venerdì 18 ottobre 2013

IL SAPONE DI LETIZIA



Letizia mi ha inviato gentilmente le foto del suo particolarissimo sapone.
Le bellissime variazioni di colore sono state realizzate da Letizia
con questa procedura:

quando il sapone ha raggiunto il nastro prelevate una piccola quantità dello stesso
e versate del colorante (potete utilizzare le spezie come la curcuma, la paprica, il
cacao, oppure acquistare pigmenti naturali come l'alcanna, la robbia etc) nella
quantità che desiderate.
Mescolate a lungo e per bene altrimenti rischiate che si formino grumi di colore.
Infine aggiungete il sapone così colorato al resto e passate con uno stuzzichino in modo
da formare piccoli ghirigori .
I due saponi si mescoleranno in maniera irregolare e daranno vita a effetti
molto particolari.

Procedete come di consueto. Ponete il sapone nello stampo e lasciatelo in riposo
per 48 ore, poi tagliatelo in forme regolari.

Letizia mi ha comunicato che ha avuto difficoltà a  togliere il sapone
dallo stampo in cui l'aveva riposto.
Ecco come ha risolto il problema:.

Il rimedio più efficace consiste nel riporre lo stampo nel freezer un paio di ore...
come per magia il sapone esce dallo stampo senza opporre resistenza!

Grazie mille Letizia per avere condiviso le foto dei tuoi saponi ed i tuoi
 preziosi consigli con tutte noi!

11 commenti:

  1. Ne sapete un più del diavolo, ragazze! Con 'sti saponi mi fate una curiosità...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. devi proprio provare!!!!!! non potrai più farne a meno.....

      Elimina
  2. ste ..mi potresti dare una mano. .non sono sicura. .se non si vorrebbe usare l'olio di palma. si può sostituire tranquillamente con quello di arachidi. .ha la stessa saponificazione? grazie ..

    RispondiElimina
  3. nonononon è un'altra cosa....sia per indice di saponificazione sia per qualità...l'olio di palma io non l'ho mai utilizzato, ho sempre preferito l'olio di oliva + olio di cocco...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ho capito ho visto sulla tabella dei oli ..il coefficiente di saponificazione olio di palma e 141 l arachidi è 136....quindi non va bene...

      Elimina
  4. ti scrivo ricetta ...oliva 300.. palma 100..girasole 55..mandorle dolci 15...karitè 10..cera d'api 5...soda 63, 2...acqua 150...ecco volevo sostituire il palma con arachidi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se vuoi il mio parere io sostituirei l'olio di palma con quello di cocco (per la produzione di schiuma) e cambierei la ricetta in questo modo: oliva 300, cocco 100, girasole 55, mandorle 15 karitè 10 cera d'api 5 SODA 65 , ACQUA 145,50. ciaooooooo

      Elimina
  5. ciao ho appena visto il tuo e mi piace tanto questa parte dedicata al sapone

    RispondiElimina
  6. ciao ho fatto il sapone con il metodo a caldo con 920g di olio di oliva 100g di cocco 137 soda e 395 acqua ho raggiunto la fase di nastro e poi ho cotto per 2 ore dopo 2 giorni l'ho tolto dallo stampo ma e ancora morbido e un po appiccicoso bagnato fa schiuma ma vorrei fosse piu solido e compatto in che cosa ho sbagliato. .....

    RispondiElimina
  7. ciao! purtroppo io non ho mai utilizzato il metodo a caldo ma solo quello a freddo..pertanto non posso esserti di aiuto..mi dispiace..
    Ste

    RispondiElimina

DIMMI COME LA PENSI.
Per commentare utilizza un account Google/Gmail, altrimenti la modalità "anonimo".

La Magia è credere in se stessi: se riusciamo a farlo, allora possiamo far accadere qualsiasi cosa. (Goethe)