Cerca in questo sito

sabato, settembre 25

3 miti da sfatare che vi hanno trattenuto dal produrre i vostri cosmetici

Se vi attira l'idea di autoprodurre i vostri cosmetici perchè desiderate prendervi cura di voi stessi  e della vostra famiglia in modo naturale, perchè amate i prodotti di qualità ma a prezzi accessibili o semplicemente perchè volete dare il vostro contributo per la tutela del nostro pianeta e delle generazioni future, ma qualcosa vi trattiene dal fare il primo passo o avete avuto brutte esperienze, allora questo articolo fa per voi.

A onor del vero c'è da dire che in commercio oramai si puo' trovare di tutto, prodotti che rispettano sia l'ambiente che la nostra salute, ma troppo spesso i costi sono proibitivi per i nostri bilanci famigliari.

Spesso mi scrivono persone che mi raccontano come, spinte da forte curiosità e grande motivazione, hanno deciso di sperimentare alcune ricette, magari trovate sul web o sui social, senza però ottenere i risultati sperati per cui, deluse, si sono allontanate dal mondo dell'autoproduzione.

Sono stati proprio i racconti di queste persone a darmi l'energia e la forza di mettere insieme il mio primo videocorso, quello sulla "cosmesi fai da te" (trovi tutti i dettagli QUI). Di videocorsi non ne sapevo assolutamente nulla, ma era talmente forte il desiderio di divulgare informazioni e ricette affidabili, in modo da evitare che le persone interessate al mondo del fai da te non ne restassero deluse, che ho tratto la giusta carica motivazionale per portare a termine il mio lavoro.

Ma ora basta preamboli, e veniamo a quelli che sono i miti più comuni che mi sono ritrovata più spesso a sfatare con tutti coloro che, nel corso di questi anni, mi hanno contattata tramite email o attraverso i social per condividere la loro esperienza con l'autoproduzione.


Mito n. 1: Se devo acquistare tutte le materie prime alla fine mi costa di più autoprodurre che acquistare un buon prodotto.

Chi mi segue da tempo sa che io non sono per gli estremismi ne tantomeno mi sogno di imporre agli altri ciò che io ritengo giusto per me. Il concetto di giusto o sbagliato è piuttosto soggettivo per questo motivo mi piace sempre lasciare ogni possibilità aperta e dare spazio a tutti i punti di vista.

Certo la mia attività di educatrice nel campo del benessere mi porta, quasi "per deformazione professionale" (leggi QUI per scoprire chi sono e cosa faccio), ad ascoltare e cercare di capire i bisogni degli altri. Per esperienza so che l'autoproduzione puo' diventare un ottimo strumento, anche terapeutico, ma va adattato alla persona che non si deve assolutamente sentire forzata. 

Autoprodurre cosmetici puo' in effetti essere piuttosto costoso. Dipende ovviamente da come lo si fa. 

La chiave per contenere i costi è scegliere ricette semplici con pochi ingredienti. Con una manciata di elementi di base si possono infatti realizzare diverse tipologie di cosmetici.

Non ci credete? Provate a dare un'occhiata a questo articolo: "come realizzare 7 prodotti per la cura del corpo con soli 5 ingredienti".

Quando si parla di "costi" occorre però tenere presente anche quale è il tipo di cosmetici che siamo abituati ad acquistare. Oggi esistono prodotti da supermercato o discount a prezzi imbattibili, ma se di solito acquistate prodotti di qualità a costo medio/alto l'autoproduzione farà la differenza in termini di risparmio.

Il piu' grande vantaggio dell'autoproduzione però è che possiamo personalizzare i nostri prodotti, ridurre o azzerare la presenza di sostanze "di sintesi", massimizzare quella di principi attivi davvero efficaci ed abbattere il nostro impatto ambientale. 

Come vi dicevo non c'e' nulla di giusto o sbagliato dipende tutto da quale è il nostro obiettivo, il nostro desiderio, quale la motivazione che ci spinge a prendere in considerazione l'autoproduzione.


Mito n. 2: I cosmetici fai da te sono pericolosi

L'autoproduzione oggi è anche una moda, viene proposta un po' da tutti e si trovano idee, ricette e tutorial dietro ogni angolo.

Puo' sembrare la panacea a tutti mali ma è assolutamente necessario informarsi e farla nel modo giusto.

Consiglio sempre di evitare ricette complesse con ingredienti "prettamente cosmetici" che dovrebbero rimanere ad uso esclusivo di esperti del settore come cosmetologi e professionisti specializzati. Io mi limito all'impiego di materie prime che per la maggior parte sono commestibili. 

E' noto infatti che i prodotti alimentari sono soggetti a controlli di qualità decisamente più rigorosi rispetto a quelli destinati alla realizzazione dei cosmetici. 

Ci sono inoltre ricette e modalità di conservazione che ci permettono di evitare l'uso di conservanti, ingredienti molti discussi. 

Si puo' quindi autoprodurre in modo assolutamente sicuro seguendo alcune semplici regole di base:

  • attenta selezione delle materie prime 
  • produzione di quantità limitate di cosmetico ma più frequentemente (ecco perchè prediligo ricette semplici e veloci)
  • evitare il più possibile ingredienti che favoriscono le proliferazioni batteriche come l'acqua
  • rispettare le regole di igiene (superfici, contenitori e attrezzi)


Mito n. 3: I cosmetici fai da te sono troppo unti e poco pratici da utilizzare

Una delle affermazioni che ripeto più spesso alle persone che seguo è che nella vita non si puo' avere tutto, fare tutto, sapere tutto. Questa non è altro che pura illusione. C'è sempre qualcosa a cui dobbiamo rinunciare, dei compromessi che dobbiamo trovare, per stare bene con noi stessi e con gli altri.

Il punto di partenza resta sempre quello: cosa vogliamo veramente? Se cercate prodotti di qualità a basso impatto ambientale, a costo contenuto l'autoproduzione è la vostra via. Certo dovrete rinunciare alla "perfezione" dei prodotti che trovate in commercio, perchè le nostre cucine non sono dei laboratori cosmetici e lavoriamo con un altro genere di materie prime.

E' anche vero però che molto si puo' fare per contrastare alcuni "inconvenienti" dei cosmetici fai da te, come ad esempio l'untuosità delle creme. Eccone alcuni:

  • utilizzare piccoli quantitativi (i cosmetici autoprodotti sono ricchi di principi attivi ne basta davvero una piccola quantità)
  • applicare la crema sulla pelle umida; in questo ne modo facilitiamo l'assorbimento 
  • massaggiare a lungo ed eventualmente tamponare con un asciugamano.

Conclusioni


Il mio consiglio spassionato è quello di indagare a fondo le vostre motivazioni, quelle che vi hanno spinto ad interessarvi all'autoproduzione.
Cercate di approcciarvi all'argomento con apertura e disponibilità. Spesso siamo talmente convinti di quel che accadrà o siamo così radicati nelle nostre convinzioni (eh si il nostro cervello è alquanto cocciuto e fa fatica a staccarsi dalle proprie certezze) che facciamo davvero fatica a metterle in dubbio.

Cambiare prospettiva non è affatto semplice e questo vale non solo per l'autoproduzione ma anche nella vita. Tutti noi abbiamo accettato determinate convinzioni come verità ineluttabili e le abbiamo interiorizzate senza mai più metterle in dubbio. Agiamo secondo schemi prestabiliti, adottiamo continuamente le stesse soluzioni perchè oramai ci siamo abituati e ci risultano più pratiche e veloci.

Approcciarsi al nuovo, l'autoproduzione  o qualsiasi altra cosa nella vostra vita, richiede quindi uno sforzo iniziale, ma più metterete in dubbio determinate convinzioni (come ad esempio quella di non essere abbastanza bravi, non avere quel tipo di talento, di non essere il genere di persona che fa quelle cose etc) più riuscirete facilmente a fare i passi successivi, ad aprirvi alla vita e a tutte le possibilità che essa ha da offrirvi.

NUOVO!!!




Questo videocorso è dedicato a chi desidera prendersi cura di sè e dei propri cari in modo naturale e nel pieno rispetto dell'ambiente. E' un corso adatto a tutti,  neofiti che per la prima volta si avvicinano al mondo dell'autoproduzione, principianti, ovvero coloro che hanno già maturato un minimo di esperienza nel campo della cosmesi fai da te e desiderano conoscere più a fondo questo mondo.

Ho scelto un linguaggio ed uno stile semplice adatto anche ai non addetti ai lavori, lo stesso approccio che utilizzo nelle lezioni pratiche. Le videoricette infatti sono facili, veloci da realizzare e con un numero limitato di ingredienti, per non pesare sul bilancio famigliare.

Ti fornirò le basi per autoprodurre la maggior parte dei cosmetici che impieghi abitualmente; ti accorgerai subito che potrai realizzare prodotti completamente personalizzati, eco-bio ed efficaci senza spendere una fortuna!



***

Iscriviti alla Newsletter per non perdere nessun articolo


 







Nessun commento:

Posta un commento

DIMMI COME LA PENSI.
Per commentare utilizza un account Google/Gmail, altrimenti la modalità "anonimo".

La Magia è credere in se stessi: se riusciamo a farlo, allora possiamo far accadere qualsiasi cosa. (Goethe)