona della casa.
Ho eliminato da tempo la maggior parte dei detersivi che comunemente si impiegano per pulire la casa e quelli che realizzo li conservo negli appositi contenitori,  correttamente etichettati. Non ho più i bambini piccoli che potrebbero divertirsi con questi intrugli, per cui posso tranquillamente riporre i detersivi nei ripiani bassi del mio mobiletto. 

Il mio consiglio è quello di liberarvi dei detersivi superflui limitantovi a non acquistarli più una volta terminati. Iniziate a sperimentare soluzioni ecologiche autoprodotte e resterete stupite dei risultati e della loro estrema efficacia, al contempo guardagnerete spazio e ordine e risparmierete denaro.



Riordinare i mobiletti del bagno: pulizia pettini e spazzole



Ho approfittato del riordino dei mobiletti del bagno per pulire a fondo pettini e spazzole, pennelli e spugnette per il trucco.
Solitamente li trascuriamo, invece è indispensabile una pulizia regolare anche se non eccessivamente frequente.

Come pulire pettini e spazzole:


1) Rimuovete i capelli dalla spazzola con l'aiuto di un pettine, facendo leva dal basso verso l'alto.

2) Immergete spazzole e i pettini in un contenitore riempito con acqua calda e del detergente delicato (va benissimo un bagnoschiuma). Lasciate in ammollo almeno un'ora.

3) Con un vecchio spazzolino da denti sfregate bene tra le setole della spazzola e sui denti del pettine poi sciacquate accuratamente.
Tamponate con un asciugamano e fate asciugare anche tutta la notte, magari vicino ad un termosifone.

Come pulire i pennelli da trucco


La procedura è semplice: bagnate i pennelli in acqua tiepida e passate le setole con un detergente delicato (io utilizzo le mie saponette fai da te). Fate attenzione a non fare arrivare acqua alla base delle setole per evitare che giunga alla colla che le tiene attaccate alla base.
Massaggiate con movimenti circolari, sciacquate con cura e fate asciugare, lontano da fonti di calore ed in posizione orizzontale, sino a completa asciugatura.


Riordinare i mobiletti del bagno: i trucchi e cosmetici



Non mi trucco spesso e neppure abbondantemente; una crema colorata e qualche  matita per gli occhi sono i trucchi che impiego più frequentemente. Occasionalmente applico lo smalto, ma sulle mani solo per occasioni particolari, mentre d'estate mi piacciono molto le unghie dei piedi colorate in modo vivace.

Indipendentemente dal quantitativo di trucchi che possediamo, questi vanno passati in rassegna regolarmente per verificare le scadenze; ricordate, come regola generale, che ci sono alcuni prodotti come le polveri (ombretti e ciprie) che si mantengono bene anche oltre la data di scadenza. Lo stesso si puo' dire per le matite, in particolare se le temperiamo spesso.
Tutto il resto vi consiglio di buttarlo se la data di scadenza è stata superata.
Lo stesso discorso vale per i prodotti cosmetici, come le creme viso o corpo di ogni genere e tipo.

In questo modo vi renderete conto di quante cose giacevano lì ad occupare il vostro spazio inutilizzate da tempo. Approfittate per fare una bella pulizia e per valutare quali siano effettivamente i prodotti che sono per voi fondamentali, eliminando quindi dalla lista della spesa quelli non necessari.

Anche per i cosmetici  prediligo, quando si puo', l'autoproduzione poichè non ho esigenze particolari e perchè mi piace prendermi cura di me stessa con ingredienti naturali e di ottima qualità.

Utilizzo un olio fai da te (la ricetta è QUI) per struccare gli occhi e talvolta anche per pulire il viso, un buon sapone autoprodotto per l'igiene personale, il tonico fai da te, e non manca una crema giorno (ultimamente realizzo spesso questa).

Il deodorante a base di bicarbonato è sempre presente, così come la crema mani e la mousse per il corpo.

Ovviamente non possono mancare le mie salviette fai da te per struccare il viso, che mi hanno permesso di eliminare i dischetti in cotone usa e getta.


Potete realizzarle con del morbido cotone (QUI il tutorial), oppure ritagliare un semplice e morbidissimo panno in microfibra (qui sotto quelli che ho realizzato io).


Dopo ogni utilizzo io li passo in lavatrice e tornano come nuovi! Se il trucco che applicate è particolarmente ostinato da eliminare, pre-trattate le salviette con del sapone di marsiglia prima di metterle in lavatrice.

Conclusioni


Per questo progetto di riordino dei mobiletti del bagno vi occorreranno all'incirca 45 minuti, ma direi che a seconda delle condizioni in cui si trova potrete ridurre a 30 (se il disordine è contenuto) oppure arrivare ad un'ora se la situazione è un po' più "grave".

Prendetevi questo momento non come un dovere bensì un modo per prendervi cura dei vostri "oggetti" di bellezza; un tempo "sacro" per ripristinare in questa zona della casa quell'energia positiva che nasce dall'ordine, dall'essenzialità e dal pulito.





I 20 progetti che vi propongo in questo e-book vi permetteranno, senza fatica e stress, di sistemare armadi, cassetti, ripiani ed ogni angolino di casa.


***

Iscriviti alla Newsletter per ricevere gli ultimi articoli e le risorse gratuite












2 commenti:

  1. Come al solito sei la mia ispirazione. Dopo avere letto questo articolo ho atteso di avere un'ora libera senza distrazioni Così sabato mi sono data al riordino dei mobiletti del bagno seguendo le tue indicazioni. Ho pulito anche le spazzole e lavato i pennelli da trucco, ripulito per bene ogni angolino ed eliminato il superfluo...c'erano cose che non mi ricordavo neppure più di avere-....che disastro! altre scadute che ho dovuto buttare ma che non comprerò più. Ho sistemato anche l'angolo dei detersivi, che nell'ultimo anno si è alleggerito tantissimo grazie ai tuoi consigli e alle tue ricette che trovo fantastiche! Ecco che dirti sono orgogliosissima del lavoro fatto! un grande abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grande Patrizia!!! Capisco benissimo la tua soddisfazione e sono tanto tanto contenta di averti ispirata e che il mio articolo ti sia stato di aiuto! Grazie di cuore anche per il tuo entusiasmo, il tuo sostegno 😊

      Elimina

DIMMI COME LA PENSI.
Per commentare utilizza un account Google/Gmail, altrimenti la modalità "anonimo".

La Magia è credere in se stessi: se riusciamo a farlo, allora possiamo far accadere qualsiasi cosa. (Goethe)