Cerca in questo sito

sabato, maggio 5

Come organizzare i menù della famiglia: schema base e ricette

organizzare i menu settimanali


Nella giornata di  noi donne la preparazione dei pasti riveste un ruolo importante. Se siete attente all’alimentazione della vostra famiglia e vi piace preparare pasti sani, diventa fondamentale un minimo di organizzazione, per non  dover correre all’ultimo minuto o ritrovarsi con il frigorifero vuoto.
Non mi piacciono gli schemi troppo rigidi e mi stimola variare i menù,  sperimentare piatti diversi anche rispettando il ciclo delle stagioni. Così mi sono affidata ad uno schema di base, che mi guida e mi facilita la compilazione dei menù settimanali.
Vi spiego come funziona.


Lo schema di base per realizzare i tuoi menù



Come avrete capito io non sono fatta per gli schemi rigidi, mi stressano. Però non mi posso permettere di improvvisare perché siamo 4 in famiglia e preparare i pasti non è proprio cosa da poco.
Da qualche tempo mi avvalgo di uno schema di base, che mi permette di ruotare gli alimenti nel corso della settimana e di mantenere un’alimentazione varia.
Grazie allo schema di base  mi è più facile organizzare il menù perché se devo cercare una nuova idea per il sugo oppure  una nuova ricetta per la cena, vado su internet oppure sfoglio i miei libri di ricette (ne ho davvero parecchi) e scelgo ciò che mi ispira di più.

Di solito organizzo i pasti della settimana nel week end, così poi faccio la spesa mirata, evito gli sprechi e quindi non spendo soldi inutilmente.




L'importanza della colazione




La colazione è uno dei pasti più importanti della giornata ed in famiglia mangiamo con appetito, sia noi genitori che i bambini.
Mi rendo conto che non per tutti è così; alcuni hanno bisogno di partire con calma e mangiare leggero.
Ecco quindi qualche esempio di colazione sia light che sostanziosa:

  1. Latte vegetale, pane fatto in casa con uvetta e noci, cioccolato fondente, un frutto
  2. Pane tostato con crema di mandorle/arachidi/sesamo e tisana, caffè o tè 
  3. Pane alle noci o semi con marmellata o miele e latte vegetale senza zucchero
  4. Formaggio ben stagionato oppure ricotta fresca, pane fatto in casa, tisana, caffè o tè 
  5. Yogurt o latte vegetale con cereali e frutta a guscio
  6. Dolci fatti in casa, tisana oppure caffè, o latte vegetale senza zucchero
  7. Smoothies (frullato)


Lo spuntino




Non so fare a meno dello spuntino a metà mattina, mentre salto la merenda pomeridiana visto che pranzo tardi (verso le 13.30) e ceno presto ( alle 19.00). Ho bisogno di mantenere un livello costante di energia soprattutto nel corso della mattinata, per cui verso le 10.00 spezzo il digiuno ed arrivo a pranzo senza i crampi di fame. In questo modo non mi abbuffo e facilito la digestione. 

  1. Pane fatto in casa con crema di olive o formaggio spalmabile (normale o veg.)
  2. Barrette energetiche con semi oleosi 
  3. Frutta di stagione e una manciata di frutta a guscio (mandorle, nocciole, noci)
  4. Dolcetti fatti in casa (con poco zucchero e farine grezze)
  5. Yogurt o frullato con latte vegetale e frutta fresca
  6. Focaccia fatta in casa



Preparare il pranzo e la cena


organizzare i menù


Un pasto, di solito quello di mezzogiorno è sempre a base di cereali e verdura di stagione. Alterno la pasta integrale, a quella semi-integrale (raramente uso quella bianca) al riso e  agli altri cereali come farro, miglio e orzo. 
Se dopo il primo piatto qualcuno ha ancora un languorino servo del pane accompagnato con del formaggio (spesso vegetale) oppure con creme di olive, hummus di ceci o semplici bruschette, che i miei figli adorano.


Nel week end non manca quasi mai la pasta all’uovo; da buoni romagnoli tagliatelle, ravioli, cannelloni e lasagne sono davvero una gran festa!
Cerco di non eccedere con i condimenti per non realizzare piatti troppo pesanti.

I sughi sono a base di verdure e legumi ma non manca una volta a settimana un buon ragù di carne o pesce o un semplice sugo al pomodoro.

A cena durante la stagione invernale presento quasi tutte le sere una crema di verdure oppure una minestra in brodo di verdura, seguita da una proteina animale (non più di 1 o 2 volte a settimana) o vegetale e abbondanti verdure (crude e/o cotte) che anche i bambini sono abituati da sempre a consumare.
Cerco di rispettare la stagionalità, ad esempio in questo periodo porto in tavola carciofi crudi in insalata, lattughine fresche e asparagi che sono nel pieno della loro stagione.
Puo’ capitare che prepari anche dei piatti unici più elaborati come le crepes alla ricotta e spinaci, oppure i passatelli o la pastina ripiena; in questo caso accompagno il piatto principale solo con un poco di verdure.



Spero di avervi qualche dato qualche buono spunto per organizzare e personalizzare al meglio i vostri menù settimanali. Con un minimo di buona volontà otterrete grandi risulti e vi risparmierete tanto stress e fatica inutili.
Nel sezione del blog "le mie ricette", cui potete accedere da QUI , trovate tante soluzioni dolci e salate per organizzare colazione, pranzo, cena e spuntini.
Per le più appassionate e curiose, non posso che indicarvi il mio ultimo e-book "A tavola con Maghella";  si tratta di un ricettario un po' particolare, che raccoglie non solo idee per portare in tavola cibi sani e gustosi, ma contiene anche diversi e mirati approfondimenti. 

Non mancano le ricette vegetariane, senza glutine e latticini per tutti coloro che hanno particolari esigenze alimentari. Insomma una raccolta dedicata a tutti coloro che amano mangiare sano ma che non vogliono rinunciare al gusto. 






Tante ricette sane e gustose.
Mirati approfondimenti :
⏩come risparmiare in cucina
⏩come scegliere prodotti di qualità
⏩come riciclare gli scarti
e tanto altro ancora...


***

Iscriviti alla Newsletter per ricevere gli ultimi articoli e le risorse gratuite



5 commenti:

  1. Grazie per il post pieno zeppo di spunti! Anche io organizzo il menu della settimana e devo dire che farlo mi ha davvero cambiato la vita. Dopo varie sperimentazioni sulle modalità per stilare il menu ho finalmente trovato quella giusta per me. Come te ho un menù base che modifico in base alla stagione e a quello che mi ritrovo in frigirifero. Il mio schema è rigido e flessibile insieme. Si basa sulla scelta dei piatti in base al giorno della settimana, tipo: lunedì a pranzo pasta e lugumi, a cena carne bianca e verdure cotte e crude... E così per tutta la settimana variando pesce carne legumi uova e serata picnic e cinema nel salotto di casa nostra. Di solito la domenica traduco lo schema base nei piatti che voglio realizzare, per esempio pasta e legumi diventa pasta e piselli! O le "uova" si trasformano in frittata di spinaci. Devo dire che penso di aver trovato la soluzione migliore per me è per la mia famiglia e sono felice se l idea può essere utile a qualcuno!
    Grazie per tutto quello che condividi con tutti noi.
    Un abbraccio da Reggio Calabria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Claraaaa grazie di cuore!!! Bellissima idea è molto pratica. Anche tu non ami gli schemi fissi e rigidi come me vedo..ma quel tanto che ci permette di lasciare spazio all' inventiva. Grazie ancora di cuore per la tua condivisione!

      Elimina
  2. Carissima Ste, ho stampato il tuo pdf con lo schema ed ho iniziato subito ad organizzare le mie settimane di pasti in famiglia seguendo i tuoi consigli. Ti scrivo per dirti che ne sono molto soddisfatta, ti ringrazio di cuore per averlo condiviso con tutte noi.Inoltre ho già provato alcune tue ricette: il pane, la focaccia ed il patè di olive che ho servito come antipasto sui crostini di pane.
    Grazie di tutto.
    Sonia

    RispondiElimina
  3. Grazieee Sonia sono proprio contenta !!!

    RispondiElimina
  4. Che bel blog !
    Sono felice di averti scoperta, condivido con te molte cose e leggere i tuoi articoli è davvero un piacere.
    Ultimamente la mia vena autiproduttiva si era sopita a causa di piccoli inciampi e problemi quotidiani.
    Leggendoti ho ritrovato entusiasmo e passione.
    Spero di ritornare in attivitá!
    Anche io stilo il menu della settimana, quello che mi riesce difficile è organizzare i pasti fuori casa per me e i bimbi.
    Spesso ricorro al panino o al trancio di pizza della fornaia.
    Grazie e continuerò a passare di qui ! Chiara

    RispondiElimina

DIMMI COME LA PENSI.
Per commentare utilizza un account Google/Gmail, altrimenti la modalità "anonimo".

La Magia è credere in se stessi: se riusciamo a farlo, allora possiamo far accadere qualsiasi cosa. (Goethe)